Keystone
SVIZZERA / UNIONE EUROPEA
20.10.20 - 11:410

Rendita per vedovo: «La Svizzera lede i diritti dell'uomo»

A dirlo è l'omonima Corte di Strasburgo. La Confederazione discrimina uomini e donne in modo inaccettabile.

STRASBURGO - La Corte europea dei diritti dell'uomo (Corte EDU) ha accolto il ricorso di un uomo, domiciliato in Svizzera, a cui la rendita per vedovo è stata revocata quando la figlia più giovane ha raggiunto la maggiore età. In questi casi, la Confederazione fa una discriminazione inaccettabile tra uomini e donne, hanno stabilito i giudici di Strasburgo.

Dopo la morte della moglie, l'uomo ha cresciuto i due figli da solo e ha ricevuto una rendita per la vedovanza. Tale pensione non sarebbe stata annullata se il vedovo fosse stato una donna. Il diritto limitato alla rendita per vedovo si basa sul concetto che il marito paga per le spese di sostentamento della moglie.

Questa visione non corrisponde più alla situazione attuale, ha determinato la Corte EDU. La Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (CEDU) è uno «strumento vivente» con il quale le circostanze devono essere valutate nella prospettiva attuale, ha precisato il tribunale.

Nel maggio 2012, il Tribunale federale (TF) ha respinto il ricorso dell'interessato sostenendo che il legislatore aveva esplicitamente operato una distinzione specifica di genere nella Legge federale sull'assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS) che non si basava su differenze biologiche o di altro tipo.

Nel disciplinare le rendite per i vedovi, le Camere federali avevano deliberatamente adottato una disposizione contraria al principio di uguaglianza e, quindi, alla Costituzione federale, avevano stabilito i giudici supremi di Losanna.

Nella sua decisione il TF aveva però fatto riferimento anche al messaggio del Consiglio federale relativo all'undicesima revisione dell'AVS, poi respinta. Il Governo vi aveva sostenuto che il diritto sulla rendita per vedovo, secondo cui la prestazione scade quando il figlio più giovane raggiunge la maggiore età, fosse contraria al principio della parità di trattamento tra donne e uomini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
4 ore
A 239 km/h sui 120: rischia almeno un anno di carcere
Si tratta di un ventenne che la polizia ha fermato sabato in Vallese, lungo l'autostrada A9
SVIZZERA / UNIVERSO
4 ore
Sarà un robot svizzero a ripulire lo spazio
I detriti presenti sull'orbita terrestre saranno ripuliti da un robot realizzato dal Politecnico federale di Losanna
ZURIGO
6 ore
Credit Suisse: arriva il banchiere con il burnout
Sarà il nuovo presidente del Cda. Il suo "esaurimento" l'ha portato a rivalutare la salute mentale dei dipendenti.
SVIZZERA
8 ore
«Non vogliamo vaccinare i bambini per ora»
Il punto da Berna con la responsabile delle malattie infettive Virginie Masserey e il capo-farmacista dell'Esercito
GRIGIONI
9 ore
«Meglio la gente sulle piste, che in paese»
Il governo grigionese non vuole sentir parlare di chiusura degli impianti. «Così i turisti si riverseranno nei centri»
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
9 ore
Terribile schianto in galleria: morta una 55enne
L'incidente è avvenuto questa mattina nel tunnel di Eggflue sull'A18 in territorio di Grellingen.
SVIZZERA
10 ore
Quando si sceglie il partner i soldi non contano... ma dopo sì
Secondo un sondaggio della Banca Cler, quando un rapporto si consolida aumenta anche l'importanza del denaro
SVIZZERA
10 ore
Violi le norme Covid? Multe fino a 300 franchi
Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale che sta esaminando le modifiche alla Legge Covid-19
SVIZZERA
10 ore
Covid, in Svizzera altri 3'802 casi e 107 decessi
Il 19,2% dei test effettuati nelle ultime ventiquattro ore sono risultati positivi
FOTO
SVIZZERA
10 ore
Decine di incidenti nelle prime ore del mattino
Con dicembre arriva la neve. E con essa i primi disagi sulle strade.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile