Keystone
ZUGO
25.08.20 - 18:380

Inalò gas tossici e morì, Glencore condannata

Il gigante minerario dovrà versare un risarcimento di 47'000 alla famiglia della vittima, una politica zambiana.

La Corte: «Prove schiaccianti secondo cui la miniera ha ignorato per anni limiti di anidride solforosa fissati dalle autorità».

ZUGO - Il gigante minerario Glencore è stato condannato in Zambia a pagare un risarcimento di un milione di Kwacha zambiani (l'equivalente di 47'000 franchi) alla famiglia di una vittima di gas di scarico tossici. Lo ha deciso la Corte Suprema del Paese dell'Africa australe, respingendo un ricorso dell'azienda.

La giustizia ha raddoppiato l'importo rispetto alla sentenza del tribunale inferiore, ha indicato oggi la radio svizzerotedesca SRF. La vittima era la politica Beatrice Mithi, che circa sei anni fa aveva avuto un attacco d'asma ed era morta dopo aver inalato i fumi di scarico dell'impianto di fusione del rame di Mufulira.

La Corte ha affermato nella motivazione della sentenza che ci sono "prove schiaccianti" secondo cui la miniera di proprietà di Mopani Copper Mines, società controllata da Glencore, "ha ignorato per anni i limiti di anidride solforosa fissati dalle autorità, mettendo così in pericolo il diritto alla vita di un'intera comunità", ha riferito ancora la SRF. La sentenza definitiva apre ora la strada alle cause civili di altre famiglie.

Mopani Copper Mines prende atto della decisione, scrive Glencore in una nota, dicendosi delusa dall'esito del ricorso. La società afferma di avere grande simpatia per la famiglia della signora Mithi e di essere profondamente colpita dalla sua morte.

La fonderia di Mufulira ha più di 80 anni e ha ereditato una serie di complessi problemi, continua la nota. Dall'acquisizione da parte di Glencore nel 2000, sono stati apportati significativi miglioramenti operativi, sostiene l'azienda. Nel frattempo, l'impianto sarà temporaneamente chiuso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Didimon 3 mesi fa su tio
Che strano
sedelin 3 mesi fa su tio
assassini, avrebbero meritato un risarcimento milionario!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
38 min
Nel fiume col carrello elevatore: operaio ferito
L'incidente si è verificato ieri a Coira nell'ambito di un cantiere su un ponte pedonale
SOLETTA
10 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
13 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
14 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
14 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
15 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
16 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
16 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
18 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
19 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile