deposit/Keystone
SVIZZERA
05.11.20 - 00:140
Aggiornamento : 08:44

«Gli svizzeri devono poter accedere più facilmente alle armi»

Dopo l'attacco terroristico di Vienna, il consiglio di "fuggire, nascondersi e allertare" non è più sufficiente.

Alcuni politici si battono affinché gli svizzeri abbiano il diritto di avere con sé un'arma.

Fonte 20Minuten/Bettina Zanni
elaborata da Giorgio Doninelli
Giornalista

SONDAGGIO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

ZURIGO - L'attentato di lunedì sera a Vienna ha causato diversi morti e feriti gravi. Gli esperti non escludono attacchi come questi anche in Svizzera e i politici dell'area conservatrice chiedono ora che i cittadini svizzeri abbiano un accesso più facilitato alle armi.

«Ora c'è bisogno del porto d'armi in Svizzera», ha twittato Nicolas Rimoldi a poche ore dall'attacco. Le raccomandazioni dell'Ufficio federale di polizia (Fedpol) non sono più sufficienti, secondo Rimoldi, membro del Consiglio dell'Azione per una Svizzera indipendente e neutrale (Asni) e politico del PLR. In caso di attacco, la Fedpol consiglia: «fuggi, nasconditi, allerta». Ma secondo Rimoldi, i cittadini in Svizzera dovrebbero avere il diritto di portare un'arma, con condizioni chiare: ad esempio dopo aver eseguito un test di salute mentale e un test pratico.

In Svizzera, attualmente, viene richiesto un permesso speciale per portare un'arma in pubblico. Questo viene assegnato solo a specifiche condizioni, ad esempio al personale di sicurezza. Il consigliere nazionale vallesano dell'UDC Jean-Luc Addor si unisce a Rimoldi. Già nel 2017, il presidente di Pro Tell aveva chiesto attraverso un'iniziativa parlamentare che i cittadini potessero portare con loro un'arma, invano.

Addor non ha in programma un nuovo tentativo in Parlamento. Tuttavia, suppone, se un atto terroristico dovesse accadere in Svizzera, probabilmente anche i politici locali sarebbero pronti a discutere un allentamento delle restrizioni che riguardano le armi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Nuove misure anti-Covid: la soddisfazione di bar e club
Il Consiglio federale «ci ha ascoltati» si legge in un comunicato, che parla di «segnale importante» per il settore
SVIZZERA
3 ore
Ecco le nuove misure decise dal governo
Nuove restrizioni contro il Covid: è iniziata la conferenza stampa da Palazzo Federale. Segui la diretta
SVIZZERA
3 ore
I contagi in Svizzera rimangono sotto i 10mila
A livello nazionale il 75,03% della popolazione over 12 è completamente vaccinato
SVIZZERA/GERMANIA
3 ore
La Svizzera è nella black-list tedesca
La decisione di Berlino: quarantena di dieci giorni per i non vaccinati in arrivo dalla Confederazione
SVIZZERA
4 ore
Vaccinazione anti-Covid gratuita anche nel 2022, frontalieri compresi
Il Consiglio federale ha stabilito che le spese continueranno a essere assunte dall'assicurazione sanitaria obbligatoria
SVIZZERA
4 ore
L'obbligo di quarantena mette in ginocchio il turismo
L'appello del direttore dell'aeroporto di Zurigo: «Il Consiglio federale deve aggiustare rapidamente il tiro»
VALLESE
6 ore
Vuoi un vigneto in Vallese? Basta un franco
L'uva non è più redditizia e i coltivatori se ne disfano a prezzi simbolici
BASILEA
8 ore
Bus contro un muro, 9 feriti
La neve ieri pomeriggio a Basilea ha causato un grave incidente
SVIZZERA
19 ore
Cosa ci dirà questa volta Berset?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
GINEVRA
20 ore
Omicron nel campus, duemila in quarantena
Due contagi nella Scuola internazionale di Ginevra hanno fatto scattare massicce misure di contenimento
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile