Archivio Keystone
SVIZZERA
13.09.20 - 13:000

Un test negativo per salvare la stagione turistica invernale

C'è preoccupazione per l'inserimento di più regioni francesi nell'elenco dei paesi a rischio

Il settore si appella quindi alle autorità federali, chiedendo un cambiamento delle regole

BERNA - Un test negativo per evitare la quarantena. È quanto chiede il settore turistico elvetico (si parla di un'alleanza che comprende venti associazioni) per fare fronte in particolare all'imminente stagione invernale. Una stagione che potrebbe subire un duro colpo proprio a causa dell'obbligo di quarantena per i visitatori provenienti da paesi considerati a rischio elevato di contagio, come riferisce la Nzz am Sonntag.

Attualmente sulla lista dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) figura una cinquantina di paesi. E da domani 14 settembre a questi si aggiungono anche diverse regioni di paesi limitrofi, in particolare della Francia. Per i cittadini elvetici è quindi sempre più difficile andare in vacanza all'estero, senza dovere poi rispettare una quarantena di dieci giorni al rientro in Svizzera. 

Ma lo stesso vale anche per coloro che vorrebbero trascorrere le ferie in Svizzera: chi proviene da un paese considerato a rischio e mette piede nel nostro paese, deve dapprima “rinchiudersi” per dieci giorni. E un risultato negativo del test Covid-19 - lo ricorda l'UFSP - non esenta da tale obbligo. Una situazione, questa, che preoccupa ora il settore turistico elvetico: «Per noi si tratta di un duro colpo se durante l'autunno e l'inverno vengono a mancare gli ospiti francesi» afferma infatti Martin Nydegger, direttore di Svizzera Turismo, sentito dal domenicale. Una preoccupazione che si percepisce in particolare nelle regioni sciistiche vallesane e grigionesi.

Il settore lancia quindi un appello alle autorità federali, chiedendo - appunto - una nuova strategia per quanto riguarda test e quarantena. Si parla in particolare di permettere un soggiorno esente da quarantena a quei visitatori da paesi a rischio che arrivano in Svizzera per viaggi d'affari e di piacere con un test negativo non più vecchio di 48 ore. A tale scopo andrebbero inoltre allestiti dei centri per l'esecuzione di test negli aeroporti e nei principali punti d'entrata in Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 min
Gössi contro Chiesa: «Irrispettoso e incoerente»
La presidente del PLR risponde all'attacco del presidente UDC
SVIZZERA
2 ore
Keller-Sutter a favore della Legge sul terrorismo
La consigliera federale si espressa stasera nel corso dell'assemblea straordinaria dei delegati PLR
SVIZZERA
4 ore
Oltre 59'000 firme contro il "matrimonio per tutti"
Si tratta del referendum contro il testo approvato lo scorso dicembre dalle Camere federali
SVIZZERA
5 ore
«Riaprite le terrazze dei ristoranti»
È quanto chiede l'Unione delle città svizzere in una lettera al Governo federale
BERNA
6 ore
Covid, altri 5'583 contagi in Svizzera
Sono invece 146 le ulteriori ospedalizzazioni registrate nelle ultime 72 ore.
URI
7 ore
Esplosioni dei contagi, Uri corre ai ripari
Il Cantone della Svizzera centrale ha introdotto nuove misure per fermare l'avanzata della pandemia.
SVIZZERA
8 ore
Legge Covid-19: «Un no metterebbe in pericolo gli aiuti»
Il Consiglio federale invita il popolo a bocciare il referendum in votazione il prossimo 13 giugno.
Attualità
10 ore
La Co2 mette d'accordo tutti (anche l'industria)
Le associazioni economiche lanciano una campagna a favore della nuova legge: «Un'occasione per la Svizzera»
BERNA
10 ore
L'USAM insorge: «Noi come l'Albania o la Croazia»
Forti critiche al sistema di gestione della pandemia. Quindi l'appello: «Stop alle chiusure»
SVIZZERA
10 ore
Economiesuisse corregge il tiro: «Nessuno vuole 30mila casi al giorno»
Avevano fatto discutere, venerdì, le dichiarazioni di Valentin Vogt, presidente dell'Unione svizzera degli imprenditori.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile