Keystone
BERNA
22.09.20 - 12:350

Piazza federale, "no" del Consiglio nazionale allo sgombero

«La Camera del popolo non è responsabile di quanto avviene a Berna. Spetta a Città e Cantone»

BERNA - Il Consiglio nazionale è tornato oggi a discutere dell'occupazione di Piazza federale da parte di attivisti per il clima. Con una mozione d'ordine l'UDC voleva aumentare la pressione sulle autorità della città di Berna, affinché proceda allo sgombero. La maggioranza del plenum l'ha però bocciata, con 90 voti a 79 e 16 astensioni.

Contrariamente a quanto avvenuto ieri, il testo odierno, depositato da Esther Friedli (UDC/SG), non ha ottenuto il consenso compatto di PLR e PPD. Alcuni deputati si sono astenuti.

«Quello che stiamo vivendo è una tragedia. Mi chiedo se viviamo ancora in uno stato di diritto», si è chiesta Friedli, aggiungendo che gli attivisti in diverse occasioni non hanno rispettato gli accordi. «Dopo la Reitschule, ora la città di Berna dispone di un secondo spazio senza legge».

La presidente del Consiglio nazionale, Isabelle Moret (PLR/VD), ha da parte sua dichiarato che la Camera del popolo non è responsabile di quanto avviene in Piazza federale. La competenza è della Città e del Cantone, ha rilevato. Ieri sera il Nazionale aveva approvato con 109 voti favorevoli e 83 contrari una mozione d'ordine di Thomas Aeschi (UdC/ZG) che invitava la città di Berna a disperdere la manifestazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
I cybercriminali hanno approfittato parecchio della pandemia
Nel primo semestre dell'anno al Centro nazionale per la cybersicurezza sono giunte oltre 5'000 segnalazioni.
SVIZZERA
2 ore
Coronavirus: Roche vuole produrre centinaia di milioni di test rapidi al mese
Analizzano un campione di saliva e non richiedono personale specializzato per la somministrazione.
SVIZZERA
3 ore
«Dobbiamo fare tutti la nostra parte contro il coronavirus»
Il consigliere federale risponde alle domande dei colleghi di 20 Minuten e dei lettori
SVIZZERA
5 ore
«È adesso il momento cruciale»
Isabelle Moret lancia un appello a tutti: «Solo con la solidarietà potremo superare la crisi».
SVIZZERA
5 ore
In Svizzera altri 287 ricoveri e 31 morti
Il virus continua a circolare molto: ben il 26.6% dei 35'230 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore è risultato positivo
SVIZZERA
6 ore
Contro i blocchi del 5G Swisscom è pronta ad andare in tribunale
La società giudica illegali le moratorie contro la nuova rete: «Sono inaccettabili».
SVIZZERA
7 ore
Uccidono i germi ma «sono potenzialmente pericolosi per occhi e pelle»
Alcuni sanificatori UV dell'azienda svizzera Pearl sono stati richiamati, la nota della Confederazione
SVIZZERA
8 ore
Sunrise-UPC: «È (praticamente) fatta»
L'acquisizione si appresta ad andare in porto: ora l'ex Cablecom controlla il 96.48% delle azioni dell'operatore.
SVIZZERA
9 ore
«Finalmente», «Era ora»: i giornali punzecchiano il Governo
Stampa elvetica critica riguardo alle decisioni «tardive» prese dal Governo per combattere la diffusione del virus.
SVIZZERA
9 ore
«Meno peggio del previsto»
Nei primi nove mesi la performance di Swisscom è in leggero calo, ma migliore di quanto prevedevano gli analisti.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile