Archivio Tipress
SVIZZERA
10.11.20 - 12:000

Strade più sicure «con più zone 30»

È quanto chiede l'UPI in vista della revisione parziale del diritto in materia di circolazione stradale

BERNA - Secondo l'Ufficio prevenzione infortuni (UPI) bisogna semplificare le disposizioni per introdurre il limite 30 km/h e i corsi di aggiornamento devono essere obbligatori per chi commette infrazioni gravi. Il progetto di revisione parziale del diritto in materia di circolazione stradale, messo in consultazione dal Consiglio federale fino al 12 dicembre, contiene input importanti ma non contempla ad esempio questi «due strumenti importanti» che possono migliorare la sicurezza stradale, scrive l'UPI in un comunicato odierno.

Quasi due terzi di tutti gli incidenti gravi si verificano nell'abitato, ricorda l'UPI. Solo sui tratti in cui vige il limite di 50 km/h se ne contano ogni anno 1'900, di cui 80 mortali. La maggior parte delle vittime sono pedoni, motociclisti e ciclisti e la velocità gioca un ruolo fondamentale.

D'altro canto nella nota odierna si rileva che sono trascorsi otto anni da quando il Parlamento ne approvato l'introduzione in Svizzera dei corsi di aggiornamento obbligatori, ma finora l'esecutivo non ha posto in vigore questa misura. Secondo l'UPI sarebbe importante introdurla in tempi brevi. È infatti scientificamente documentato che, se soddisfano determinati criteri in termini di qualità, i corsi di aggiornamento obbligatori per chi ha commesso una grave infrazione riducono il tasso di recidiva.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
Certificati internazionali per i vaccinati, il plauso di HotellerieSuisse
L'associazione chiede che si prosegua con la politica dei test gratuiti
SVIZZERA
1 ora
Un documento falso per aggirare l'obbligo di certificato Covid
Al momento su Telegram c'è un florido mercato di attestati fasi. Ma chi viene scoperto, è punibile
SVIZZERA
2 ore
In piazza per la giustizia climatica anche in Svizzera
Migliaia di giovani hanno partecipato alle manifestazioni di Fridays For Future
ZUGO
3 ore
Rifiuti in fiamme a causa delle batterie ricaricabili
L'incendio si è verificato a bordo di un camion della spazzatura a Zugo
SVIZZERA
5 ore
Vaccinazione: 10 milioni di dosi, 7'571 casi con effetti collaterali
Swissmedic ribadisce che le notifiche sinora analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei preparati
SVIZZERA
5 ore
Test Covid: esito negativo per molti
Chi chiedeva tamponi gratuiti per tutti è rimasto deluso, ma anche chi li voleva a pagamento non è soddisfatto.
SVIZZERA
7 ore
Paesi a rischio, anche Albania e Serbia sulla lista nera
Dentro anche Armenia, Azerbaigian, Brunei e Giappone. Fuori invece l'Uruguay.
SVIZZERA
7 ore
Test gratuiti solo per chi attende la seconda dose
Questa è la proposta emersa dall'odierna seduta di Consiglio federale che verrà ora messa in consultazione.
SVIZZERA
7 ore
Coronavirus in Svizzera: altri 1'502 contagi e quindici decessi in ventiquattro ore
Per 59 persone si è reso necessario un ricovero. Nelle cure intense il 23,9% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
8 ore
Lotteria pro vaccino, 33enne premiata con diecimila franchi
Olivia, una 33enne zurighese, si è portata a casa una vincita di 10mila franchi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile