Keystone
BERNA / CANTONE
18.09.20 - 07:570
Aggiornamento : 08:46

Tunnel di base del Gottardo aperto, autostrada viaggiante chiusa: perché?

Autocarri completi trasportati sull'asse che attraversa il Ticino «scesi a zero»: Storni interroga il Consiglio federale

BERNA / BELLINZONA - Gli sviluppi non sono particolarmente entusiasmanti per il trasferimento delle merci su rotaia. L'obiettivo di limitare i passaggi di autocarri attraverso le Alpi a 650'000 l'anno, infatti, non è stato ancora raggiunto: nel 2019 sono stati 898'000. Inoltre, la mole di merci trasportate su rotaia attraverso la Svizzera - seppur significativa (26,6 milioni di tonnellate l'anno, circa il 70% del totale) - risulta stagnante o in calo da quattro anni.

In questo contesto, il consigliere nazionale socialista Bruno Storni, membro della Commissione Trasporti e Telecomunicazioni, interroga il Consiglio federale sui destini dell'Autostrada viaggiante, progetto gestito dalla società RAlpin SA che, nel 2018, trasportava ancora circa 0,1 milioni di tonnellate di merci tra Basilea e Lugano, ma che nello stesso anno ha interrotto il servizio sull'asse del Gottardo.

«Con l’apertura della Galleria di Base del Gottardo nel 2018, ci si poteva aspettare importanti e immediati benefici per il trasporto di merci su rotaia, e per il nostro Cantone un maggior trasferimento di camion dalla strada alla ferrovia attraverso il Gottardo», scrive il deputato ticinese in una nota ai giornalisti. «Abbiamo invece dovuto prendere atto che nel 2019 il numero di camion (completi, ndr) trasportati sulla ferrovia al Gottardo è sceso a zero nonostante la nuova infrastruttura e che il servizio avrebbe continuato a beneficiare di sussidi», aggiunge.

Per questo Storni chiede al Consiglio federale perché «dal 2018 (con l'apertura della Galleria di Base del Gottardo) sono state progressivamente ridotte fino ad azzerarle le corse dell'autostrada viaggiante che si attestano in Ticino». «Il servizio verrà riattivato con l'apertura a dicembre della GBC e del corridoio 4 metri Chiasso (Italia)  Basilea?», aggiunge. «Quali sviluppi si prevedono per l'offerta dell'autostrada viaggiante in generale in Svizzera attraverso Sempione, Lötschberg e Gottardo?», conclude.

Offerta Autostrada Viaggiante via Gottardo abbandonata? Perché?
Sia nel rapporto d'attività 2019 Ralpin SA che nel Rapporto sul trasferimento del traffico 2019 si può leggere che nel 2019 il numero dei mezzi pesanti trasportati dall'autostrada viaggiante sulla linea del Gottardo è sceso a zero.

Una situazione poco comprensibile, a fronte delle reiterate richieste da parte delle aziende di trasporto merci già inizio dello scorso decennio per la realizzazione del corridoio 4 metri attraverso la Svizzera anche sull'asse del San Gottardo.

Corridoio 4m giustificato come assolutamente necessario per raggiungere l'obiettivo di un numero massimo di 650 mila mezzi pesanti su strada attraverso le Alpi entro due anni dall'apertura della Galleria di Base del Gottardo.

La richiesta fu accolta dalle Camere che ha votato il credito da quasi 1 miliardo nel 2014.

Nel frattempo il corridoio 4m è pressoché realizzato, entrerà in esercizio a fine 2020 assieme alla Galleria di base del Ceneri, in questo senso sorprende non poco dover prendere atto della recente avvenuta chiusura dell'Autostrada viaggiante dal Ticino verso la Svizzera Tedesca (esempio Lugano Basilea).

L'autostrada viaggiante è sempre stata indicata come una misura fondamentale per la politica di trasferimento a complemento delle Gallerie di Base, ma giunti al dunque (Alptransit e 4 metri conclusi) sembra sia diventata inutile.

A fronte di questa inaspettata situazione chiediamo al Consiglio Federale :

1.I motivi per i quali dal 2018 (con l'apertura della Galleria di Base del Gottardo) sono state progressivamente ridotte fino ad azzerarle le corse dell'autostrada viaggiante che si attestano in Ticino.

2. Il servizio verrà riattivato con l'apertura a dicembre della GBC e del corridoio 4 metri Chiasso (Italia)  Basilea?

3. Quali sviluppi si prevedono per l'offerta dell'autostrada viaggiante in generale in Svizzera attraverso Sempione, Lötschberg e Gottardo? 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 1 mese fa su tio
Le bici sui Bus e loro a piedi di corsa per poterle riprendere alla fermata desiderata ;-) Li avete voluti ? Teneteveli ;-((((
sedelin 1 mese fa su tio
"vogliamo le bici sul bus" (offcomment); non capisco: le bici vogliono le piste ciclabili ovunque, si stanno realizzando percorsi per ciclisti dappertutto, dunque le bici sulle strade! perché mai un mezzo destinato ai pedoni viene occupato dalle bici?
sedelin 1 mese fa su tio
miliardi buttati nel ce*so :-(
cf. 1 mese fa su tio
Ti sbagli: nella Costituzione c'è scritto zero camion, nella legge d'applicazione la maggioranza borghese del parlamento ha voluto scrivere che l'obiettivo è 650'000 transiti alpini (non solo San Gottardo). Il concetto di "obiettivo" è importante, perché non è vincolante.
marco17 1 mese fa su tio
@cf. Secondo la Costituzione federale "Il trasferimento del trasporto merci di transito dalla strada alla ferrovia deve essere ultimato entro dieci anni dall’accettazione dell’iniziativa popolare per la protezione della regione alpina dal traffico di transito". L'iniziativa è stata accettata il 20 febbraio 1994! Come detto, l'UDC che sbraita quando le sue iniziative non sono applicate , tace su questa violazione della volontà popolare e della Costituzione.
francox 1 mese fa su tio
il tetto massimo di 650 000 camion attraverso il Gottardo su strada, è scritto nella costituzione fin dalla votazione del 1994. Da più di un quarto di secolo, sulla costituzione e ignorato! Poi ci chiediamo perchè la gente è sfiduciata e non va a votare.
marco17 1 mese fa su tio
@francox E su questo tema non abbiamo mai sentito l'UDC lamentarsi perché la volontà popolare non viene rispettata.
Tato50 1 mese fa su tio
@francox Prendiamo come esempio i mezzi pesanti che la Svizzera l'attraversano e non quelli che ogni 50 km devono fermarsi. Fino a quando i costi su strada saranno inferiori a quelli del trasporto su rotaia non è che si può pretendere di raggiungere certi obbiettivi. In questi periodi poi !!!
francox 1 mese fa su tio
@marco17 Vero. Tutti sbarlafusi pro saccoccia.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Il Palazzo delle Nazioni s'illumina per l'ONU
Anche il Jet d'eau sarà illuminato di blu: si celebra l'anniversario delle Nazioni Unite
SOLETTA
6 ore
«Più di tre ore per fare il tampone»
«La coda diventava sempre più grande» spiega una testimone
SVIZZERA
9 ore
«Si sarebbe dovuto agire già in estate»
C'è chi vede il 29 giugno come il giorno in cui si sarebbe dovuto iniziare a fare qualcosa, come l'epidemiologo Althaus
SVIZZERA
11 ore
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
11 ore
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
11 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
14 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
16 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
17 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile