Archivio Keystone
SVIZZERA
03.11.20 - 21:460
Aggiornamento : 04.11.20 - 09:39

Black Friday: uno svizzero su quattro non vuole rinunciare agli sconti

Un sondaggio mostra che 1/4 degli svizzeri si vuole recare nei centri commerciali per il popolare "Venerdì nero"

L'esperto lancia l'appello: «Quest'anno fate acquisti online»

Black Friday nel 2020

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Il 24% degli svizzeri vuole recarsi al centro commerciale per accaparrarsi il miglior affare durante il noto giorno degli sconti del "Black Friday", nonostante il pericolo coronavirus.

È ciò che emerge da un sondaggio effettuato dalla piattaforma DemoSCOPE su richiesta di Blackfridaydeals.ch, start-up che si occupa di tutto ciò che concerne il "Venerdì nero" in Svizzera.

Così, un cittadino elvetico su quattro ha dichiarato che il pericolo d'infezione non fermerà il proprio desiderio di fare acquisti durante la battaglia degli sconti prevista il prossimo 27 novembre. 

In ogni caso, la maggioranza dei partecipanti al sondaggio (62%) ha dal canto suo dichiarato di voler evitare la folla del Black Friday, e che perciò non si recherà a un centro commerciale. Il 12% è invece ancora indeciso. 

Differenze d'età - È la fascia d'età più giovane (dai 15 ai 34 anni) a essere quella meno preoccupata dal Covid-19 e più interessata allo shopping di fine novembre: qui la percentuale di chi si vorrà recare in un negozio o in un centro commerciale è del 28%.

D'altra parte, nella fascia che comprende le età dai 55 ai 74 anni, "solo" il 17% è disposto a correre il rischio per poter ottenere un grande affare.

Focolaio in arrivo? - Il Black Friday diventerà così un evento "Superspreader"? L'esperto di vendita al dettaglio Julian Zrotz di Blackfridaydeals.ch non ne è convinto.

Contrariamente a quanto avviene ad esempio negli Stati Uniti, infatti, lo shopping del Black Friday in Svizzera è piuttosto ordinato (a parte qualche raro incidente). 

Ciononostante, Zrotz consiglia di fare acquisti online: «Quest'anno consigliamo di fare i propri acquisti online in occasione del Black Friday» appella l'esperto. «In questo modo non bisogna rinunciare alla voglia di fare acquisti, ma in tutta sicurezza». I negozi si stanno perciò preparando a un carico più ampio di ordinazioni online rispetto agli anni precedenti.

Sconti, sconti, sconti - Secondo Zrotz, inoltre, quest'anno ci dovrebbero essere delle offerte ancor più allettanti del solito a causa della pandemia.

Questo perché gli acquisti durante l'anno si sono ridotti vista la necessità della popolazione di risparmiare e di stare a casa, e i magazzini dei venditori sono di conseguenza più pieni: serviranno sconti ancor più forti per sbaragliare la concorrenza e motivare i clienti ad acquistare.

D'altronde, in ambito sanitario, i centri commerciali sono preparati: c'è l'obbligo di portare la mascherina, il gel disinfettante, chiare indicazioni sulle distanze e ulteriori misure di protezione.

Infine, l'incidente che ha avuto luogo sabato 24 ottobre a Spreitenbach, e la conseguente pioggia di critiche e d'insulti che ne è perseguita, potrebbero aver insegnato qualcosa, sia ai clienti che ai negozi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ugo202230 10 mesi fa su tio
Ancora una volta si dimostra quanto vale Dio denaro. Questo “evento”, Black Friday, almeno per quest’anno è da cancellare. Ci sono delle regole di assembramento e devono essere rispettate da tutti.
gemelli 10 mesi fa su tio
A me pare il 12 % vuole recarsi nei centri commerciali e il resto ...evita la folla o lo fa online 44% e non interessa il 44% ...QUINDI REDAZIONE CAMBIATE TITOLO, FATE UN CALCOLO CHE SOLO 1 PERSONA SU 10 VANNO NEI CENTRI COMMERCIALI
francox 10 mesi fa su tio
E vabbè, se permettono una cosa del genere poi non vengano a parlare di responsabilità del singolo. Che schifo di governo, il mio patriottismo sta dondolando pericolosamente.
spank77 10 mesi fa su tio
@francox Basterebbe rimandarlo... Manco fosse una festa importante
Gus 10 mesi fa su tio
Se il Consiglio di Stato non proibisce questa giornata potrà essere dichiarato correo di omicidio?
Duca72 10 mesi fa su tio
Queste sono proprio le situazioni che il governo dovrebbe prevedere e bloccare !
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Violento frontale, in gravi condizioni entrambi i conducenti
Per motivi ancora da chiarire, il giovane ha invaso la corsia opposta.
FOTO
BERNA
1 ora
Ad Aegerten è spuntata un'anfora di duemila anni
La scoperta risale alla scorsa primavera. Il contenitore era impiegato per il trasporto di olio d'oliva
ZURIGO
1 ora
Certificato Covid, qui anche per tagliarsi i capelli
«Lavoriamo talmente vicino al cliente che un'eccezione non ha senso», così il gerente del salone, Pedro Sanchez.
SVIZZERA
3 ore
Quarantena senza salario per i non vaccinati? «Sì, ma...»
In Germania il provvedimento scatterà il prossimo 1. novembre. Ecco cosa ne pensano i politici del nostro paese
BERNA
4 ore
Come Mitholz si prepara a dire addio all'ex deposito di munizioni
Chi abita nelle vicinanze dell'impianto dovrà trasferirsi in un luogo sicuro
SONDAGGIO TAMEDIA
6 ore
Tutti alle urne: come avete votato?
Domenica saremo chiamati a esprimerci sul Matrimonio per tutti e sull'Iniziativa 99%. Partecipate al nostro sondaggio
FOTO
LUCERNA
14 ore
Niente manifestazione a Willisau
60 persone sono state controllate dalla polizia e poi allontanate
BERNA
15 ore
Gli scettici sui vaccini pubblicano file non censurati dei pazienti
In particolare, su Telegram, è comparsa la cartella clinica di una donna finita in ospedale dopo il vaccino.
FOTO
GINEVRA
16 ore
Manifestazione in semi lockdown: assoluzione quasi generale
La corte ha stabilito che la polizia avrebbe dovuto agire con più moderazione
BERNA
17 ore
Barricate, proiettili di gomma e idranti nel cuore di Berna
Transenne e molti agenti oggi su Piazza federale per scongiurare lo svolgimento di nuove proteste anti-covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile