Keystone
VAUD / NEUCHÂTEL
04.09.20 - 13:530

Credit Suisse condannata a un rimborso milionario

Dovrà rimborsare quattro milioni di euro per aver eseguito dei pagamenti a nome di una società non conformi al contratto

LOSANNA - Credit Suisse deve rimborsare 4 milioni di euro a una società di Neuchâtel, secondo una sentenza del Tribunale federale (TF). Il numero due bancario elvetico ha eseguito pagamenti su richiesta di una dipendente della società, caduta in una truffa, senza controllare che tali esborsi fossero conformi al contratto esistente tra la banca e la società.

La dipendente della società in questione era stata indotta a credere da un uomo, fintosi avvocato al telefono, e da e-mail che sarebbero state inviate dal Ceo della società - in viaggio al momento dei fatti - che diversi pagamenti urgenti dovessero essere effettuati a una azienda cinese.

In linea di principio, esisteva un contratto tra la banca e la società secondo cui i pagamenti potevano essere eseguiti solo con una firma collettiva di due. Autorizzati a firmare erano tra gli altri i dipendenti e il Ceo. Gli ordini via e-mail non erano consentiti dal presente accordo.

La donna si era quindi rivolta alla banca per chiedere come si potesse aggirare la firma collettiva, dovendo effettuare diversi pagamenti urgenti. Il sostituto del supervisore aveva consigliato alla dipendente di inviargli una mail con l'esatto ordine di pagamento dopo la telefonata. Ordine che di principio dovrebbe essere anche confermato dal Ceo via e-mail.

Sono seguiti diversi pagamenti per un importo di 4 milioni di euro. I superiori del sostituto del supervisore hanno firmato gli ordini che sono stati loro sottoposti. Secondo il TF , tuttavia, l'impiegato della banca avrebbe dovuto verificare se i pagamenti così emessi fossero conformi al contratto, cosa che non ha fatto.

Inoltre in banca si sarebbe dovuto notare che l'indirizzo e-mail del presunto Ceo non corrispondeva a quello aziendale. Vi erano poi errori di ortografia insoliti nelle e-mail, e due pagamenti riportavano esattamente lo stesso importo. Tutte queste irregolarità avrebbero dovuto portare a un'indagine critica presso la banca, indica il TF.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Covid, nuovi giri di vite in diversi cantoni
Raduni ridotti a Soletta. Mascherine per i docenti a Berna per gli allievi delle medie in Vallese
BERNA
6 ore
Covid, Swiss Olympic: «Servono misure uniformi per lo sport»
In alcuni cantoni gli allenamenti e le gare si svolgono ancora, mentre altrove gli impianti sportivi sono già chiusi.
SVIZZERA
7 ore
Un utile da 15 miliardi per la Banca nazionale svizzera
L'istituto centrale ha approfittato della relativa quiete estiva per riprendersi dagli effetti del confinamento
BERNA
8 ore
Pandemia e anziani: «Scaricate SwissCovid»
L'invito del Consiglio Svizzero degli Anziani: «È essenziale essere registrati»
SVIZZERA
9 ore
«I numeri peggiorano di giorno in giorno»
Il Consigliere federale promette nuove misure: «Potrebbero restare a lungo, dobbiamo valutarle attentamente».
BERNA
9 ore
Bambino piccolo travolto e ucciso da un treno
Il bimbo era finito sulle rotaie a Münsingen ed è morto sul posto in seguito alle ferite riportate
SVIZZERA
9 ore
Il tira-e-molla di Berset
Mascherine all'aperto: il governo sta decidendo le misure da annunciare mercoledì. Il ministro della Sanità cede terreno
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus: in Svizzera 17'440 casi, 259 ricoveri e 37 decessi nel weekend
Nelle ultime 72 ore sono stati effettuati 82'026 tamponi: il tasso di positività è del 21,3%
SVIZZERA
10 ore
La seconda ondata probabilmente non porterà con sé una crisi del lavoro
Secondo Adecco, potrebbe addirittura portare delle nuove opportunità: «Dimostra che l'home office funziona»
SVIZZERA
10 ore
C'è sete d'informazione, ma gli introiti dei media sono in calo
Con la pandemia crescono i fruitori, che sono però raramente disposti a pagare per i contenuti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile