Keystone
BERNA
15.11.20 - 10:150
Aggiornamento : 17:15

«La Svizzera si prepari già fin d'ora alla chiusura di bar e ristoranti»

Tra gli esperti della task force Covid-19 regnerebbe un certo disaccordo sulle restrizioni da raccomandare.

C'è chi vuole interventi importanti subito. «Diversi» esperti, però, vorrebbero attendere almeno 1-2 settimane? L'UFSP: «Al momento non sono previste ulteriori misure»

BERNA - Chiudere bar, ristoranti e musei subito? O farlo tra 1-2 settimane qualora gli obiettivi degli esperti non fossero raggiunti? Regnerebbe un certo disaccordo nella task force Covid-19 della Confederazione. A riferirlo è la SonntagsZeitung, che ha raccolto lo stupore di alcuni suoi membri per la raccomandazione, diffusa venerdì dalla direzione del gruppo di lavoro, di chiudere immediatamente i luoghi pubblici di ritrovo.

«Diversi» esperti hanno in particolare lamentato che le indicazioni siano state formulate diversamente da come erano state concordate all’interno dell’unità di crisi. Specialmente per quanto riguarda l’entrata in vigore delle restrizioni, che sarebbe stata originariamente raccomandata solo nel caso in cui, tra una o due settimane, non venisse raggiunto l’obiettivo di dimezzare i nuovi casi di contagio da SARS-CoV-2.

Il disaccordo, però, interesserebbe anche la natura delle misure stesse. Se alcuni membri della task force vorrebbero vedere applicate subito restrizioni quanto più dure possibile, altri vorrebbero rimandare le chiusure il più a lungo possibile.

Interrogato su queste tensioni dal domenicale svizzero tedesco, il direttore della task force Covid-19, Martin Ackermann, si è limitato a dichiarare che il gruppo chiede che «la Svizzera si prepari per delle chiusure già fin d’ora» e ha confermato che questa resta «un’opzione». Le indicazioni si basano sul fatto che, al momento, il numero di riproduzione R si attesta allo 0,91 e non è ancora chiaro se le misure già in vigore siano sufficienti a farlo scendere.

La Confederazione, dal canto suo, esclude per il momento la chiusura di ristoranti, bar e musei: «Siamo stati informati del rapporto della task force prima della pubblicazione», fa sapere la portavoce dell’Ufficio federale della sanità pubblica Katrin Holenstein. «Dopo la sua ultima seduta di mercoledì, il Consiglio federale ha mantenuto che, al momento, non sono previste ulteriori misure», aggiunge.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 10 mesi fa su tio
Non abbassiamo la guardia, abbassiamo la ghigliottina!
Meck1970 10 mesi fa su tio
Possono chiudere tutto quello che vogliono, basta che durante la chiusura obbligatoria vengano cancellati anche tutti gli affitti e tutte le spese di un'azienda.
Technics 10 mesi fa su tio
Ora abbiamo un sacco di svizzero francesi e svizzero tedeschi che vengono in Ticino a bere e passare qualche giorno di vacanza, visto che da loro sono quasi tutti chiusi... Come mai non si decide ad un lockdown generale anziché chiudere a “macchia”? Durante le prima ondata il lockdown è stato nazionale, nonostante il Ticino fosse il cantone più colpito. Come mai bar e ristoranti chiudono alle 23.00 mentre i casinò in Ticino chiudono ad orario normale? Ossia alle 03.00/04.00 del mattino. Come mai i postriboli sono ancora aperti? Forse, ci vorrebbe un pochino di buonsenso, logica e coerenza.
Samanta9191 10 mesi fa su tio
Mi paghi tu le paghe I contributi gli affitti e tutto il resto bene mi servono almeno 14’000 fr al mese solo per stare a galla
Duca72 10 mesi fa su tio
Bisognerebbe avere l’umiltà di prendere l’Italia come esempio. Ma qui ci si sente erroneamente superiori. Ne pagheremo le conseguenze purtroppo
Duca72 10 mesi fa su tio
Bisognerebbe avere l’umiltà di prendere l’Italia come esempio. Ma qui ci si sente erroneamente superiori. Ne pagheremo le conseguenze
Volpino. 10 mesi fa su tio
@Heinz: in tutta questa storia del triage che non ha pertanto nessuna base legale ci si dimentica che anche gli anziani - e sono molti in Svizzera - pagano le tasse, e sono dunque soldi sicuri per lo Stato che non vede l'ora di fare le richieste d'acconto il prossimo anno. Comunque la priorità dev'essere salvare la vita, non fare delle scelte. Servire e poi sparire lo si fa a militare, ma non in una società civilizzata.
Technics 10 mesi fa su tio
Non solo il casinò di Lugano chiude alle 05.00. Anche quello di Mendrisio e Locarno sono aperti normalmente. Governo: fate tutti ridere....
Volpino. 10 mesi fa su tio
Mai visto un governo così debole nei confronti dell'economia. Va ricordato che per l'influenza stagionale i posti letto negli ospedali ci sono, ma non a sufficienza per tutti i pazienti Covid-19. Abbiamo le casse malati più care e in questo paese si parla di triage, ovvero una regola etica senza base legale utilizzata durante la Prima Guerra mondiale (1914 - 1918) per smistare i pazienti, povera Svizzera ...
Heinz 10 mesi fa su tio
@Volpino. Volpino, per favore, il triage è parte integrante delle procesure di pronto soccorso ovunque. Il fatto che sia nato durante la guerra non vuol dire nulla, anzi significa anzi che è efficace. Poi sulle casse malattia sono d'accordo, la domanda è non se prima o poi implode questo sistema ma quando imploderà perchè insostenibile
Volpino. 10 mesi fa su tio
Mai visto un governo così debole nei confronti dell'economia. Va ricordato che per l'influenza stagionale i posti letto negli ospedali ci sono, ma non a sufficienza per tutti i pazienti Covid-19. Abbiamo le casse malati più care e in questo paese si parla di triage, ovvero un regola etica senza base legale utilizzata durante la Prima Guerra mondiale (1914 - 1918) per smistare i pazienti.
Luca 68 10 mesi fa su tio
chiudere tutto, per fermare il virus si deve fermare la gente, e chi non capisce è solo perché non ha ancora perso qualcuno di caro.
MrBlack 10 mesi fa su tio
Certo che se i bar rispettassero le regole attuali...sarebbero meno a rischio di chiusura. Invece si vede di tutto e nessuno che controlla. Tanto sbraitare a Bellinzona e Berna poi ognuno fa comunque come gli pare.
Veveve 10 mesi fa su tio
Ma basta con questo terrorismo! Ci sono tanti positivi e’ vero ma non hanno NIENTE! Ci sono 30 persone in TErapia intensiva quando a marzo non testando nessuno ne avevamo 90! Cerchiamo di vivere il più normalmente possibile rispettando quelle poche regole basilari, rilassati evitate tv e giornali e vedete che l’ansia da COVID vi passa!
Don Quijote 10 mesi fa su tio
Mi chiedo se certe persone togliendo loro lo stipendio, farebbero gli stessi ragionamenti che fanno ora ... parassiti oltre che incapaci.
seo56 10 mesi fa su tio
Sarebbe ora!!!!!!!!!
lollo68 10 mesi fa su tio
Un lettore ha scritto che in alcune regioni italiane non si può abbassare la mascherina per fumare. Penso che un fumatore positivo può contagiare più facilmente una persona nelle vicinanze. Se ne hai uno che cammina davanti a te ti ritrovi a respirare il suo fumo!
Luca 68 10 mesi fa su tio
consiglio federale ridicolo, siamo il paese d'Europa messo peggio di tutti e si pensa solo a l'economia. possiamo dire quello che vogliamo ma la cosa è semplice per fermare il virus si devono fermare le persone, almeno fino che non c'è un vacino o una cura sicura. chi non vuole capire è perché non è stato toccato personalmente, quando muore qualcuno di caro si capisce meglio, ma dopo è tardi
Elly.boss 10 mesi fa su tio
Qui a Ginevra, siamo già chiusi da quasi un mese... ristoranti , bar, negozi, parrucchieri tutto! E i cantoni vicini a noi tutto aperto! E se La Svizzera intera chiudesse ora di nuovo tutto, noi di Ginevra staremmo in lockdown per 2 mesi... più che per la prima ondata! Ma che senso ha chiudere così a macchia di leopardo e continuare a far sì che la gente si sposti da un cantone all’altro continuando ad infettarsi? Queste misure : chiusure mascherine devo essere prese dal consiglio Federale e non dai singoli Cantoni... se no ne usciamo a Natale 2022!!!!
TheOsage 10 mesi fa su tio
Ma veramente c'è così tanta gente che va nei musei a infettare e infettarsi? Strano giuro che pensavo ci fosse più possibilità sul posto di lavoro e sui mezzi pubblici. Che illuso che sono.
Capra 10 mesi fa su tio
Ci vorrebbe un veggente!
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 min
Insegnante di musica e al contempo terapista sessuale, si può fare
Il tribunale amministrativo ha giudicato abusivo il licenziamento di un'insegnante della scuola dell'obbligo zurighese.
SVIZZERA
1 ora
Paesi a rischio, anche Albania e Serbia sulla lista nera
Dentro anche Armenia, Azerbaigian, Brunei e Giappone. Fuori invece l'Uruguay.
SVIZZERA
1 ora
Test gratuiti solo per chi attende la seconda dose
Questa è la proposta emersa dall'odierna seduta di Consiglio federale che verrà ora messa in consultazione.
SVIZZERA
1 ora
Coronavirus in Svizzera: altri 1'502 contagi e quindici decessi in ventiquattro ore
Per 59 persone si è reso necessario un ricovero. Nelle cure intense il 23,9% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
2 ore
Lotteria pro vaccino, 33enne premiata con diecimila franchi
Olivia, una 33enne zurighese, si è portata a casa una vincita di 10mila franchi.
SVIZZERA / CANTONE
2 ore
Donne incinte assalite dai dubbi: «Vaccino sì o no?»
Berna consiglia il vaccino a tutte le donne in dolce attesa a partire dalla dodicesima settimana di gravidanza.
ZURIGO
4 ore
Violento frontale, in gravi condizioni entrambi i conducenti
Per motivi ancora da chiarire, il giovane ha invaso la corsia opposta.
FOTO
BERNA
4 ore
Ad Aegerten è spuntata un'anfora di duemila anni
La scoperta risale alla scorsa primavera. Il contenitore era impiegato per il trasporto di olio d'oliva
ZURIGO
5 ore
Certificato Covid, qui anche per tagliarsi i capelli
«Lavoriamo talmente vicino al cliente che un'eccezione non ha senso», così il gerente del salone, Pedro Sanchez.
SVIZZERA
7 ore
Quarantena senza salario per i non vaccinati? «Sì, ma...»
In Germania il provvedimento scatterà il prossimo 1. novembre. Ecco cosa ne pensano i politici del nostro paese
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile