TiPress - foto d'archivio
SAN GALLO
11.09.20 - 12:380

«È corretto negare la naturalizzazione al figlio dell'ex ministro kazako»

Il Tribunale amministrativo federale appoggia la decisione della SEM.

SAN GALLO - La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha agito correttamente nel rifiutare la naturalizzazione a Ilyas Khrapunov, figlio dell'ex ministro e oligarca kazako Victor. È il parere del Tribunale amministrativo federale (TAF), secondo cui la decisione è giustificata da azioni legali in corso.

Nella sua sentenza pubblicata oggi, il TAF ricorda che un'inchiesta penale è pendente in Svizzera contro la famiglia Khrapunov per riciclaggio di denaro. Inoltre, numerose procedure di rimborso di fondi frutto di appropriazione indebita sono state aperte in diversi Paesi, fra cui gli Stati Uniti e l'Inghilterra.

Motivando il proprio no alla naturalizzazione, la SEM aveva parlato di indizi concreti che dimostrano come «la reputazione finanziaria e personale del diretto interessato non sia al di sopra di ogni sospetto». Ilyas Khrapunov si era invece difeso affermando di essere vittima del disegno del regime kazako, intenzionato a danneggiarlo per motivi politici.

Anche se non ritengono quest'ultima versione dei fatti priva di ogni fondamento, i giudici sangallesi hanno osservato che alcune procedure hanno avuto successo e che rimangono dei punti di domanda. Ad esempio, Khrapunov junior ha ricevuto diversi milioni di dollari della madre in circostanze poco chiare.

La domanda depositata nel 2006 è stata completata con analoghe richieste per i suoi due figli, nati nel frattempo. Anch'essi si vedono respinta la naturalizzazione, vista la decisione presa nei confronti del padre. Tuttavia, precisa il TAF, essi hanno la possibilità di presentare domande individuali separate.

Ilyas Khrapunov era giunto dodicenne nella Confederazione - nel 1998 - per studiare. L'uomo è poi stato membro del PPD e del consiglio d'amministrazione dell'aeroporto di Cointrin. I suoi genitori si sono stabiliti a Ginevra dieci anni dopo. Victor Khrapunov, ministro dell'energia e delle misure d'emergenza fino al 2007, ha abbandonato il suo Paese dopo aver rotto col regime del presidente Nursultan Nazarbaiev, del quale è diventato un fervente oppositore. In passato ha sostenuto che lui e la sua famiglia sono stati vittime di minacce e azioni di sorveglianza ordinate dal governo kazako.

La domanda di naturalizzazione di Ilyas Khrapunov era stata sospesa su suo desiderio fra il 2009 e il 2010, dopo che la SEM aveva rilevato che l'interessato non rispettava i requisiti a causa di due condanne per gravi violazioni del codice stradale. L'iter burocratico è poi ripartito dopo che la sua fedina penale è stata ripulita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
OBVALDO
3 ore
Un volo di duecento metri con il Pick-up
La strada innevata è molto probabilmente all'origine dell'incidente avvenuto ieri sera a Sachseln.
TURGOVIA
3 ore
In un bosco turgoviese è stato trovato un cadavere
La macabra scoperta è stata confermata dalla polizia
FOTO
SVIZZERA
4 ore
Da Mister Covid-19 a Mister umorismo
Il Festival Umoristico lo ha premiato «per il modo accattivante» con cui ha affrontato la prima ondata.
FRIBURGO
5 ore
Sei mucche investite e uccise da un treno
Nonostante una frenata d'emergenza, il macchinista non è riuscito a evitare l'incidente di ieri sera a Montet.
NEUCHÂTEL
6 ore
Brucia una palazzina: quattro feriti
L'incendio è divampato la scorsa notte a Cressier: un ferito versa in gravi condizioni.
VAUD
7 ore
Venduta la villa dell'ex dittatore
La tenuta di Savigny, appartenuta a Mobutu Sese Seko, era stata acquistata all'asta da UBS nel 2016.
SVIZZERA
8 ore
Vaccinazioni: mai così tante dosi contro l'influenza
In Svizzera ne sono state ordinate 1,95 milioni, mentre lo scorso anno erano 1,18 milioni
GRIGIONI
10 ore
Nel fiume col carrello elevatore: operaio ferito
L'incidente si è verificato ieri a Coira nell'ambito di un cantiere su un ponte pedonale
SOLETTA
20 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
23 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile