Keystone (archivio)
SVIZZERA
24.09.20 - 12:450
Aggiornamento : 14:58

Altri 391 casi, ma la percentuale dei positivi è in calo

Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 51'492. Le vittime sono almeno 1'776.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 13'851 tamponi: il 2.8% è risultato positivo. In crescita anche il numero delle persone ospedalizzate e dei morti.

BERNA - Sono 391 le nuove infezioni da Covid-19 confermate in Svizzera nelle ultime 24 ore che fanno salire il bilancio a 51'492 contagi. Il bollettino quotidiano dell'UFSP riferisce anche di altre undici ospedalizzazioni e - purtroppo - tre nuovi decessi.

I nuovi tamponi positivi sono fuoriusciti da un totale di 13'851 strisci effettuati: il 2.8% dei test è quindi risultato positivo. Un dato questo più basso rispetto a quello di ieri quando il tasso di positività si attestava sul 3.4% (437 casi su 12'896 tamponi). Martedì era stato rilevato un tasso un po' più alto - il 3.6%, estrapolato da 286 test positivi su 7'949 effettuati -, mentre nelle 72 ore precedenti - dato cumulativo riferito lunedì e che fa riferimento al weekend - era al 3.96% (1'095 positivi su 27'633). Sinora in Svizzera sono stati effettuati 1'313'944 test, di cui il 4.6% è risultato positivo.

Oltre ai 391 casi, nelle ultime ventiquattro ore in Svizzera si registrano undici nuovi ricoveri che portano a 4'809 il totale delle persone ospedalizzate dall'inizio dell'emergenza. E purtroppo ci sono anche altri tre decessi con il bilancio complessivo dei morti legati al Covid-19 che sale così a quota 1'776 vittime.

Le persone in isolamento sono 3'685. Altre 7'630 entrate in contatto con loro sono in quarantena, uno stato nel quale si trovano anche 13'497 individui rientrati in Svizzera da un paese considerato a rischio.

Leggero aumento dei casi su una settimana - La scorsa settimana (14-20 settembre) sono stati registrati in totale 2'905 nuovi casi confermati in laboratorio contro i 2'843 della precedente. «Dalla fine di giugno - precisa l'UFSP nel suo rapporto settimanale - il numero delle infezioni settimanali è tendenzialmente in aumento».

In calo morti e ricoveri - In leggero calo, invece, i numeri degli ospedalizzati (da 75 a 66 casi) e i decessi (da 16 a 15). Il numero delle persone ricoverate in cure intense (26) resta invece stabile da metà luglio. I cantoni più colpiti nella scorsa settimana sono - i tre soliti noti - Vaud (879), Ginevra (416 casi) e Zurigo (406) ai quali si è aggiunto anche il canton Berna (313). Questi quattro insieme hanno fatto registrare il 69% dei contagi svizzeri. Il Ticino, per ora, resta una sorta di "isola felice": con le 30 infezioni registrate la scorsa settimana è infatti una delle regioni meno colpite a livello svizzero.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Diablo 3 sett fa su tio
Concordo pienamente Don o prima od oggi qualcuno non la racconta
Diablo 4 sett fa su tio
Decessi 3,45% sui malati di questa Pandemia in CH...quanti sono i decessi per un influenza stagionale ?
Don Quijote 4 sett fa su tio
@Diablo Notizia del 28.12.2017 su Ticino Libero sezione Sanità: “ L’ufficio del medico cantonale segnala che l’epidemia influenzale è iniziata. La soglia fissata dall’ufficio federale di sanità pubblica di 68 casi su 100'000 abitanti è stata sorpassata. Ogni anno, l’epidemia influenzale colpisce la Svizzera provocando da 110'000 a 275'000 consultazioni mediche, da 1'000 a 5'000 ospedalizzazioni e fino a 1'500 decessi dei quali da 100 a 300 sono causati da influenze ospedaliere. Da questo momento entrano in vigore per le strutture sanitarie le raccomandazioni del caso, uso mascherina, guanti, ecc” Beh, o raccontavano castronerie qua o le raccontano oggi, se poi consideriamo che il vaccino stagionale e dato a 1.2 mio di persone, fatte le vostre considerazioni!
tartux 4 sett fa su tio
@Diablo Non ho i dati aggiornati ma di solito é intorno al 1/1000 (0.001 o 0.1%)
MIM 4 sett fa su tio
In altre parole, ieri sono stati effettuati 13'460 tamponi a persone ritenute a rischio, e sono risultati negativi. E' impressionante leggerlo in questo modo il dato.
MrBlack 4 sett fa su tio
@MIM In primavera si testavano solo quelli a rischio per penuria di tamponi e delle possibilità dei laboratori. Ora si testa tutti sia per il Contact tracing, sia via screening. È impressionante come dopo mesi in cui si ripetono le stesse cose, c’è chi non l’ha ancora capito.
Marco D'Alessandro 4 sett fa su fb
Tra poco c'inseriscono nei paesi della lista nera.
albertolupo 4 sett fa su tio
Ah adesso si devono commentare le percentuali. Ok. Io mi preparo già sulle derivate, gli integrali e i limiti... Io siamo avantissimi ;-)
momo73 4 sett fa su tio
@Simona Talleri almeno hanno già cambiato il modo di dare le notizie...secondo me hanno letto i nostri commenti....
albertolupo 4 sett fa su tio
@momo73 Vero, ma continuano a non dire niente...
momo73 4 sett fa su tio
@albertolupo Concordo, il fatto è che non c'è nulla da dire, stanno trascinando non-notizie da mesi...tra poco arriverà l'influenza e se sono coerenti cominceranno a dare le percentuali anche di quello.
MIM 4 sett fa su tio
@momo73 Per le influenze stagionali (che arrivano tra qualche settimana, e sono annunciate suina e asiatica, per indicare le due più problematiche) il rischio è che una persona potrebbe risultare positiva al covid mentre sta passando un'influenza con altri virus. In questo modo potrebbero dire: Covid, senza darti altre spiegazioni. L'unico modo di verificare è il numero degli ammalati di influenza e paragonarlo con gli altri anni. Infatti è impossibile che la gente non si ammali di influenza quest'anno e prenda solo il covid (che praticamente è esaurito e tornerà tra qualche anno a rompere).
Simona Talleri 4 sett fa su fb
ma perché dovete sempre mettere l’accento sui ma ? Dite che ci sono 391 casi punto ! Sottolineate questo !!!
Manuela Decarli 4 sett fa su fb
perchè non ti sembra una buona notizia?
Ilaria PG 4 sett fa su fb
Simona Talleri e perché no, scusa? È una buona notizia ed è giusto sottolinearla.
Tiziano Ferrari 4 sett fa su fb
E poi, come ripetiamo da mesi, conta (poco) la percentuale sui test e non certo il numero, e conta molto di più il fatto che gli ospedali sono praticamente vuoti. https://public.tableau.com/profile/yannick.auclair#!/vizhome/COVID-19_Dash3/Dashboard3i
Max Bartolini 4 sett fa su fb
veramente bisognerebbe sottolineare che la % di positività è scesa al 2,9%, contro il 3,9 dei giorni scorsi
Luca Dalu 4 sett fa su fb
Simona Talleri il numero assoluto non serve a niente e crea solo """paura""", bisognerebbe sottolineare la percentuale di positivi su tamponi fatti, ospedalizzazioni e morti
Luca Gilardi 4 sett fa su fb
Simona Talleri tutte le notizie date in Svizzera che non piacciono alla casta sono così. Hanno sempre un "ma". Fateci caso....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Un'altra sberla al turismo»
Svizzera Turismo commenta la decisione della Germania.
BERNA
2 ore
«Abbiamo ancora 4 settimane per evitare di chiudere tutto»
Alain Berset e Lukas Engelberger spiegano i prossimi passi per contrastare l'epidemia di coronavirus
SVIZZERA
4 ore
Numeri raddoppiati in una settimana
Tra il 12 e il 18 ottobre sono state annunciate 19'478 nuove infezioni. La settimana prima erano 8749.
SVIZZERA
5 ore
Un bollettino giornaliero simile a quello di ieri
Nel nostro Paese sono stati effettuati 26'537 tamponi in un giorno. Il 19,8% ha dato esito positivo.
SVIZZERA
5 ore
Qual è l'impatto del virus sul personale sanitario?
Amnesty International chieda che venga effettuata un indagine. Nel mondo 7'000 professionisti hanno pagato con la salute
SVIZZERA
6 ore
Quasi il 20% degli occupati lascia il proprio impiego
I dati raccolti tra il 2018 e il 2019 mostrano che sono soprattutto i giovani a cambiare lavoro
GERMANIA / SVIZZERA
6 ore
La Germania mette l'intera Svizzera sulla "lista nera"
Anche l'Austria, la Polonia e l'Irlanda sono diventate zone a rischio, secondo il Robert Koch Institut
SVIZZERA / STATI UNITI
7 ore
Una terapia orale per curare (e prevenire) il Covid
La cura (AT-527) è attualmente in fase 2 di sviluppo. La fase 3 dei trial inizierà nel primo trimestre 2021
SVIZZERA
8 ore
Sika: in calo le vendite e la redditività
L'utile netto ha però superato le previsioni degli analisti
SVIZZERA
8 ore
Coronavirus: prolungato l'obbligo di servizio in protezione civile
I militi dovranno prestare servizio per 14 anni, invece che 12, per avere personale sufficiente a combattere la pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile