Keystone
SVIZZERA
16.09.20 - 09:190
Aggiornamento : 10:02

«No alla diffusione controllata per raggiungere l'immunità di gregge»

È il parere Task Force. L'approccio è poco sicuro e causerebbe costi enormi per l'economia

BERNA - La Swiss National Covid-19 Science Task Force della Confederazione è contraria a una diffusione controllata su larga scala del nuovo coronavirus per raggiungere l'immunità di gregge, come proposto da alcuni virologi.

In un rapporto disponibile online, gli esperti rilevano che questo approccio ha fondamenta poco sicure e causerebbe costi enormi per l'economia, per la società e per il sistema sanitario.

La task force mette inoltre in guardia sui rischi per la salute. Sarebbe molto difficile proteggere i gruppi di persone a rischio, rileva, dato che il virus si diffonde prima di mostrare i sintomi. «Il numero dei morti aumenterebbe drasticamente se non si riuscisse a tenere sotto controllo l'epidemia» e il sistema sanitario crollerebbe.

Per evitare che ciò avvenga, la task force sostiene che non più di mille pazienti possono trovarsi contemporaneamente in terapia intensiva. Inoltre ci vorrebbe almeno un anno per infettare solo la metà della popolazione, si legge ancora nel rapporto.

Con l'attuale approccio, che mira a mantenere il numero di infezioni il più basso possibile, sono minori le conseguenze per l'economia, secondo gli esperti della Confederazione. A loro avviso questo approccio deve essere portato avanti «fino a quando non sarà disponibile un vaccino».

La strategia di contagio è stata analizzata, tra gli altri, dal capo della Task Force Martin Ackermann, dall'epidemiologo Marcel Tanner e dal professore del Politecnico federale di Zurigo Sebastian Bonhoeffer.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
28 sec
«Una rapina pianificata nei minimi dettagli»
I tre presunti membri dei "Pink Panther" avrebbero allestito un piano meticoloso, pronto a tutto
SVIZZERA
4 min
Il nuovo Mister Corona si è già dimesso
Stefan Kuster, successore di Daniel Koch, aveva iniziato ad aprile e lascia per «motivi personali»
SCIAFFUSA
23 min
Alla guida del suo tir con un paio di birrette di troppo
Un conducente ceco è stato fermato a Sciaffusa con lo 0,7 permille e una montagna di vuoti nell'abitacolo
ARGOVIA
1 ora
Cade dalla sedia a rotelle e si ferisce
Il ferimento della figurante si è verificato durante un'esercitazione di salvataggio nel nuovo tunnel di Eppenberg.
SVIZZERA
2 ore
Sommaruga va da Conte e Mattarella
Martedì prossimo la presidente della Confederazione si recherà a Roma.
SVIZZERA
2 ore
UBS-Credit Suisse: «Le trattative sono state interrotte»
Ci sarebbero molte perplessità all'interno delle rispettive delegazioni sulla possibile fusione fra le due banche.
MONDO
2 ore
Il 2019 ha arricchito i già ricchi
Gli svizzeri primeggiano nella ricchezza lorda pro capite, ma sono anche i più indebitati al mondo
SVIZZERA
3 ore
Multa da 600mila dollari per Credit Suisse
Un portavoce ha spiegato che è stato lo stesso istituto ad accorgersi degli errori nella consegna dei dati
SVIZZERA
4 ore
La percentuale di tamponi positivi resta costante
Da qualche settimana il tasso di positività fluttua tra il 3.4% e il 4%: oggi si attesta al 3.4%.
SVIZZERA
5 ore
Le morti si spostano fuoripista
L'annuale statistica dell'UPI mostra come ci sia stata un'evoluzione nei decessi legati agli sport invernali.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile