Keystone
Guy Parmelin
SVIZZERA
22.10.20 - 18:150
Aggiornamento : 23.10.20 - 08:07

«Un secondo lockdown va evitato a ogni costo»

È l'indicazione emersa dalla tavola rotonda promossa dal Dipartimento federale dell'economia

Dall'incontro coi rappresentanti dell'economia, dei sindacati e dei Cantoni è emersa anche la necessità di introdurre al più presto test rapidi

BERNA - «Un secondo lockdown va evitato a ogni costo». È l’indicazione più importante emersa dalla tavola rotonda convocata oggi dal consigliere federale Guy Parmelin per fare il punto sul «crollo di dimensioni storiche» subito dall’economia elvetica a causa del Covid-19. Le stime più recenti parlano di una flessione del PIL in Svizzera del 3,8 per cento dovuta alla pandemia.  All’incontro, svoltosi in teleconferenza, hanno partecipato i rappresentanti del mondo economico, delle parti sociali e dei Cantoni.

I quattro punti - Al termine delle discussioni è stato emesso un comunicato che riassume i seguenti punti condivisi: - un secondo lockdown va evitato a ogni costo. Prima di un tale scenario devono essere state adottate tutte le altre misure; - I piani di protezione vanno rispettati rigorosamente; - È necessario introdurre al più presto i test rapidi; - Le misure che vietano gli assembramenti di persone in luoghi pubblici e privati vanno adottate soltanto in caso di assoluto bisogno.

I contagi preoccupano - Il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca prende atto di quanto emerso dalla tavola rotonda. «L’elevato numero dei contagi è preoccupante anche dal punto di vista economico. Occorre pertanto - sottolinea il DEFR - fare tutto il possibile per riportare la situazione sanitaria sotto controllo». In questo contesto è molto importante – come raccomandato dalla task force scientifica – evitare a tutti i costi un secondo lockdown nazionale.

La doppia protezione - «Proteggere gli interessi sia della popolazione sia dell’economia - continua il Dipartimento federale dell'economia - non è un controsenso: i costi economici rimangono relativamente bassi se la diffusione del virus viene frenata il più presto possibile. È soltanto così che si possono evitare misure più restrittive e più costose». Per raggiungere questo obiettivo la Confederazione, i Cantoni e gli ambienti economici, è la conclusione, «devono unire le forze e provvedere al rigoroso rispetto delle regole fondamentali anti-pandemia: distanziamento sociale, disinfezione delle mani e osservanza dei piani di protezione». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
9 ore
«Non posso lasciare morire mio figlio»
Danyar ha una rara malattia ereditaria. I medici gli hanno dato tre anni di vita. Ma c'è una possibilità di salvezza.
SVIZZERA
10 ore
La "puntura svizzera" ci guarirà dal Covid?
Il trattamento made in Switzerland finanziato da Novartis: al via la fase di test clinici
VALLESE
14 ore
Incidente aereo: «È stato impressionante»
Tragedia sfiorata oggi pomeriggio in Vallese. E le foto sono a dir poco suggestive
SVIZZERA
15 ore
Il virus rende difficili le vacanze invernali
Il settore turistico elvetico è confrontata con un calo delle prenotazioni: -19% a Natale e -18% a febbraio
SVIZZERA / MONDO
15 ore
Ne uccide di più la sigaretta che il virus
Lo rivela la Lega Polmonare Ticinese nel mese della prevenzione e della promozione della salute polmonare.
ZURIGO
16 ore
Incriminato per un delitto di 23 anni fa
Già in prigione per una brutale rapina, l'uomo dovrà rispondere dell'uccisione di una 87enne a Küsnacht.
FRIBURGO
16 ore
«I residenti sono sempre più depressi e si lasciano morire»
Il grido d'allarme è stato lanciato dalle EMS del canton Friburgo.
ZURIGO
17 ore
A incendiare la chiesa è stato un 15enne
Il minore è stato arrestato. Danni per decine di migliaia di franchi
SVIZZERA
17 ore
Berset ricattato, inchiesta sull'Mpc
L'autorità di vigilanza vuole capire se la Procura federale ha agito correttamente
SVIZZERA
18 ore
Il Covid-19 rallenta pure l'HIV
Con la chiusura di club e bar, ad esempio, le persone hanno avuto meno possibilità di incontrarsi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile