Keystone
BERNA
14.09.20 - 22:000
Aggiornamento : 15.09.20 - 08:36

Migros va all'attacco di Aldi e Lidl

La catena di supermercati ha ridotto il prezzo di 600 prodotti. L'analista: «Non sono molti sui 10mila in assortimento».

BERNA - Fare spesa alla Migros costa un po’ meno. Il gigante arancione ha infatti recentemente abbassato il prezzo di 600 prodotti. Un modo per lasciare più soldi in tasca ai clienti, assicura la catena di supermercati. Dietro ai ribassi permanenti, però, ci sarebbe la concorrenza di Aldi e Lidl.

«Le nuove riduzioni di prezzo dovrebbero portare sempre di più la gente a pensare prima alla Migros quando pianifica i propri acquisti», spiega un portavoce del distributore a 20 Minuten. Il prezzo dei peperoni rossi passa così per esempio da 3.80 franchi a 3.30, quello delle cialde al burro M-Classic da 2.70 a 2.20 e quello del Detergente all’aceto M-classic da 2.- a 1.75. Riduzioni fisse in media del 10% che toccano per tre quarti generi alimentari e per un quarto altri articoli.

Finora la Migros era quindi troppo cara? «Già lo scorso anno abbiamo abbassato in maniera permanente il prezzo di numerosi prodotti particolarmente amati», ricorda il portavoce respingendo l’accusa. «Rivediamo regolarmente i conti», aggiunge.

Per Tilman Slembeck, dell’Università di scienze applicate di Zurigo (ZHAW), la nuova politica dei prezzi di Migros non è una sorpresa. Il gigante arancione, infatti, sente particolarmente la pressione «permanente» di Lidl e Aldi: «A causa dei discounter, Migros deve sempre farsi venire in mente qualcosa di nuovo», spiega. La catena, del resto, ha già perso quote di mercato per quanto riguarda i prodotti di uso quotidiano.

Secondo Slembeck, con i suoi ultimi ribassi Migros vuole attirare l’attenzione del pubblico: «Vuole segnalare che fa qualcosa per i suoi clienti», spiega l’analista. Per strappare consumatori in maniera duratura ad Aldi e Lidl, però, ci vorrebbe molto di più. 600 prodotti a prezzo ridotto sui più di 10mila in assortimento, infatti, «non sono molti». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
30 min
Coronavirus ed esercizi pubblici: un controllo su cinque rileva un'infrazione
Sono 17'586 le violazioni registrate, soprattutto in locali notturni
SVIZZERA
1 ora
Al take-away con la gamella
Greenpeace esorta la popolazione a sostenere bar e ristoranti, ma prestando attenzione all'ecologia
SVIZZERA
2 ore
Ad aprile Swiss cancella 9'200 voli
Sono oltre 43'000 i passeggeri interessati dalla misura dovuta alla pandemia
Attualità
2 ore
«La Svizzera ha perso molto prestigio internazionale»
Lo dice l'ex presidente BNS Philipp Hildebrand, che invita la Confederazione a elaborare un piano d'azione
SVIZZERA
2 ore
Sarà un'estate di grandi eventi?
Il ministro della sanità Alain Berset intende autorizzarne lo svolgimento
SVIZZERA
2 ore
La Posta A continuerà a esistere
Il CEO della Posta: «Perché dovremmo tagliare un servizio apprezzato?»
SVIZZERA
3 ore
Per gli alberghi una stagione invernale da dimenticare
Il settore fa i conti con perdite milionarie. E al momento le prenotazioni per l'estate sono inferiori al 2019
FOTO
SAN GALLO
12 ore
«Mi hanno chiamato e mi hanno detto: “Ehi, la tua Ferrari sta bruciando”»
160mila franchi in fumo oggi sulla A13, il racconto del proprietario che... non era il conducente
ARGOVIA
15 ore
Arringa la folla di manifestanti anti restrizioni: docente cantonale licenziato in tronco
Per la direzione, non avrebbe dovuto presentarsi come insegnante. L'interessato: «Rifarei tutto».
FOTO
NEUCHÂTEL
16 ore
Manifestanti anti-misure in corteo a Neuchâtel
È già il secondo corteo quest'anno e c'erano circa 800 manifestanti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile