Immobili
Veicoli
POLIZIA CANTONALE GRIGIONI
GRIGIONI
02.10.20 - 08:290

19 nuovi agenti per la Polizia cantonale dei Grigioni

Si tratta di cinque donne e quattordici uomini

COIRA - La Polizia cantonale dei Grigioni ha 19 nuovi agenti, che entrano in servizio anche nell'area italofona del cantone.

Nella serata di giovedì i nuovi effettivi, cinque donne e quattordici uomini, sono stati integrati nel Corpo di polizia in occasione di una cerimonia tenutasi nella Sala dell’Albergo Marsöl a Coira. Non c'è stata la solennità degli anni precedenti, a causa delle disposizioni anti-contagio: solo pochi i partecipanti ammessi.

Con una stretta di mano (protetta da un guanto) al di sopra della bandiera del Corpo di polizia, i 19 nuovi membri hanno pestato giuramento o promessa solenne al Comandante, colonnello Walter Schlegel. «Oggi con questo giuramento assumete un’importante funzione statale nel campo della sicurezza», ha detto Schlegel, che ha sottolineato: «In quanto appartenenti al Corpo della Polizia cantonale dei Grigioni rappresentate il monopolio statale della forza, a cui sono strettamente legate un’alta responsabilità e competenza sociale. Come agenti di polizia sarete confrontati con le più disparate situazioni sociali e tutti i ceti della società. Non vi sarà risparmiato di affrontare i problemi e le paure dei cittadini e di prestare aiuto laddove si nascondono i pericoli o dove prevale l’indigenza, tanto che le persone non sono più in grado di gestirsi. Allora dovrete essere capaci di applicare tutto il vostro bagaglio professionale teorico e pratico, dimostrare coraggio, perizia ed esperienza, per mettervi al servizio del prossimo con dedizione e professionalità, gestendo e risolvendo il compito affidatovi».

Nel suo intervento il Consigliere di Stato Peter Peyer si è congratulato con i nuovi agenti per aver conseguito il diploma federale professionale. «Rappresentate i valori fondanti del lavoro della Polizia, tali la dignità dell’uomo, l’imparzialità, lo spirito di squadra e l’autoriflessione. Fate vivere questi valori nel vostro lavoro quotidiano».

Secondo il Concetto generale di formazione, la Scuola di polizia 2019/2020 avrebbe dovuto essere la prima che si svolgeva sull’arco di due anni invece che di uno solo. A seguito dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus l’Istituto Svizzero di Polizia ha deciso di posticipare l’entrata in vigore del nuovo Regolamento d’esame al 1° gennaio 2021. Pertanto la formazione di base della Scuola di polizia 2019/2020 si è svolta secondo il piano di studi previgente e gli aspiranti hanno concluso la loro formazione dopo un anno di studio.

I 19 nuovi appartenenti al Corpo di polizia hanno cominciato la loro formazione nell’ottobre 2019 presso la Scuola di polizia della Svizzera orientale di Amriswil. Il 1° ottobre 2020 entreranno in servizio nei seguenti luoghi di stazionamento. Lorena Aliesch: Centro di polizia Prettigovia; Nicole Bächtold: Centro di polizia Davos; Gian Carigiet: Centro di polizia Prettigovia; Chiara Colombi: Centro di polizia Beverin; Michael Danuser: Centro di polizia Beverin; Fabian Dora: Centro di polizia Davos; Flavio Emmenegger: Centro di polizia Engiadina Bassa; Andrin Engler: Centro di polizia Engadina alta-Bregaglia; Chris Hediger: Centro di polizia Prettigovia; Sebastian Kern: Centro di polizia Montalin; Maurus Olgiati: Centro di polizia Engadina alta-Bregaglia; Andrea Rade: Centro di polizia Engiadina Bassa; Tobia Riedi: Centro di polizia Roveredo; Stefan Riedi: Centro di polizia Beverin; Flavio Schuoler: Centro polizia stradale San Bernardino; Carlo Sonderer: Centro di polizia Montalin; Martina Sutter: Centro di polizia Montalin; Simon Toutsch: Centro polizia stradale Silvaplana; Anigna Züger: Centro di polizia Engadina alta-Bregaglia.

POLIZIA CANTONALE GRIGIONI
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Oggi ha fatto caldissimo
Domani pomeriggio sono attese temperature ancora più elevate, si toccheranno i 33 gradi: una novità per essere in maggio
FOTOGALLERY
SVIZZERA
11 ore
Ecco i prodotti per i quali si dovrà sborsare di più
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.
SVIZZERA
14 ore
Presidente slovacca accolta con gli onori militari
Visita di Stato per Zuzana Caputova, che ha incontrato il Consiglio federale.
FOTO
FRIBURGO
15 ore
Insediamenti romani tornano a splendere dopo 1'700 anni
Gli archeologi friburghesi hanno trovano vestigia romane conservate «in modo eccezionale»
VAUD
15 ore
Prosciolte le femministe per il topless, ma condannate per altri motivi
Sei attiviste sono comparse oggi davanti al Tribunale di polizia di Losanna.
SVIZZERA
18 ore
L'Astra Bridge funziona, ma...
L'USTRA traccia un primo bilancio della struttura che per la prima volta viene utilizzata sull'A1
VAUD
18 ore
Siringhe al Balélec: attaccate cinque persone
In quattro si sono presentate in ospedale in seguito al festival, e una quinta ha denunciato l'accaduto in polizia
GINEVRA
19 ore
Il negazionista finisce in cella
Tesi razziste sui social network: un membro del Front National Suisse condannato a tre mesi di carcere
SVIZZERA
20 ore
Altri milioni per proteggere il bestiame dal lupo
La Confederazione mette a disposizione fondi supplementari a sostegno dell'economia alpestre tradizionale
SVIZZERA
20 ore
L'imposta sulla benzina non si tocca (per ora)
Il Governo ritiene che al momento non sia necessario adottare provvedimenti. Ma la situazione è sotto osservazione
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile