Deposit
GRIGIONI
27.08.20 - 17:340
Aggiornamento : 18:07

Il Parlamento dà il ben servito al giudice scomodo

Peter Schnyder aveva portato all'attenzione dell'opinione pubblica la crisi giudiziaria ed è in malattia da un anno.

La Commissione di giustizia del Gran Consiglio aveva raccomandato la sua non rielezione poiché «troppo individualista» e quindi non compatibile al lavoro di squadra.

COIRA - Il Parlamento cantonale retico non ha rieletto un giudice scomodo. Nell'ambito della crisi giudiziaria del Tribunale cantonale, il Gran Consiglio ha seguito le raccomandazioni della sua Commissione di giustizia.

Il giudice cantonale Peter Schnyder, il magistrato che ha portato all'attenzione dell'opinione pubblica la crisi giudiziaria all'inizio dell'anno, e in congedo causa malattia da oltre dodici mesi, deve terminare la sua attività di giudice cantonale. Schnyder non è stato rieletto dal Gran Consiglio. Nel secondo e decisivo scrutinio ha ricevuto solo 24 voti su 120.

La Commissione di giustizia del Gran Consiglio aveva raccomandato la non rielezione del giudice sessantaduenne. Secondo la commissione lo spiccato individualismo di Schnyder e la sua caparbietà nel sostenere la propria opinione erano incompatibili con il lavoro all'interno di un'autorità collegiale. Inoltre sono emerse gravi violazioni dei suoi doveri d'ufficio.

Il procuratore di Zurigo indaga - Il Parlamento cantonale si è rifiutato di rieleggere il giudice scomodo senza sapere se questi aveva ragione o torto sulla questione. Schnyder è caduto in disgrazia dopo aver accusato il presidente del Tribunale cantonale, Norbert Brunner, di aver commesso un errore giudiziario in una disputa successoria.

Sembra che Brunner abbia modificato a posteriori il verdetto in modo che a una persona non coinvolta nel processo sia stato concesso un importo a sei cifre. Dal canto suo lo stesso Brunner dichiara di aver agito in modo corretto.

Un'indagine esterna del procuratore di Zurigo Andrej Gnehm dovrà ora chiarire la questione. La settimana scorsa è stata infatti annunciata l'apertura di un'indagine penale contro il presidente del tribunale Brunner. Secondo la Commissione di Giustizia del Gran Consiglio, il presidente del tribunale avrebbe commesso una «gravissima violazione dei doveri d'ufficio».

Un nuovo presidente senza esperienza giudiziaria - Le controversie che regnano all'interno del Tribunale cantonale hanno provocato un'ondata di reazioni nei Grigioni. Alcune personalità, come l'ex giudice federale Giusep Nay e l'ex consigliere nazionale Andrea Hämmerle, hanno rilasciato dichiarazioni pubblicamente. Da un anno il tribunale non si è più riunito in seduta plenaria e rimane la mole dei casi pendenti.

Oggi il presidente del tribunale Norbert Brunner non si è ripresentato all'elezione perché andrà in pensione alla fine dell'anno. Il Parlamento cantonale ha eletto Remo Cavegn, giurista e avvocato di Bonaduz, quale nuovo presidente del Tribunale cantonale. Il 48enne capogruppo PDC in Gran Consiglio non ha mai ricoperto una carica giudiziaria.

Sono stati inoltre eletti due nuovi giudici cantonali. Il Tribunale cantonale retico, composto da sei membri, è stato così rinnovato a metà.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TI.CH 3 mesi fa su tio
Che sia fatta chiarezza, magari salterà fuori qualche scheletro dall'armadio.
seo56 3 mesi fa su tio
É la stessa politica della Confederazione all’interno del MPC..
marco17 3 mesi fa su tio
"Dio ci guardi dai lampi e dai tuoni e dalla giustizia del Canton Grigioni" (proverbio popolare retico).
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
31 min
Nel fiume col carrello elevatore: operaio ferito
L'incidente si è verificato ieri a Coira nell'ambito di un cantiere su un ponte pedonale
SOLETTA
10 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
13 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
13 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
14 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
15 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
15 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
16 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
17 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
18 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile