keystone
SVIZZERA
16.09.20 - 17:200

Da Berna 300 milioni per i paesi poveri

Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale. Non senza polemiche

BERNA - La Svizzera parteciperà agli aumenti di capitale del Gruppo della Banca mondiale (GBM) e della Banca africana di sviluppo (AfDB) sborsando 297 milioni di franchi. Imitando gli Stati, nel corso della seduta odierna il Consiglio nazionale ha accolto due progetti governativi.

Accettando il budget, il plenum ha dunque globalmente riconosciuto l'importanza delle istituzioni di finanziamento internazionali dal profilo della politica di sviluppo e della politica economica estera. Dal 1982 la Confederazione si impegna nell'AfDB e dal '92 nel GBM, ha ricordato il relatore di commissione Hans-Peter Portmann (PLR/ZH).

Così come i "senatori" a giugno, i membri del Nazionale hanno acconsentito a mettere da parte 2,76 miliardi di franchi. Di questo totale, verranno versati 297,4 milioni di dollari, investimento che sarà iscritto nel bilancio della Confederazione. La somma restante servirà come capitale di garanzia e riserve monetarie. I pagamenti saranno spalmati su otto anni, dal 2021 al 2028.

Tra le tanti voci favorevoli, qualche protesta si è levata dal campo dell'UDC, che ha proposto senza fortuna di non entrare in materia sull'oggetto. Berna non può permettersi spese del genere in un momento di crisi e pesante recessione come quello attuale, hanno picchiato i pugni i democentristi, stando ai quali i soldi andrebbero tenuti per le numerose categorie di lavoratori in difficoltà in Svizzera.

Lars Guggisberg (UDC/BE) non ha usato mezzi termini, parlando di «contributo a fondo perso» e di occasione sprecata «per mandare un chiaro segnale». Il suo collega di partito Franz Grüter (UDC/LU) ha messo l'accento sull'ambiguità di queste istituzioni, che «finiscono regolarmente nella bufera ad esempio per casi di corruzione».

Gli altri schieramenti hanno però fatto fronte comune, sottolineando chi più chi meno come si tratti di organismi fondamentali per molte zone del mondo. «Senza queste banche per i Paesi più poveri sarebbe impossibile sopravvivere, men che meno in periodo di pandemia», ha riassunto Fabian Molina (PS/ZH). Il consigliere federale Guy Parmelin ha messo in risalto tra le altre cose che attraverso gli investimenti la Svizzera «si assicura un ruolo di leader nei gruppi di voto» in seno ad entrambe le istituzioni.

Nel corso della discussione, alcune minoranze hanno provato a correggere quanto elaborato dall'esecutivo e avvallato dagli Stati. In particolare, una, difesa in aula da Jean-Pierre Grin (UDC/VD), chiedeva di compensare gli aumenti di capitale nel credito quadro previsto per la cooperazione allo sviluppo, ma non ha superato lo scoglio della votazione.

A causa di alcune divergenze di secondo piano da appianare - il Nazionale ha scelto di introdurre istruzioni esplicite rivolte all'esecutivo, obbligandolo ad esempio a pubblicare su Internet il proprio voto sui singoli progetti del GBM e dell'AfDB - il dossier tornerà agli Stati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 min
In tempi di crisi la gente vuole oro: in Svizzera la domanda s'impenna
La Confederazione è terza al mondo per consumo del prezioso metallo. Richiesta in netta risalita dopo anni di calo.
LUCERNA
31 min
In arrivo dalla Gran Bretagna, con il virus mutato
Si tratta di un visitatore che era venuto a trovare dei parenti nel Canton Lucerna
VALLESE
44 min
Causa una valanga, snowboarder "wanted"
Una volta rintracciato, dovrà coprire i costi ingenti degli interventi dei soccorsi.
Attualità
1 ora
In arrivo un'altra fornitura di vaccini Pfizer
L'UFSP assicura: si tratta di un rallentamento delle consegne, non di un'interruzione
SVIZZERA
1 ora
Nel 2020 la Svizzera ha “tremato” ben 1'400 volte
Sono le scosse registrate dal Servizio sismico. In 106 casi sono giunte segnalazioni anche da parte di cittadini
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera altri 4'320 contagi e 85 decessi
I dati si riferiscono come ogni lunedì alle ultime 72 ore.
SVIZZERA
2 ore
Scambio di vedute tra Berset e il mondo culturale
Durante un incontro che ha avuto luogo oggi sono stati toccati i problemi che il settore si trova ad affrontare.
SVIZZERA
3 ore
Disagi per tutti a causa della neve
In diverse località il traffico ferroviario e quello stradale sono rimasti perturbati
ZURIGO
3 ore
L'inganno per vaccinarsi più velocemente
Sempre più persone si dichiarano "a rischio" o utilizzano le loro conoscenze per ottenere il vaccino prima del previsto.
SVIZZERA
4 ore
L'ottimismo delle aziende di coworking, nonostante il Covid
A loro avviso la tendenza al telelavoro conferma le buone prospettive per questa attività
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile