Keystone
SVIZZERA
21.08.20 - 11:370
Aggiornamento : 12:14

Crediti Covid-19: concessi 16,8 miliardi

Le PMI che hanno ottenuto un credito per far fronte a problemi di liquidità sono 136mila.

Le procedure d'infrazione accertate finora sono 48.

BERNA - Poco più di 136 mila piccole e medie imprese (PMI) hanno ottenuto un credito Covid-19 garantito dalla Confederazione per far fronte ai problemi di liquidità causati dalla pandemia di coronavirus.

È quanto indica la Segreteria di stato dell'economia (SECO) sul suo sito web sulla base di dati freschi pubblicati ieri.

Globalmente sono stati versati, attraverso le 123 banche che hanno partecipato a questa azione, 16,8 miliardi di franchi. In 845 casi sono in corso verifiche approfondite per sospetta frode: in 48 casi tali sospetti si sono concretizzati.

Globalmente sono stati utilizzati il 42% dei mezzi messi a disposizione dalla Confederazione - al massimo 40 miliardi - attribuiti a 136'112 PMI.

In 167 casi, le banche hanno dovuto far capo alle fideiussioni della Confederazione: le perdite inerenti ammontano finora a circa 13,7 milioni. Il termine per l'inoltro delle richieste di aiuto è scaduto il 31 luglio. Per le start-up la scadenza è per fine agosto.

13,8 mld per crediti sotto il milione - Stando ai dati, 13,8 miliardi rientrano nella categoria dei crediti fino a un massimo di mezzo milione: 34'983 PMI hanno ricevuto in media 103 mila franchi di credito transitorio. Per le somme superiori (fino a 20 milioni) si sono annunciate 1129 aziende, per un sostegno medio di 2,7 milioni.

Il 17,1% dei crediti ha preso la direzione dei cantoni di Zurigo e Vaud (10,8%), seguiti dal Ticino (9,3%), Berna (9%), Ginevra (7,7%) e Argovia (5,8%). Tra le banche maggiormente coinvolte nell'operazione, ossia che hanno concesso più crediti, figurano nell'ordine: Raiffeisen (18,2%) e UBS (17,9%), seguite da Postfinance (12%) e Credit Suisse (11,3%). Tale "classifica" vale anche per il volume di crediti attribuiti.

Per quanto riguarda il sostegno alle start-up, i grafici mostrano un totale di crediti concessi finora di 42,7 milioni, suddivisi tra 123 imprese, pari a una media di credito ricevuta di 299 mila franchi.

In Ticino due start-up hanno ottenuto un aiuto per 780 mila franchi in totale. Idem nei Grigioni: 2 aziende per un importo globale di 498 mila franchi. Il grosso della somma stanziata finora ha preso la via del Canton Vaud, dove hanno beneficiato del sostegno finanziario 66 società, per una somma totale di 21,3 milioni (323 mila franchi in media per ogni singola start-up).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
18 min
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
1 ora
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
3 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
GRIGIONI
3 ore
Il progetto pilota dei Grigioni: test a tappeto
Oltre alle restrizioni, per lottare contro la diffusione del virus verranno predisposti dei test territoriali.
SVIZZERA
4 ore
4'382 contagi e 199 ricoveri in 24 ore
In Svizzera sono stati effettuati 27'425 tamponi, il 16% ha dato esito positivo.
GRIGIONI
6 ore
Fermato senza patente domenica. Lo ritrovano al volante giovedì
Il 51enne è incappato in un controllo radar sulla strada del Maloja
SVIZZERA
7 ore
Sabine Keller-Busse nuova responsabile di UBS Svizzera
Prima di entrare in UBS nel 2010 ha guidato la divisione clientela privata di Credit Suisse per Zurigo.
SVIZZERA
8 ore
Sunrise-UPC: svelati i nomi della nuova direzione
Sono figure di entrambe le aziende originarie: «Ora possiamo contare su una squadra eccezionale».
SVIZZERA
8 ore
Dieci persone, ma da due nuclei familiari al massimo
Sarebbe, secondo indiscrezioni, una delle misure che il Consiglio federale annuncerà oggi
ZURIGO
16 ore
Svizzera o Austria: chi sta facendo meglio nella lotta al Covid?
A differenza della Confederazione, l'Austria ha optato per un altro lockdown in autunno.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile