Keystone (archivio)
BERNA
22.09.20 - 20:000
Aggiornamento : 20:30

Infezioni asintomatiche: sono circa il 20% del totale

È la conclusione a cui è giunto uno studio effettuato all'Università di Berna.

Si tratta di una percentuale inferiore a quanto ritenuto finora.

BERNA - Solo un quinto circa delle persone risultate positive al Covid-19 non ha sviluppato i sintomi della malattia, stando a un ampio studio di ricercatori dell'Università di Berna pubblicato sulla rivista specializzata "PLOS Medicine". La percentuale di asintomatici è più alta fra i bambini.

Per il momento gli esperti non concordano sulla percentuale di asintomatici: una persona infetta che è stata censita come "senza sintomi" può ancora sviluppare i tipici disagi della malattia in seguito. Si parla in questi casi di pazienti presintomatici, ha spiegato all'agenzia Keystone-ATS l'epidemiologo e autore dello studio, Nicola Low. Se il numero di persone prive di sintomi fosse elevato, in teoria si dovrebbe raggiungere velocemente la cosiddetta immunità del gregge. Ma «è molto improbabile che questo sia il caso», ha aggiunto.

I bambini più spesso asintomatici - L'equipe di Low ha valutato 79 studi che hanno censito i sintomi delle persone infette su un lungo periodo, tra marzo e giugno. Secondo i risultati, solo 1287 pazienti su 6616 non hanno presentato sintomi durante tutta la durata della malattia. Circa l'80% invece ha mostrato i tipici disagi del Covid. In una selezione più ravvicinata di studi in cui i soggetti sono stati selezionati in modo casuale il numero di asintomatici sale al 30%. I ricercatori hanno anche scoperto che la malattia si manifesta meno frequentemente nei bambini che negli adulti.

Nuove scoperte sui sintomi - Low e il suo team continueranno il monitoraggio poiché dalla fine della loro valutazione sono stati pubblicati altri 900 studi che potrebbero essere rilevanti. L'epidemiologo sottolinea inoltre che lo spettro dei sintomi è ora più ampio di quanto si pensasse inizialmente: oltre alla tosse e al fiato corto, c'è anche una perdita del senso del gusto, dell'olfatto e il dolore agli arti. Con queste nuove scoperte, il numero di decorsi asintomatici della malattia potrà essere determinato in modo più preciso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Mascherina al chiuso «anche con la distanza»
La raccomandazione arriva dalla task force della Confederazione
BERNA
3 ore
Quarantena per i viaggiatori, tutto ciò che c'è da sapere
Adeguato il valore soglia che regola gli Stati per i quali c'è l'obbligo di quarantena.
VAUD
7 ore
Prilly, spara alla moglie e poi si suicida
La donna è stata ricoverata al CHUV. Le sue condizioni sono tali da metterne in pericolo la vita
SVIZZERA
10 ore
I cybercriminali hanno approfittato parecchio della pandemia
Nel primo semestre dell'anno al Centro nazionale per la cybersicurezza sono giunte oltre 5'000 segnalazioni.
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus: Roche vuole produrre centinaia di milioni di test rapidi al mese
Analizzano un campione di saliva e non richiedono personale specializzato per la somministrazione.
SVIZZERA
11 ore
«Dobbiamo fare tutti la nostra parte contro il coronavirus»
Il consigliere federale risponde alle domande dei colleghi di 20 Minuten e dei lettori
SVIZZERA
13 ore
«È adesso il momento cruciale»
Isabelle Moret lancia un appello a tutti: «Solo con la solidarietà potremo superare la crisi».
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera altri 287 ricoveri e 31 morti
Il virus continua a circolare molto: ben il 26.6% dei 35'230 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore è risultato positivo
SVIZZERA
14 ore
Contro i blocchi del 5G Swisscom è pronta ad andare in tribunale
La società giudica illegali le moratorie contro la nuova rete: «Sono inaccettabili».
SVIZZERA
15 ore
Uccidono i germi ma «sono potenzialmente pericolosi per occhi e pelle»
Alcuni sanificatori UV dell'azienda svizzera Pearl sono stati richiamati, la nota della Confederazione
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile