TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
27.09.20 - 14:170

Deduzione per figli: «Hanno vinto gli argomenti dell'invidia»

È il commento di Philipp Kutter, secondo cui «l'attuale situazione economica non ha aiutato»

BERNA - Non è stato possibile combattere gli «argomenti dell'invidia». Così ha commentato alla SRF la sconfitta odierna il consigliere nazionale Philipp Kutter (UDC/ZH), uno dei fautori di maggiori deduzioni fiscali per i figli.

«Le cifre parlano chiaro e me ne rammarico», ha detto. I contrari hanno puntato in maniera decisa sulle argomentazioni dettate dall'invidia, nonostante il fatto che il 60% delle famiglie avrebbero approfittato degli sgravi.

L'attuale situazione economica non ha aiutato, ha commentato ancora Kutter all'agenzia Keystone-ATS. Per molte persone il quesito è stato posto semplicemente nel momento sbagliato, poiché il denaro potrebbe mancare in altri ambiti.

Il deputato non escludere di riproporre il testo originale, senza l'aumento delle deduzioni generali per i figli, ma solo con quello relativo alla custodia da parte di terzi. Il PS potrebbe in effetti schierarsi a favore. 

Meglio pensare alle strutture di accoglienza - Il progetto di maggiori deduzioni fiscali per i figli «era una vera e propria provocazione in un momento difficile» per la popolazione, che avrebbe portato vantaggi ai più ricchi. È l'opinione di Pierre-Yves Maillard, presidente dell'Unione sindacale svizzera (USS). Piuttosto, bisogna sostenere lo sviluppo delle strutture di accoglienza.

«Siamo contenti del risultato odierno», ha detto a Keystone-ATS il consigliere nazionale vodese. «All'inizio non molti erano d'accordo con noi, ma col tempo hanno capito che il progetto era in realtà un aiuto ai salari elevati», analizza il socialista. Secondo Maillard, la destra ha mostrato di essere pronta ad accordare 370 milioni di franchi all'anno, ora bisogna «prendere meglio la mira» e non favorire solo i più agiati.

«È giusto che lo Stato faccia un gesto per le famiglie, ci sono cose concrete da fare», ha detto. A cominciare ad esempio dal sostegno allo sviluppo degli asili. Oltre a questo, ci potrebbe essere un contributo federale per i Cantoni, in modo che possano abbassare le tariffe di queste strutture di accoglienza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
34 min
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
1 ora
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
3 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
GRIGIONI
4 ore
Il progetto pilota dei Grigioni: test a tappeto
Oltre alle restrizioni, per lottare contro la diffusione del virus verranno predisposti dei test territoriali.
SVIZZERA
4 ore
4'382 contagi e 199 ricoveri in 24 ore
In Svizzera sono stati effettuati 27'425 tamponi, il 16% ha dato esito positivo.
GRIGIONI
7 ore
Fermato senza patente domenica. Lo ritrovano al volante giovedì
Il 51enne è incappato in un controllo radar sulla strada del Maloja
SVIZZERA
8 ore
Sabine Keller-Busse nuova responsabile di UBS Svizzera
Prima di entrare in UBS nel 2010 ha guidato la divisione clientela privata di Credit Suisse per Zurigo.
SVIZZERA
8 ore
Sunrise-UPC: svelati i nomi della nuova direzione
Sono figure di entrambe le aziende originarie: «Ora possiamo contare su una squadra eccezionale».
SVIZZERA
9 ore
Dieci persone, ma da due nuclei familiari al massimo
Sarebbe, secondo indiscrezioni, una delle misure che il Consiglio federale annuncerà oggi
ZURIGO
16 ore
Svizzera o Austria: chi sta facendo meglio nella lotta al Covid?
A differenza della Confederazione, l'Austria ha optato per un altro lockdown in autunno.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile