Keystone
Nel canton Zurigo vige ormai l'obbligo
ZURIGO
07.09.20 - 23:300

Per non dover mettere la mascherina, da Zurigo si va far la spesa nei cantoni vicini

L'obbligo determinerebbe un curioso turismo degli acquisti. Un centro commerciale svittese: «L'abbiamo notato subito».

ZURIGO - L'obbligo di portare la mascherina nei negozi recentemente introdotto nel canton Zurigo starebbe determinando un curioso fenomeno di turismo degli acquisti. Diversi zurighesi si recherebbero infatti apposta nei centri commerciali dei cantoni vicini - dove non vige questa imposizione - per evitare di doversi coprire naso e bocca durante lo shopping. 

«Quando due settimane fa nel canton Zurigo è stato introdotto l'obbligo di mascherina notavamo già che c'erano alcuni che venivano da noi apposta», conferma a 20 Minuten Stefan Jenny, direttore del Seedamm-Center di Pfäffikon, a cinque km dal confine cantonale con Zurigo. Una simile percezione ce l'hanno anche gli avventori locali: «Ci sono persone che vengono qui apposta perché qui non si deve indossare la mascherina», assicurano Sarina e Tira, due giovani clienti del centro commerciale che, tuttavia, la mascherina ce l'hanno. 

Anche nel parcheggio del Tivoli, a Spreitenbach, nel canton Argovia ma invero vicinissimo alla Città sulla Limmat, la constatazione è che, sia nel fine settimana sia lunedì, c'erano moltissime auto targate Zurigo. I responsabili del centro commerciale, però, non vogliono esprimersi sul possibile fenomeno di turismo degli acquisti transcantonale. 

«Lo trovo un grosso colpo alla libertà imprenditoriale del nostro cantone», denuncia il granconsigliere zurighese Claudio Schmid (UDC) commentando l'obbligo di mascherina nei negozi. «In tutti gli altri cantoni confinanti non c'è», aggiunge. Per Schmid, non ci sono prove che una simile misura «protegga e serva».    

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Emmi aumenta le vendite nonostante il coronavirus
La borsa ha tuttavia reagito negativamente alle previsioni del risultato Ebit.
ARGOVIA
2 ore
Cadavere in riva alla Limmat, il sospettato ha confessato
Il 31enne fermato martedì avrebbe strangolato l'81enne trovato privo di vita lunedì.
SVIZZERA
3 ore
1'699 casi, 52 decessi e 94 ricoveri nelle ultime 24 ore
I tamponi eseguiti ieri sono stati 26'638. Il 6,4% di questi è risultato positivo al Covid-19.
GRIGIONI
4 ore
Frontale a Mulegns, in tre in ospedale
Fortunatamente nessuno ha riportato ferite gravi.
SVIZZERA
4 ore
Covid in Svizzera: le cifre continuano a scendere
L'UFSP ha tracciato un bilancio complessivo della terza settimana di gennaio.
GRIGIONI
5 ore
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
6 ore
Gestione della pandemia nel mondo: ecco dove si situa la Svizzera
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
7 ore
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
8 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
8 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile