Immobili
Veicoli
Deposit
SVIZZERA
14.10.20 - 14:000

Una nuova rete nazionale contro la tratta di esseri umani

«Nonostante i progressi effettuati, le vittime non sempre ricevono il sostegno e la protezione che necessitano»

BERNA - In occasione della Giornata europea contro la tratta di esseri umani, prevista il prossimo 18 ottobre, quattro organizzazioni hanno lanciato una nuova rete nazionale anti-tratta.

I membri fondatori della Piattaforma svizzera contro la tratta di esseri umani sono il servizio specializzato in materia di tratta e migrazione delle donne (FIZ), l'Associazione a Sostegno delle vittime di Tratta e Sfruttamento (ASTRÉE), il Centre Social Protestant (CSP) Geneva e l'Antenna MayDay Ticino.

Le ONG sostengono le vittime della tratta di esseri umani e pongono di conseguenza la protezione e i diritti delle vittime al centro del loro impegno.

«Nonostante i progressi effettuati, le vittime non sempre ricevono il sostegno e la protezione che necessitano» sostengono le organizzazioni, che denunciano anche «la difficoltà a far valere i propri diritti».

La nuova piattaforma invita così la Confederazione e i Cantoni ad adottare delle misure per proteggere meglio le vittime della tratta di esseri umani in Svizzera. Tra le richieste, si chiede di garantire che le organizzazioni specializzate siano coinvolte il più presto possibile, e che i loro servizi siano finanziati. Si domanda poi che le vittime fuggite in Svizzera abbiano accesso al sostegno nel nostro Paese, e si lamenta il fatto «che le espulsioni ai sensi del regolamento Dublino non dovrebbero essere effettuate nei casi di sospetta tratta».

Infine, secondo le organizzazioni coinvolte, sono necessarie «ulteriori risorse per sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica sul fenomeno della tratta di esseri umani», con l'accento su ciò che concerne «lo sfruttamento della forza lavoro».

La Piattaforma sulla tratta continuerà, nel frattempo, a difendere i diritti delle vittime della tratta di esseri umani e a colmare le lacune nella protezione delle vittime, nell'ambito delle proprie campagne di sensibilizzazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
33 min
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
SVIZZERA
2 ore
«Un generale dell'elettricità? Non siamo in guerra»
SImonetta Sommaruga rifiuta l'idea proposta dall'UDC: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità».
SVIZZERA
3 ore
Bambini, donazioni raddoppiate
La Catena della solidarietà festeggia numeri in crescita, a favore dell'infanzia
SONDAGGIO TAMEDIA
6 ore
Dal tabacco ai media: come voterete il 13 febbraio?
Manca meno di un mese al primo appuntamento alle urne del 2022. Partecipate al nostro sondaggio
ZURIGO / QATAR
12 ore
Il boss della FIFA ora vive in Qatar
In attesa dei Mondiali, in novembre, Gianni Infantino si è trasferito nell'emirato da ottobre.
SVIZZERA
13 ore
Quando al rifiuto dell'imbarco segue la violenza
Nel 2021 si sono moltiplicati gli episodi di passeggeri in escandescenza, anche all'aeroporto di Zurigo
SONDAGGIO
SVIZZERA
15 ore
Lavorare quattro giorni alla settimana con lo stesso stipendio
È così in alcune grandi aziende internazionali. Ma alcune piccole imprese elvetiche stanno sperimentando il modello
VAUD
17 ore
Grave incidente sulla A9: un morto e tre feriti
È successo oggi all'altezza di Chardonne, nel Canton Vaud. In un secondo incidente si registra un ulteriore ferito
SVIZZERA
20 ore
Piloti vaccinati a terra, anche se servirebbero in cabina
Swiss resta ferma sull'obbligo di vaccinazione. E cancella i voli in assenza di personale
SVIZZERA
21 ore
«Influenza per i vaccinati? È un affronto»
L'infettivologo ticinese Andreas Cerny mette in guardia sui rischi della nuova strategia federale su Omicron
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile