Keystone
SVIZZERA
23.09.20 - 18:210
Aggiornamento : 20:33

2'500 studenti in quarantena alla Scuola alberghiera di Losanna

Diversi focolai hanno colpito la Scuola alberghiera di Losanna (EHL), spingendo le autorità a una quarantena generale

All'origine delle infezioni ci sarebbero delle feste, organizzate poco prima dell'entrata in vigora delle misure cantonali

LOSANNA - L'Ufficio del medico cantonale, il Dipartimento della sanità e il Dipartimento dell'educazione, della gioventù e della cultura del Canton Vaud hanno deciso di mettere in quarantena tutti gli studenti bachelor della Scuola alberghiera di Losanna (EHL).

Lo hanno dichiarato le autorità cantonali in un comunicato stampa. La causa sono importanti focolai di infezione di coronavirus, identificati a diversi livelli di istruzione, che hanno reso inattuabile una chiusura mirata e specifica di una o due classi. In totale, sono 2'500 gli studenti interessati dalla misura.

Fino al 28 settembre gli studenti dovranno quindi rimanere a casa. In caso di sintomi, inoltre, il Cantone consiglia agli studenti di effettuare il coronacheck (sul sito www.coronacheck.ch) e, se necessario, fare il tampone.

Il medico cantonale Karim Boubaker ha indicato all'agenzia Keystone-ATS che al momento si contano «undici casi positivi suddivisi su tre cicli di studi bachelor». Boubaker ha poi assicurato che ogni giorno viene effettuato in collaborazione con l'EHL un controllo rigoroso della quarantena e degli eventuali nuovi casi positivi.

Le indagini iniziali, spiega la nota, indicano che l'organizzazione di una o più feste può essere all'origine dei focolai. I party si sarebbero svolti poco prima dell'entrata in vigore delle misure annunciate dal Consiglio di Stato vodese il 15 settembre.

Le autorità vodesi ci tengono qui a sottolineare l'importanza del rispetto delle norme sanitarie, ma anche l'atteggiamento responsabile di ogni partecipante durante una festa, e anche dopo, restando vigili alla comparsa dei sintomi. In caso di dubbio, bisognerebbe infatti limitare i contatti, o anche isolarsi, ed eventualmente, andare a fare il tampone.

La direzione dell'istituto ha dichiarato che prenderà tutte le misure necessarie per garantire la continuità dell'insegnamento e rafforzare le misure sanitarie nel campus.

I corsi continuano come al solito, ma online, e tutte le informazioni necessarie e più importanti verranno trasmesse direttamente agli studenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Luca Mazzola 1 mese fa su fb
Grande Elena ottima riflessione.....hai vinto una birra...
Cristina Romagnolo 1 mese fa su fb
Ma va non ci posso credere😁😁
Elena Cacioni 1 mese fa su fb
Sempre ad attaccare la vita sociale! Al supermercato invece si entra dopo aver fatto il bagno nell'amuchina???? E tutti i prodotti vengono sterilizzati dopo essere stati toccati dai clienti????
Evry 1 mese fa su tio
Grazie ai Multiculti e irrispettosi !!!!
Jettero Heller 1 mese fa su fb
Le scuole non hanno scelta, devono rispettare i protocolli.
Şerife Vurşan 1 mese fa su fb
Complimenti..😱😱😱😱😱😱
Peppe Cle 1 mese fa su fb
Alessandro Bardea
miba 1 mese fa su tio
...e nel frattempo in Ticino il buon Merlani si destreggia tra tamponi, mascherine, eventuali chiusure di scuole, distanziamenti sociali e chi più ne ha più ne metta e questo quando negli ospedali del cantone non vi è nessun ricoverato/degente per coronavirus, nemmeno un paziente con patologie pregresse e/o deficienze immunitarie e/o a rischio e/o anziano.... Meditate gente.... :):):)
Matteo Alberto Brignoli 1 mese fa su fb
Fa male. Fa molto male. Leggere un articolo e conseguenti commenti di una certa ignoranza (vedi definizione da dizionario) provoca questo effetto. C’è un concreto motivo per cui alcuni studenti lasciano fisicamente il Ticino, ma la mal-informazione proveniente dallo stesso Cantone e da altri, continua e continuerà sempre a perseguitarci. È con sentimenti opposti che siamo a conoscenza che non ci sarà mai fine a ciò. Siamo una grande famiglia, noi. Se non si fa parte di essa, non si può capire quanto male state facendo. Provate a capire chi siamo, cosa facciamo e perché lo facciamo. Solo dopo permettetevi di porre domande... ma fatelo a noi, non al web. Una buona giornata.
Silvana Lisè 1 mese fa su fb
Matteo Alberto Brignoli perdona l'ignoranza (nel senso corretto del termine) ma non riesco a trovare attinenza tra il commento e l'articolo redatto.
Matteo Alberto Brignoli 1 mese fa su fb
Silvana Lisè Le mie sono parole da studente di EHL, stanco di leggere un certo tipo di frasi ed insinuazioni accostate alla scuola migliore del mondo... la nostra. Siamo noi sui giornali, siamo noi alla tv, siamo noi nei servizi incorretti prodotti da SRF/RTS/RSI in Svizzera e TF1 in Francia. Siamo noi, non la GIHE (Glion), l’UNIL o l’EPFL i quali studenti erano presenti a diverse feste (legali) negli stessi giorni. Vero, ho dimenticato questa specifica.
Silvana Lisè 1 mese fa su fb
Matteo Alberto Brignoli ho letto l'articolo di nuovo e non riesco ancora a trovare attinenza.
Matteo Alberto Brignoli 1 mese fa su fb
Silvana Lisè Lo dico in parole povere: basta sputare sulla migliore scuola al mondo (quale EHL) e dimenticarsi di GIHE, UNIL e EPFL quali studenti erano in bar e discoteche accanto a noi. Basta con questa mal-informazione. Fa male, ed è inutile. Se volete delle informazioni su cosa facciamo (perché non studiamo per diventare direttori di albergo come si crede ancora in Ticino), chiedete a noi. Se volete sapere cosa succede a Losanna e che riguarda noi, chiedete ai sottoscritti. Ed ancora una volta: basta con l’ignoranza.
Sonia Macchi 1 mese fa su fb
Scusami ma non mi sembra che quello che stai dicendo abbia molta rilevanza in relazione a questo articolo specifico, non si sta parlando delle attività e percorsi di studio della scuola. Non metto in dubbio quello che dici in merito alla sua rappresentazione da parte dei media in generale (faccio parte degli "ignoranti"), ma qui si parla di coronavirus e di norme di buon senso non rispettate. Se il discorso é "non c'erano solo studenti EHL" ne prendo atto, ma ti direi poco importa, non si sta puntando il dito contro l'istituto specifico ma verso il menefreghismo generale delle persone
Sara Mullis Bernardi 1 mese fa su fb
Ancora loro?
Corri 1 mese fa su tio
Ridicolo. Allora tutti i loro genitori, fratelli, sorelle, amici, dovrebbero rimanere a casa. Poi i tamponi non sono una certezza. Mi dimenticavo che vicino a Losanna c’è l’oms. Avranno trovato cavie per vedere come reagiscono.
lollo68 1 mese fa su tio
Se si fa una festa ed il volume della musica è alto, bisogna urlare per farsi capire quindi un positivo contagia facilmente gli amici. Quello che è ridicolo è che bisogna tenere a casa un ragazzo che sta bene, non ha febbre, ma ha magari un po' di raffreddore. Visto l'obbligo di mettere la mascherina al liceo bisognerebbe permettere a chi non ha febbre e si sente bene di andarci!
Fedeltà 1 mese fa su tio
????
ciapp 1 mese fa su tio
fategli fare la quarantena a casa di Berset o a palazzo federale
Wilfried Passaglia 1 mese fa su fb
Mettere in quarantena un numero di persone è una misura precauzionale (benvenuta s'intende).NON significa però che TUTTE queste persone sono contagiate.Per quanto riguarda la/le ev. cause dei focolari si punta il dito su una grande festa organizzata prima dell'entrata in vigore delle misure cantonali vodesi.L'articolista ,con grande onestà, usa a questo proposito il condizionale.Penso che prima di dare giudizi bisognerà aspettare le indagini delle autorità mediche.
Luigi Minesso 1 mese fa su fb
Buffonata di articolo.
sedelin 1 mese fa su tio
ridicolo
Sabina Bassi 1 mese fa su fb
Prevedibile 😱😱😱
Gabrielle Marie Trautmann Zenoni 1 mese fa su fb
tutti matti ... PCR Test ...???? Ma P.F. Che non sono convalidati per trovare il Covid19 ... E per questo una classe intera va in quarantena ??? Imbroglio puro -restiamo seri p.f.
Sonia Macchi 1 mese fa su fb
PCR test non convalidati per trovare il covid? 🧐
Fabrizio Nicolucci 1 mese fa su fb
Dipende dal numero di cicli.
Dioneus 1 mese fa su tio
Ma si, festeggiamo tutti allegramente, pomiciando e abbracciandoci. Ecco i risultati. Incoscienti
bledsoe 1 mese fa su tio
@Dioneus ma che incoscienti dai! È semplicemente VITA! basta con ste paranoie, si guardi quanta gente muore di cancro e rifletta un minimo oppure si tappi in casa ad eternum e lasci vivere gli altri in santa pace.
MrBlack 1 mese fa su tio
@bledsoe Non si tratta di tapparsi in casa oppure sbragare a fare feste tutti belli attaccati e sputacchiandosi addosso. Feste va bene ma basta fare un po’ di attenzione. Se poi ci si vuole comportare come se il virus sicuramente non riempirà più gli ospedali, bisogna accettare le conseguenze decise da chi deve prendere queste decisioni...che siano giuste o sbagliate sono opinioni personali.
Milite Ignoto 1 mese fa su tio
@MrBlack Allora nelle opinioni personali non dare degli incoscienti alle persone che semplicemente decidono di viverla meglio di te
MrBlack 1 mese fa su tio
@Milite Ignoto Ho scritto incoscienti? Non farmi dire cose che non ho detto. Ho detto che ognuno è libero di comportarsi come vuole, e come in tutto deve accettarne le conseguenze.
Cristina Lenazzi 1 mese fa su fb
Complimenti.....
Simona Talleri 1 mese fa su fb
d’avvero intelligenti, complimenti !
Fedeltà 1 mese fa su tio
..ma che cavolata.. qua la gente sta uscendo pazza soprattutto i nostri politici..ma hanno paura di cosa??...ma basta con sto covid??
Dioneus 1 mese fa su tio
@Fedeltà Mi sa che a scienze alle scuole dell'obbligo non andavi granché bene ;)
MrBlack 1 mese fa su tio
@Fedeltà Paura che gli ospedali siano senza posti liberi in inverno. Non mi sembra complicato...poi se credi che siano tutte stupidaggini e dovessi aver bisogno di cure ospedaliere per qualsiasi ragione, non lamentarti se sarai tu a non avere un posto libero. Un bel “c est la vie » e curati da solo/a a casa, sempre che sia possibile farlo.
Fedeltà 1 mese fa su tio
@900775 ..mr-black ma quale paura che ci sono gli ospedali vuoti..che ora appena uno ha un prurito in gola corre a fare il tampone..ma per favore tutto ridicolo
MrBlack 1 mese fa su tio
@Fedeltà Ho scritto in inverno. Quando gli ospedali sono già affollati senza Covid. Come detto, ognuno libero di pensarla come vuole. Nel frattempo impara il francese...non si sa mai che ti sbagli e si riempiano davvero ;-)
Fedeltà 1 mese fa su tio
@900770 No no andavo alla grande ??
Gus 1 mese fa su tio
Berset diminuirà i premi della cassa malati nel Canton Vaud
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Il Palazzo delle Nazioni s'illumina per l'ONU
Anche il Jet d'eau sarà illuminato di blu: si celebra l'anniversario delle Nazioni Unite
SOLETTA
6 ore
«Più di tre ore per fare il tampone»
«La coda diventava sempre più grande» spiega una testimone
SVIZZERA
9 ore
«Si sarebbe dovuto agire già in estate»
C'è chi vede il 29 giugno come il giorno in cui si sarebbe dovuto iniziare a fare qualcosa, come l'epidemiologo Althaus
SVIZZERA
11 ore
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
11 ore
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
11 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
14 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
16 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
17 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile