Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
+7
BERNA
31.10.20 - 16:290
Aggiornamento : 17:59

Niente applausi, con la seconda ondata il personale scende in piazza

Gli operatori sanitari chiedono un aumento salariale, un "premio corona" e più diritti sul lavoro e protezione

BERNA - Un migliaio di lavoratori del settore sanitario ha dimostrato nel pomeriggio a Berna per chiedere migliori condizioni di lavoro.

La dimostrazione odierna, organizzata dall'"Alleanza per la salute" che riunisce sindacati e associazioni professionali, è stata la conclusione della settimana d'azione nazionale di protesta del personale della sanità.

Gli operatori sanitari chiedono un aumento salariale e un "premio corona" equivalente a un mese di stipendio, oltre a più diritti sul lavoro, più partecipazione e una migliore protezione grazie ai contratti collettivi di lavoro.

Durante la manifestazione l'obbligo di indossare la mascherina e la regola della distanza sono stati rigorosamente osservati.

«Durante la prima ondata di Covid-19, in primavera, eravamo spesso in servizio 24 ore su 24», ha spiegato l'operatrice sanitaria Silvia Dragoi. «Per poter fornire una buona assistenza, ci sottoponiamo regolarmente a un'ulteriore formazione». Sono però necessarie altre misure di sostegno da parte del governo federale.

Laurentina Vais, esperta di salute, ha criticato la mancanza di riconoscimento per le persone che danno molto fisicamente ed emotivamente, sette giorni su sette. Questa lacuna porta alla delusione, all'abbandono della professione e all'esaurimento.

Costantemente pressati dal tempo, non è possibile fornire ai pazienti le cure di cui hanno bisogno, ha detto l'infermiera Liridona Dizdari-Berisha. L'esaurimento emotivo è uno dei motivi per cui quasi la metà del personale infermieristico lascia la professione durante la vita lavorativa.

"Che ne dite di applaudire i militari e di mettere i 18 miliardi di franchi nell'assistenza infermieristica", si leggeva su uno degli striscioni. Mentre un altro chiedeva "la fine dei risparmi a spese degli infermieri e dei pazienti".

La polizia ha dovuto intervenire per tenere a bada i "corona-scettici" che han tentato di disturbare la manifestazione autorizzata. Un centinaio di contrari alle misure di protezione si erano riuniti sulla Piazza federale poco dopo mezzogiorno per un raduno non autorizzato. Hanno ignorato l'obbligo di indossare le mascherine, così come la richiesta della polizia di far posto alla manifestazione autorizzata. Sono quindi stati spinti verso i margini della piazza.

L'Alleanza riunisce il Sindacato dei servizi pubblici (VPOD-SSP), l'Associazione svizzera degli infermieri (ASI) e il sindacato Syna. Altre organizzazioni, come la Federazione svizzera delle ostetriche (FSSF) e il sindacato Unia, hanno aderito alla mobilitazione.

keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
45 min
Il numero dei trapianti è tornato a quello pre-pandemia
Malgrado lo stress Covid il numero di donatori è aumentato, ma per chi aspetta un organo la situazione resta tesa
SVIZZERA
2 ore
L'acqua di rubinetto che diventa “termale” (e poco ecologica)
Un'inchiesta di Saldo fa luce sui consumi delle strutture wellness per scaldare l'acqua delle piscine
ZURIGO
9 ore
Fuga dalla pandemia, Tina Turner compra un "villaggio"
Una tenuta con dieci edifici e una villa sul lago di Zurigo. La star si è regalata un buen retiro da 70 milioni
SVIZZERA
9 ore
Gli aiuti per Skyguide potrebbero non bastare
Le perdite legate al crollo del traffico aereo sono stimate in 280 milioni di franchi per il 2020 e il 2021
BERNA
11 ore
Quello studio medico corona-scettico che non fa vaccinazioni
I responsabili della struttura di Langenthal non credono né all'efficacia, né alla sicurezza dei preparati disponibili.
BERNA
15 ore
A 203 chilometri all'ora sui 120
Pizzicato sulla A1 in territorio di Gurbrü (BE): si trattava di un diciassettenne con licenza per allievo conducente
ZURIGO
15 ore
Vaccini: «Effetti collaterali rari e non sempre segnalati»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
15 ore
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
16 ore
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
SAN GALLO
17 ore
Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram
La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile