TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
28.10.20 - 10:110
Aggiornamento : 11:39

Paura del contagio e stop agli acquisti: è "lockdown volontario"

Sempre meno persone in negozi e ristoranti. Si compra cibo, soprattutto pasta e riso. Non manca la carta igienica

ZURIGO - Gli svizzeri anticipano un secondo confinamento e i consumi stanno crollando: ristoranti e negozi sono aperti, ma la gente si tiene lontana e solo i supermercati girano a pieno regime, afferma il Tages-Anzeiger sulla base di diversi indicatori.

A causa del diffondersi del telelavoro sempre meno persone si spostano e fanno acquisti, spiega il quotidiano riferendo i dati di comportamento rilevati in tempo reale dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico federale di Zurigo (KOF). Lo stesso fenomeno era stato osservato anche prima del semiconfinamento: il Consiglio federale aveva annunciato la chiusura di scuole, negozi e ritrovi pubblici a metà marzo, ma già a partire dall'inizio del mese la popolazione aveva avuto tendenza a rimanere a casa. Il livello d'attività rilevato adesso dal KOF - che considera vari fattori - è equivalente proprio a quello di inizio marzo.

Dati dell'università di San Gallo - sempre riportati dal Tages-Anzeiger - mostrano che in questo periodo i pagamenti con carte di debito sono scesi del 18% su base annua nel comparto divertimenti, nonostante si tenda in questo periodo a pagare maggiormente con mezzi non cartacei rispetto al 2019. Per quanto riguarda il segmento alberghiero si è passati a un volume di 86 milioni di franchi di transazioni con carte di debito la settimana scorsa, contro 96 milioni dei sette giorni precedenti.

I grandi distributori continuano invece a fare buoni affari. Un portavoce di Migros ha indicato alla testata zurighese che nell'insieme le vendite sono superiori a quelle dell'anno scorso. Particolarmente ricercati sono al momento fra l'altro riso e pasta. Anche la richiesta di carta igienica - considerata un indicatore di paura, all'inizio della pandemia - è aumentata, ma non è esplosa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
E se il 12 settembre diventasse festa nazionale?
Non solo il Primo d'agosto. In Svizzera bisognerebbe introdurre un nuovo giorno festivo. La proposta al governo
FOTO
ZURIGO
5 ore
Pompieri in azione a Zurigo
Intervento in Langstrasse per un incendio sviluppatosi in una cantina
SVIZZERA
5 ore
I dipendenti Swiss non vaccinati saranno lasciati a casa
Gli equipaggi dovranno essere vaccinati. Agli indecisi sarà concesso un periodo di riflessione di sei mesi
SVIZZERA
7 ore
La tappa svizzera del “treno europeo”
Si tratta dell'iniziativa “Connecting Europe Express” volto a promuovere la ferrovia nel continente
SVIZZERA
7 ore
Nessuno dovrebbe avere più di cento milioni di franchi in banca
Dopo la sconfitta dell'Iniziativa 99%, la Gioventù socialista si prepara a lanciare una nuova iniziativa
SVIZZERA
8 ore
Collegialità violata, il Governo opta per il "no comment"
Il presidente Guy Parmelin non ha preso posizione sulle asserzioni del suo collega (anche di partito) Ueli Maurer.
SVIZZERA
9 ore
Strage di Zugo, un minuto di silenzio
Era il 27 settembre di 20 anni fa. Un forsennato armato di un fucile d'assalto uccise 14 politici cantonali
SVIZZERA / FRANCIA
10 ore
Giudice malato, verdetto UBS posticipato
Continua a tenere banco il contenzioso fiscale tra la grande banca elvetica e la Francia.
SVIZZERA
11 ore
Fuoco incrociato su Berset e Maurer
Sarà un'ora delle domande infuocata quella di questo pomeriggio sotto la cupola di Palazzo federale.
SVIZZERA
11 ore
Nel weekend 3096 contagi in Svizzera
Sono 11 i decessi registrati dall'UFSP. Altre 49 persone sono state ricoverate
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile