Keystone
VAUD
03.10.20 - 14:160

Focolaio alla scuola alberghiera: «28 casi, 7 allievi sono già guariti»

L'EHL di Losanna ha fatto il punto della situazione una volta terminata la quarantena imposta ai suoi 2'500 studenti.

Dei ventuno casi ancora attivi, uno studente si trova nel suo alloggio a scuola, gli altri sono in isolamento a casa loro.

LOSANNA - Al termine della quarantena imposta ai suoi 2'500 allievi, la Scuola alberghiera di Losanna (EHL) ha fatto oggi il punto della situazione sulle persone toccate dall'epidemia: complessivamente sono stati registrati 28 casi di coronavirus e sette studenti sono stati dichiarati «guariti» dall'Ufficio del medico cantonale vodese.

Attualmente «21 sono tuttora positivi, di cui uno solo si trova nel suo alloggio sul sito della scuola. Gli altri sono in isolamento a casa loro», ha dichiarato il responsabile del marketing e delle risorse umane dell'EHL, intervistato al telegiornale "12.30" della televisione romanda RTS.

Presso la scuola alberghiera, 67 studenti vivevano all'interno del campus ed erano in quarantena. «Si è dovuto attuare una logistica particolare affinché gli allievi potessero recuperare i pasti e nutrirsi senza uscire dalla loro stanza», ha aggiunto. Inoltre, stando al responsabile delle risorse umane, «sui 2'500 studenti, il 90% non approva» l'organizzazione di una o più feste all'origine del diffondersi del contagio.

Il 16 settembre scorso, alla vigilia della chiusura delle discoteche vodesi decisa dalle autorità cantonali, una serata organizzata da studenti al locale D!Club di Losanna aveva provocato un focolaio d'infezione al coronavirus. Undici persone erano state testate positive. I tre quarti degli effettivi dell'EHL, ovvero 2'500 studenti, erano stati posti in quarantena fino a martedì scorso.

Le autorità vodesi avevano sottolineato che l'organizzazione di una festa pubblica o privata richiede non solo il rigoroso rispetto delle norme sanitarie, ma anche l'atteggiamento responsabile di ogni partecipante (distanziamento sociale, tracciamento delle informazioni, ecc).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
1 ora
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
SVIZZERA
4 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
4 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
5 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
6 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
6 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
8 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
9 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
10 ore
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile