Depositphotos (andron19821982)
SVIZZERA
27.10.20 - 08:020

Le palestre in ansia: «Non siamo focolai»

Il settore è in tensione in attesa delle nuove misure e la Federazione svizzera dei centri fitness ha scritto a Berna

Nei cantoni di Berna, Vallese, Giura e Neuchâtel, le palestre sono già state chiuse negli scorsi giorni.

BERNA - C'è grande attesa per mercoledì, il giorno in cui il Consiglio federale comunicherà quali sono le nuove misure decise - dopo la consultazione con i Cantoni degli scorsi giorni - che entreranno in vigore per frenare la corsa del coronavirus. L'idea di un possibile "slowdown", come è stato definito di recente, o di coprifuochi e limitazioni spaventa diversi settori, fra i quali anche quello dei centri fitness.

Nei cantoni di Berna, Vallese, Giura e Neuchâtel, le palestre hanno infatti già dovuto riporre i bilancieri e chiudere, in attesa che la situazione migliori. Succederà lo stesso anche a livello nazionale? Per la Federazione svizzera dei centri fitness e di salute (SFGV) - che ha scritto al Consiglio federale- sarebbe un errore «fatale».

«Per molti centri, un'altra chiusura sarebbe di fatto un colpo mortale», ha detto il vicepresidente della federazione, Roland Steiner, spiegando che l'industria ha già subito un duro colpo quest'anno.

Dopo la riapertura, molti clienti - anche per paura - non hanno voluto rinnovare la propria iscrizione. Inoltre, nella missiva viene sottolineato come i centri fitness professionali non siano attività ricreative ma «al contrario, offrono un importante contributo alla salute pubblica».

Il fattore su cui però la federazione punta maggiormente è relativo al concetto di protezione in vigore nelle strutture stesse, sviluppato sulla base delle specifiche definite dall'Ufficio federale della sanità pubblica. La speranza, ha detto Steiner, è che a Berna «capiscano che i centri fitness non sono focolai e non contribuiscono alla diffusione del virus».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mirella Calanchini 1 mese fa su fb
Dico una cosa in merito alla decisione di domani .. spero sii una decisone o bianco o nero e non del tipo state aperti però con vi aumentiamo le limitazioni.. , che sarebbe peggio di un lockdown . Se stiamo aperti dobbiamo lavorare coprire i costi ecc.. altrimenti meglio chiusi .
Loris Zanchetta 1 mese fa su fb
SAREBBE VERGOGNOSO SE CHIUDONO PALESTRE E CENTRI ESTETICI DOPO CHE HANNO FATTO TUTTO PER ADEGUARSI ALLE RESTRIZIONI COVID
Marzia Riva 1 mese fa su fb
Nella mia mini palestra max 4/6 persone x mini gruppo, disinfettante alla mano, plexiglass tra gli attrezzi cardio e sanificatore..e naturalmente personale con mascherina.. Oltre a mini gruppi outdoor... Sono i mezzi pubblici nelle ore di punta i più pericolosi..
Roberto Oliboni 1 mese fa su fb
Ma va!! 😏😏
Cristina Salvadè 1 mese fa su fb
Basta non andarci e limitare al necessario vitale gli spostamenti
Ania Righini 1 mese fa su fb
Lore Cencig focolaio boy!
Antonio Leone 1 mese fa su fb
Anche xchè uno che non sta bene dubito che vada in palestra... e che non mi vengano a parlare degli asintomatici che contagiano!!!
Andrea Nese 1 mese fa su fb
I veri focolai sono i bar per gli aperitivi ( soprattutto quelli dove vanno i giovani) i trasporti pubblici in ora di punta i mercati ecc ! Le palestre assolutamente No
Guya Elia Riccardi 1 mese fa su fb
Anche nella mia palestra numero ristretto di persone, ognuno ha la sua postazione e alla fine di ogni allenamento si disinfetta tutto. I trainer con la mascherina. Esercizi cardio tutto a corpo libero, solo attrezzi e pesi che si possono disinfettare.. più di così..
seo56 1 mese fa su tio
Chiudere!!!!
Raskolnikov Kadhaf 1 mese fa su fb
Nelle palestre nessuno non fa rispettare la minima misura di prevenzione (parlo dei gerenti, personal trainers, etc.), non si disinfettano gli attrezzi, se non sporadicamente da pochi utenti responsabili; si fanno corsi di gruppo in non so quanti, appiccicati in piccole salette, a respirarsi adosso a pieni polmoni. E gli attrezzi cardio, bici, tapis roulant sarebbero stati da escludere o isolare: quanto aerosol espelle qualcuno facendo cardio intensivamente dentro?! Se per le macchine dei pesi diventa piú laborioso allenarsi fuori in natura, per gli attrezzi cardio non c'e il minimo senso (In piú in ticino che fa sempre bello). Sono stati dei menefregisti in primo tempo e adesso diventano lamentatori.
Michael Mike Stöpfer 1 mese fa su fb
Evidentemente non frequenti una palestra ma un porcile...per la mia esperienza constatavo e constato l’esatto contrario.
Rino Matter 1 mese fa su fb
Michael Mike Stöpfer il porcifit 😂
Antonello Atzeni 1 mese fa su fb
Michael Mike Stöpfer infatti
Michael Mike Stöpfer 1 mese fa su fb
La palestra che frequentavo, ed il box che frequento mette a disposizione disinfettante e distanziamento, questo prima del COVID...poi evidentemente vi sono “palestre” che paghi 300.- annui e non hanno nemmeno uno straccio per pulire...gettando a terra anche chi opera in modo intelligente e sano!
Andrea Nese 1 mese fa su fb
Raskolnikov Kadhaf forse vai in una palestra privata o porcile dove pensano solo a fare abbonamenti per fare soldi! Dove vado io Actif Fitness tutti disinfettano prima e dopo se non lo fai il personale ti obbliga a farlo
Paolo Dressi 1 mese fa su fb
Raskolnikov Kadhaf aprendo il tuo profilo è palese che non vai in palestra, magari ci passi via da lontano.... PF non parlare di argomenti che non conosci. Grazie
Raskolnikov Kadhaf 1 mese fa su fb
Paolo Dressi l'ipertrofia ti ha reso esperto in questioni sanitarie ovviamente, scusami di aver pronunciato dubbi (che sono un profondo blasfema) verso il funzionamento delle palestre in periodo di pandemia, mea culpa
Paolo Dressi 1 mese fa su fb
Raskolnikov Kadhaf Raskolnikov Kadhaf direi che l'ipertrofia mi ha reso un frequentatore di più palestre, per cui sostengo che la tua sentenza generale non ha nessun fondamento. Visto che spari a 0 sull'igene delle palestre, illuminaci e facci sapere di quale stai parlando, valgono solo quelle sul suolo elvetico però 😉
Raskolnikov Kadhaf 1 mese fa su fb
Porcifit, segui un po, e stata menzionata prima. (Ps: te lo dico ma rimane tra di noi, sei il mio obbiettivo quando vado in palestra, la mia motivazione e inspirazione, #myhero )
Antonello Atzeni 1 mese fa su fb
Michael Mike Stöpfer questo è un tuo amico e ammiratore. Lo sapevo già
Sladjan Rakic 1 mese fa su fb
Raskolnikov Kadhaf non è vero ACTIV disinfetta pure le chiavi del armadietto . Rispettano in pieno
lollo68 1 mese fa su tio
Finché i frequentatori delle palestre non riempiono i posti nelle cure intensive all'ospedale permetterei che continuino a fare sport. Se diventiamo tutti sedentari e isolati moriremo per altro.
joe69 1 mese fa su tio
Dire che i centri fitness nn contribuiscano alla diffusione del covid19 e nn potrebbero essere dei focolai, mi sembra una falsa"certezza", una forzatura. Promiscuità, sudore, cambio continuo di attrezzi con conseguente contatto, ecc... , tutto quello che serve ai virus per proliferare, e dubito fortemente che tutti gli avventori seguano le norme alla lettera ( distanziamento, disinfezione delle mani prima e dopo l'uso dell'attrezzo, disinfezione dell'attrezzo ogni 3 per 2, ecc... ), senza contare che per fare pesi o fitness, la mascherina nn la puoi indossare. Certo, dispiace per gli operatori del settore, la confederazione dovrebbe farsi carico delle spese conseguenti alla temporanea chiusura, quello si.
francox 1 mese fa su tio
"...i centri fitness non contribuiscono alla diffusione del virus". Ma siete sicuri che siamo tutti tonti?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
La Svizzera avrà il vaccino all'inizio del 2021, ma sarà per tutti?
Le risposte ai principali interrogativi sui prodotti che promettono di sconfiggere il coronavirus
SONDAGGIO
SVIZZERA
8 ore
Telelavoro obbligatorio? Gli imprenditori non ci stanno
Venerdì il Consiglio federale dovrebbe annunciare una stretta sui provvedimenti anti-coronavirus
SOLETTA
10 ore
«Forse l'aggressione poteva essere evitata»
Domenica un uomo ha ferito con un coltello una 14enne in un bosco situato alle porte di Olten.
SVIZZERA
15 ore
«Nessuna limitazione per le stazioni sciistiche»
Un gruppo di parlamentari di destra chiede di non limitare le capacità dei comprensori a livello federale.
SVIZZERA
18 ore
Nuove tendenze dell'auto: una venduta su tre è un'ibrida o un'elettrica
In Svizzera non era mai successo prima, il 62% degli svizzeri non esclude di comprarne una prima o poi
GINEVRA
19 ore
Uber, batosta ginevrina
Respinto il ricorso contro una decisione del Canton Ginevra. Gli autisti sono «da considerare dipendenti»
SVIZZERA
19 ore
Epfl: le studentesse denunciano aggressioni e sessismo
Una ventina di denunce raccolte dal movimento Polyquity. Il Politecnico federale: «Le prendiamo sul serio»
SVIZZERA
20 ore
Definitivamente affossata la Legge sulle pigioni commerciali
Il Consiglio degli Stati ha deciso per la non entrata in materia dopo che il Nazionale aveva già bocciato la Legge.
SVIZZERA
20 ore
5G: Swisscom preme per accelerare i tempi
Il responsabile finanze: «Siamo fiduciosi che nel primo trimestre del 2021 il Datec darà istruzioni ai Cantoni».
SVIZZERA
21 ore
“Come stai vivendo la pandemia?” Agli svizzeri piace condividere
Sono più di 460 i contributi caricati su corona-memory.ch. «Una testimonianza per la storia della Svizzera»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile