keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
+7
BERNA
31.10.20 - 16:290
Aggiornamento : 17:59

Niente applausi, con la seconda ondata il personale scende in piazza

Gli operatori sanitari chiedono un aumento salariale, un "premio corona" e più diritti sul lavoro e protezione

BERNA - Un migliaio di lavoratori del settore sanitario ha dimostrato nel pomeriggio a Berna per chiedere migliori condizioni di lavoro.

La dimostrazione odierna, organizzata dall'"Alleanza per la salute" che riunisce sindacati e associazioni professionali, è stata la conclusione della settimana d'azione nazionale di protesta del personale della sanità.

Gli operatori sanitari chiedono un aumento salariale e un "premio corona" equivalente a un mese di stipendio, oltre a più diritti sul lavoro, più partecipazione e una migliore protezione grazie ai contratti collettivi di lavoro.

Durante la manifestazione l'obbligo di indossare la mascherina e la regola della distanza sono stati rigorosamente osservati.

«Durante la prima ondata di Covid-19, in primavera, eravamo spesso in servizio 24 ore su 24», ha spiegato l'operatrice sanitaria Silvia Dragoi. «Per poter fornire una buona assistenza, ci sottoponiamo regolarmente a un'ulteriore formazione». Sono però necessarie altre misure di sostegno da parte del governo federale.

Laurentina Vais, esperta di salute, ha criticato la mancanza di riconoscimento per le persone che danno molto fisicamente ed emotivamente, sette giorni su sette. Questa lacuna porta alla delusione, all'abbandono della professione e all'esaurimento.

Costantemente pressati dal tempo, non è possibile fornire ai pazienti le cure di cui hanno bisogno, ha detto l'infermiera Liridona Dizdari-Berisha. L'esaurimento emotivo è uno dei motivi per cui quasi la metà del personale infermieristico lascia la professione durante la vita lavorativa.

"Che ne dite di applaudire i militari e di mettere i 18 miliardi di franchi nell'assistenza infermieristica", si leggeva su uno degli striscioni. Mentre un altro chiedeva "la fine dei risparmi a spese degli infermieri e dei pazienti".

La polizia ha dovuto intervenire per tenere a bada i "corona-scettici" che han tentato di disturbare la manifestazione autorizzata. Un centinaio di contrari alle misure di protezione si erano riuniti sulla Piazza federale poco dopo mezzogiorno per un raduno non autorizzato. Hanno ignorato l'obbligo di indossare le mascherine, così come la richiesta della polizia di far posto alla manifestazione autorizzata. Sono quindi stati spinti verso i margini della piazza.

L'Alleanza riunisce il Sindacato dei servizi pubblici (VPOD-SSP), l'Associazione svizzera degli infermieri (ASI) e il sindacato Syna. Altre organizzazioni, come la Federazione svizzera delle ostetriche (FSSF) e il sindacato Unia, hanno aderito alla mobilitazione.

keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Il Badrutt's Palace chiude (non si sa per quanto)
Il famoso hotel accusa il calo di visitatori e un focolaio di Covid. A casa 440 dipendenti
ARGOVIA
1 ora
Macabra scoperta sulle rive della Limmat
A Würenlos è stato rinvenuto un cadavere, al momento senza identità.
ITALIA / SVIZZERA
2 ore
Un ex manager di UBS per Unicredit?
Il nome di Andrea Orcel ha fatto salire le quotazioni del titolo alla borsa di Milano
SVIZZERA
2 ore
Col telelavoro, la mobilità è crollata
La costante diminuzione degli spostamenti è stata registrata a partire dallo scorso ottobre
GINEVRA 
4 ore
Oms: finita la quarantena gli esperti inizieranno i lavori a Wuhan
«Tra poco cambieremo scenario... se tutto va bene», ha scritto su Twitter una scienziata della squadra.
SVIZZERA
4 ore
Picnic su treni e bus, si valutano regole (e multe)
L'UFSP è in contatto con FFS e AutoPostale per trovare soluzioni a una questione che suscita malumori.
SVIZZERA
5 ore
«È inevitabile: il virus mutato sarà presto quello principale»
Così Martin Ackermann, che ha parlato nell'ambito del consueto punto informativo sulla pandemia
SVIZZERA
5 ore
Meno di 2'000 contagi in 24 ore: sono 1'884
Era da inizio ottobre (weekend e festivi esclusi) che non si registravano così pochi casi in un giorno.
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
In Svizzera quasi 200'000 persone vaccinate
Nel nostro cantone le dosi sono state sinora somministrate a 11'815 persone
SVIZZERA
8 ore
Il turismo contro il divieto: «Sarebbe dannoso»
L'industria svizzera del turismo è preoccupata di un'eventuale approvazione dell'iniziativa il prossimo 7 marzo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile