Immobili
Veicoli
keystone (archivio)
BASILEA CITTÀ
12.10.20 - 17:050

Covid: i polmoni dei pazienti attraversano due fasi

I danni emergerebbero solo in uno stadio tardivo della malattia.

Inizialmente, invece, si registrano principalmente stadi infiammatori e un'elevata carica virale.

BASILEA - Da autopsie praticate da esperti degli ambienti accademici di Basilea, Zurigo e Trento è emerso che i danni ai polmoni sui pazienti affetti da coronavirus emergono solamente in uno stadio tardivo della malattia. Inizialmente, si segnalano soprattutto infiammazioni e un'alta carica virale.

La conclusione è giunta dopo l'analisi dei polmoni di 16 pazienti deceduti, si legge in un comunicato odierno dell'Ospedale universitario di Basilea. Se il tessuto polmonare inizialmente risulta intatto, col prosieguo della malattia si constatano gravi danni.

Lo studio sembra confermare osservazioni fatte in una precedente ricerca epidemiologica, in cui venivano distinti pazienti che soccombevano velocemente alla malattia e altri che invece morivano solo dopo un periodo più lungo in ospedale. Lo scopo era ora quello di dare una spiegazione molecolare al fenomeno, ha detto la patologa del nosocomio basilese Kirsten Mertz.

Da tutto ciò si deducono due diversi trattamenti per i pazienti: in uno stadio iniziale bisogna intervenire con antivirali o antinfiammatori. In una seconda fase potrebbero invece risultare validi i cosiddetti inibitori del complemento, si legge nell'articolo sul tema pubblicato da "Nature Communications". Lo scopo di questa seconda tappa è quello di evitare una sovra-reazione del sistema immunitario e quindi i danni più gravi ai polmoni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 1 anno fa su tio
E da quando hanno permesso le autopsie? Lo avessero fatto prima ci sarebbero stati molti meno danni e morti!
tip75 1 anno fa su tio
però sono tutti morti...quindi ci si ragioni su
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Nelle cure intense elvetiche ci sono 44 pazienti Covid
In Svizzera nell'ultima settimana sono stati accertati 10'788 casi, 12 decessi e 150 ricoveri
FOTO
GLARONA
5 ore
Il camion si ribalta, ferito un 22enne
Il braccio dell'autogru ha fatto rovesciare il mezzo.
SVIZZERA
6 ore
Gli svizzeri chiedono di tagliare l'imposta sulla benzina
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia. Un gruppo di lavoro sta cercando soluzioni
SVIZZERA
9 ore
Sempre più svizzeri faticano ad arrivare a fine mese
Caritas chiede aiuti statali più sostanziosi per i nuclei familiari fragili.
SVIZZERA
9 ore
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
SVIZZERA
10 ore
Criminali espulsi dalla Svizzera? Oltre il 40% resta
Sono molti i rinvii revocati dal Ministero pubblico o dai giudici.
SVIZZERA
13 ore
Uno svizzero su tre non intende donare gli organi
Con la nuova legge sui trapianti, saranno tutti donatori. Il 36% dei cittadini vuole dichiarare di rifiutare l'espianto
SVIZZERA
23 ore
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
23 ore
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
1 gior
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile