keystone-sda.ch (GIAN EHRENZELLER)
+13
GRIGIONI
21.08.20 - 10:180

Villa Bianca spostata di sei metri

Lo storico edificio di Mulegn, in Val Surses, ha effettuato un viaggio di qualche metro

L'operazione è stata effettuata ieri sera per risolvere un problema viario sulla strada dello Julier.

COIRA - Ieri "Villa Bianca", la casa storica del pasticcere emigrato Jean Jegher di Mulegn (GR), è stata spostata di 6 metri per risolvere un annoso problema viario della strada dello Julier. L'operazione è stata accompagnata da canti della tradizione.

Tra le 20.00 e le 23.20 la villa in stile francese costruita da Jegher a metà dell'Ottocento è stata spostata con successo per fare spazio alla strada nazionale dello Julier, che attraversa il paesino della Val Surses. L'operazione ingegneristica di alto livello tecnico è stata gestita da una ditta specializzata di Morgarten (ZG).

L'ex Consigliere nazionale Andrea Hämmerle, presidente, e Giovanni Netzer, direttore della Fundaziun Origen fautrice del progetto, hanno presentato e guidato la serata storica alla presenza dei media, delle autorità pubbliche, degli enti sostenitori del progetto e, non da ultimo, della popolazione di Mulegn. «Una casa delle bambole viaggiante», così Netzer ha descritto il momento magico.

Mentre il vecchio edificio percorreva lentamente e solennemente un viaggio di pochi metri, al suo interno quattro cantanti si affacciavano a balconi o finestre, a turno o tutti insieme, cantando le canzoni della nostalgia romancia. «Chi partiva dalle nostre valli dei Grigioni, lasciava una terra che non lo nutriva. Spesso chi partiva lo faceva per sempre. Pochi sono tornati coronati da successo. Uno di questi è stato il pasticciere e confettiere Jean Jegher che fece fortuna a Bordeaux, in Francia. Questo progetto rende onore a lui e a tutti gli emigranti grigionesi», ha detto ancora Netzer.

Giovanni Netzer sposta le case - «Nella mia carriera di politico ho avuto la possibilità di seguire molti progetti. Progetti lunghi mai realizzati, progetti venuti male, progetti venuti bene e progetti troppo ambiziosi», spiega Andrea Hämmerle durante il suo saluto nella grande sala del vecchio Post Hotel Löwen, adiacente alla "Villa bianca". «Giovanni Netzer ha saputo spostare una casa storica in soli due anni, dopo che la popolazione di Mulegn e il Cantone dei Grigioni ne avevano discusso per oltre vent'anni senza mai prendere una decisione operativa».

Nei prossimi due mesi e mezzo la "Villa bianca" sarà messa in sicurezza unendola alle nuove fondamenta. In una fase successiva verrà allestita una mostra dedicata alla storia della pasticceria e del cioccolato. «Ma il lavoro più importante che ci attende sarà la raccolta dei finanziamenti per un restauro di qualità. Il salvataggio della "Villa bianca" può essere considerato un tributo in onore del popolo di pasticceri dei Grigioni che nei secoli passati emigrò in tutta Europa». Sono le parole di Giovanni Netzer, il teologo e regista ritornato nella sua terra dopo anni di studio all'estero il quale, oltre a progetti culturali, si occupa anche di sviluppo territoriale.

La Fundaziun Origen - La Fundaziun Origen è presieduta dall'ex Consigliere nazionale Andrea Hämmerle, di Pratval (GR) e guidata dal direttore artistico Giovanni Netzer di Savognin (GR). L'ente culturale si dedica al sostegno e alla produzione di un teatro musicale nuovo e di livello professionale. Ha la sua sede principale nel centro dei Grigioni, nel castello Riom, ristrutturato quale teatro nel 2006, e ubicato nei pressi di Savognin.

Le rappresentazioni culturali non si tengono però soltanto nella Val Surses, il territorio fra Tiefencastel (GR) e il Passo dello Julier. Numerosi spettacoli sono stati presentati anche a Coira, in Valposchiavo, in Engadina, in Val Müstair, nella Domigliasca oppure nella torre rossa in cima al Passo del Giulia.

keystone-sda.ch (GIAN EHRENZELLER)
Guarda tutte le 17 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
20 min
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
4 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
4 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
4 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
6 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
6 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
6 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
8 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
9 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
11 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile