Lettore 20 Minuten
LUCERNA
12.11.20 - 08:320
Aggiornamento : 13:32

Una targa ticinese scritta a mano

È stata avvistata ieri mattina su un rimorchio di un camion che transitava sull'A2 nel canton Lucerna.

La Sezione della circolazione: «Prassi non conforme alla legge». Chi utilizza targhe contraffatte rischia fino a tre anni di prigione.

Fonte Daniela Gigor / 20 Minuten
elaborata da Adriano De Neri
Giornalista

LUCERNA - È una strana targa quella avvistata ieri mattina nei pressi di Emmen (LU). Una lettrice di 20 Minuten ha infatti notato (e fotografato) una targa ticinese «fai-da-te», scritta a mano, presente sul rimorchio di un camion che stava transitando sull'A2. Quella affissa sul Tir, sempre secondo quanto rilevato dalla donna, era invece originale.

La polizia cantonale di Lucerna - interrogata da 20 Minuten sulla vicenda - ha ammesso di non aver ricevuto segnalazioni a riguardo e di essere quindi all'oscuro di tutto. «È strano che questo fatto sia passato inosservato vista l'alta densità di controlli presente sull'asse autostradale nord-sud», precisa il portavoce Urs Wigger. «Se l'autista avesse perso la targa o se la stessa gli fosse stata rubata, avrebbe dovuto denunciarne immediatamente lo smarrimento all'ufficio della circolazione ticinese». 

Quello verificatosi nel canton Lucerna non è certamente il primo caso di targa contraffatta. Diversi episodi simili si sono verificati anche in Ticino. Tanto che su questa problematica si era espresso anche il direttore della Sezione della circolazione Aldo Barboni. «È una prassi non conforme alla legge», aveva precisato a Tio.ch / 20 minuti negli scorsi mesi, ricordando che chi utilizza targhe alterate o contraffatte può essere denunciato al Ministero pubblico ed è punibile con una pena detentiva fino a tre anni.

Lettore 20 Minuten
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
BRA_Zio 3 mesi fa su tio
Al giorno d'oggi si sa, una sola cosa è importante. Gli affari. Gli interessi. Anche nel covid è così. Altrimenti avrebbero creato posti letto. E personale. O le casse malati ci avrebbero aiutato. Con una mascherina per esempio. Invece niente. Anche questo con targhe false e altri, passano come se niente fosse, perché porta merce che fa arricchire. I soliti. Una volta non si passa a liscia. Ci vogliono veri controlli e... Sanzioni!!! Ah già ma metterlo in galera costa troppo.... E via....
OCP 3 mesi fa su tio
È un complotto!
TI.CH 3 mesi fa su tio
Può anche darsi che si sia scolorita e abbia ripassato i numeri per renderla leggibile
don lurio 3 mesi fa su tio
Mi scusi deve sapere che se uno perde la targa di un veicolo , deve denunciarla alla Polizia, di seguito può farla con le scritte su un cartone o placca e circolare momentaneamente fino ad un tempo raginevole.Sia Ben chiaro la targa deve essere decifrabile con tanto di sigla di nazionalità .Uno che circola con un TIR penso che sa tutto in regola di recarsi a far stampare una nuova targa . Giusto che si segnala alla Polizia ma BASTA COMMENTI .
Tato50 3 mesi fa su tio
Non so dove l'Ufficio Circolazione faccia stampare le targhe, ma qualcuno mi spiega perché il rosso dello stemma del Ticino, dopo due o tre anni scompare ? Se lo fanno per farci ristampare le targhe guardate che io userò l'indelebile di quel colore. Tutti i giorni ne vedo circolare almeno 4 o 5 che non sai se sono ticinesi, lucernesi o zurighesi ;-(
roma 3 mesi fa su tio
Ma con i controlli che fanno nelle aree di sosta possibile che non c'è nessuno che vede niente?
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Tutto pronto per l'ultimo atto della Questione giurassiana
A Moutier si andrà al voto il prossimo 28 marzo. La consigliera federale Keller-Sutter ha verificato il dispositivo
SVIZZERA
1 ora
Un ristorante su cinque ha già dovuto gettare la spugna
È un quadro «drammatico» quello tracciato da Gastrosuisse per il settore della ristorazione
SVIZZERA
2 ore
«Domani valuteremo nuovamente la situazione»
Alain Berset ha incontrato oggi i rappresentanti cantonali della sanità per fare il punto sulla pandemia in Svizzera.
BASILEA CITTA'
5 ore
Novartis collabora alla produzione di un nuovo vaccino
Il gruppo farmaceutico renano prevede di avviare la produzione di principi attivi nei prossimi mesi.
BERNA
6 ore
Dibattito urgente sul coronavirus il 17 marzo
Lo terrà il Consiglio nazionale. Saranno cinque gli interventi parlamentari riguardanti la pandemia in corso.
SVIZZERA
6 ore
In Svizzera 1'223 contagi e 9 morti in 24 ore
Restano stabili i numeri della pandemia, che sinora ha registrato 561'068 casi accertati
SVIZZERA
8 ore
Antenne 5G nel mirino dei ricattatori
Ignoti hanno incendiato un impianto di Swisscom, chiedendo agli operatori di versare milioni a favore dei bambini
SVIZZERA
8 ore
Massacrarono una donna a martellate: condanna confermata
Il Tribunale federale ha respinto i ricorsi inoltrati dagli autori del tentato assassinio avvenuto nel 2016 a Ginevra
SVIZZERA
9 ore
Che anno da record per le dogane
Boom di merci contraffatte e più sequestri di droga ai valichi. Chiusi valichi secondari e al via controlli sistematici
BERNA
9 ore
Brutto colpo per aeroporto di Berna, Flybair congela attività
Il primo esercizio dell'azienda si chiude con una perdita di 760'000 franchi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile