Keystone
SVIZZERA
20.08.20 - 12:090
Aggiornamento : 13:58

Resistenza agli antibiotici e altre malattie spaventano maggiormente gli svizzeri

Uno studio commissionato dalla CSS svela i timori della popolazione elvetica.

Dopo la prima ondata solo lo 0.6% delle persone contattate indicava il coronavirus come «la malattia più temuta». Uno svizzero su tre farebbe comunque il vaccino una volta disponibile.

BERNA - Nonostante l'enorme dibattito attorno al coronavirus, la popolazione svizzera teme molto di più altre malattie e la resistenza agli antibiotici, nonché la contaminazione dell'acqua potabile, rispetto ai contagi da Covid-19. È quanto emerge da uno studio dell'Istituto demoscopico Sotomo realizzato per conto dell'assicurazione malattia CSS.

Stando all'indagine - che è stata condotta a inizio giugno, ovvero dopo il picco della prima ondata della pandemia - il coronavirus rappresenta la malattia più temuta unicamente per lo 0,6% delle 4'217 persone interrogate nelle tre regioni linguistiche del Paese. E soltanto lo 0,3% ritiene l'infezione da Covid-19 come la malattia più grave finora conosciuta.

Tuttavia circa il 33% degli interpellati si vaccinerebbe sicuramente contro il coronavirus e il 30% lo farebbe probabilmente qualora un vaccino fosse disponibile, indica la CSS in una nota odierna. La propensione a farsi vaccinare è più elevata presso le persone anziane.

Successo delle misure di prevenzione - Grazie al successo delle misure di prevenzione, il Covid-19 rappresenta solo per poche persone un'esperienza di malattia grave direttamente affrontata o vissuta da loro conoscenti. Complessivamente il 38% è d'avviso che le pandemie costituiscano un rischio importante per la società.

Tale cifra sembra modesta rispetto ad altre sfide di sanità pubblica, sottolinea la CSS. A titolo di paragone, il 72% afferma che la diffusione di germi resistenti agli antibiotici rappresenta una grande pericolo per la società, il 63% teme le malattie psichiche per le lor conseguenze e oltre la metà (53%) vede un grave rischio nell'inquinamento dell'acqua potabile a causa di ormoni o pesticidi.

Giovani si sentono spesso malati - Sempre stando allo studio, pur godendo di buona salute, i giovani si sentono spesso malati. In tutte le fasce d'età a partire da 18 anni, oltre il 90% afferma di essere già stato gravemente malato almeno una volta.

Se per i giovani figurano in primo piano le malattie psichiche, le ferite e le infezioni, tra gli anziani a essere più frequenti sono le malattie cardiovascolari, i tumori e i disturbi all'apparato motorio.

Paura delle reazioni - Numerose persone interrogate si dicono preoccupate dalle malattie a causa della paura delle reazioni del loro entourage e della società. Oltre un quinto ritiene inoltre che la Svizzera disponga di una conoscenza sufficiente di tutti i tipi di malattia.

Il timore di essere incompresi è particolarmente diffuso nella giovane generazione. Nella fascia d'età compresa tra i 18 e i 35 anni, il 58% afferma di nascondere potenzialmente una malattia a causa delle reazioni che potrebbe suscitare. Tra gli ultra 65enni tale quota si situa attorno al 34%.

Ticinesi spesso dal medico - Dall'indagine risulta inoltre che i ticinesi si rivolgono più spesso a un medico rispetto agli Svizzeri tedeschi. In quest'ultima regione linguistica la metà degli interrogati aspetta di vedere se i sintomi di una malattia scompaiono da soli prima di consultare un medico. In Romandia, procede così il 37% degli interpellati, mentre nella Svizzera italiana soltanto un quarto.

Infine, la fonte d'informazione più importante per tutte le fasce d'età resta il medico di famiglia (72%), seguito da internet (46%). Circa il 60% delle persone intervistate, in particolare i 18-25enni, dichiara tuttavia di essersi sentita mal informata sul web.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Luca Civelli 3 mesi fa su fb
Siamo ragionevoli noi,cosa credevate?
Loris Zanchetta 3 mesi fa su fb
Bravi bravi correte a vaccinarvi Zio Billy gates non aspetta altro. La Pandemia sparirá da sola gia rispetto la scorsa Primavera si é molto indebolita
Eleonora Satoko 3 mesi fa su fb
Sono i giornalisti a spaventare maggiormente gli svizzeri 😡
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
La frase più bella è grazie alle misure preventive alle lotta contro il Covid-19 😂
Matti Edera Tiger 3 mesi fa su fb
Spaventano più di Tio?
Daniela Paolo Varisco 3 mesi fa su fb
Non si può che condividere, in questo momento il Covid non rappresenta più, almeno dalle nostre parti, una malattia pericolosa, basti vedere la mortalità in Ticino negli ultimi 2 mesi.
Summerer 3 mesi fa su tio
Se per gli svizzeri la pandemia non è al primo posto delle preoccupazioni, vuol dire che i commenti qui, cosi' come i giornalisti che lavorano al TIO, non sono fatti dagli svizzeri. Poi ti pregherei di evitare di farti passare sempre per svizzero e poi fai sempre commenti, senza senso, senza fatti e denigratori sugli svizzeri… tja... mi fai tristezza!
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
La frase più bella è, grazie al successo delle misure di prevenzione al Covid-19 😂
Jimmy Meier 3 mesi fa su fb
Ovvio
momo73 3 mesi fa su tio
Il termine ipocondria è riferito a una forma clinica dei disturbi d'ansia caratterizzata dalla preoccupazione ingiustificata ed eccessiva nei confronti della propria o della altrui salute... wikipedia docet
Manuela Decarli 3 mesi fa su fb
la cosa che mi spaventa di più è l'ignoranza e il menefreghismo della gente
marco17 3 mesi fa su tio
Non temo il Covid, temo le misure assurde che medici, politici e altri menagramo dal pensiero totalitario vorrebbero imporci con l'assurda pretesa di lottare contro una malattia che fa meno vittime del fumo e dell'alcool.
spank77 3 mesi fa su tio
@marco17 regime totalitario ?????
sedelin 3 mesi fa su tio
@marco17 me too
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 PENSIERO totalitario (leggi attentamente)
spank77 3 mesi fa su tio
@sedelin I fini sono gli stessi carissimo.
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 rileggi, và!
Norvegianviking 3 mesi fa su tio
Beh tenuto conto che siamo un popolo di ipocondriaci... Dal dottore e in farmacia anche per un dito spelacchiato. Poi ci si lamenta se aumenta la cassa malati. Fate voi.
Pongo 3 mesi fa su tio
io personalmente non ho paura del Covid, dei fantasmi, degli zingari o delle streghe.. ho paura soltanto delle 3 P: Politici, Preti, Polizia
Massimo D'Onofrio 3 mesi fa su fb
Includerei le potenziali modifiche al DNA da cibo o vaccini
Francesco Bevilacqua 3 mesi fa su fb
Esattameeeeeente!
Davide Galfetti 3 mesi fa su fb
Massimo qualsiasi cibo "modifica" il DNA, non c'è nessun complotto dietro. PS: Evito di entrare nel discorso dei vaccini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
3 ore
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
SVIZZERA
8 ore
Con l'inverno meteorologico arrivano anche i primi fiocchi
Martedì è attesa una prima spolverata di neve, in alcune zone anche a basse quote.
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Rapina in un ufficio postale, si cerca una coppia di rapinatori
L'auto usata per la fuga, rubata poco prima, è stata data alle fiamme
SVIZZERA
10 ore
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
10 ore
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
12 ore
La sicurezza del vaccino? Non è negoziabile
La Svizzera, assicura Nora Kronig, non scenderà a compromessi
SVIZZERA
12 ore
L'edizione 2021 del Forum economico mondiale è in forse
Klaus Schwab spiega che la manifestazione avrà luogo solo in condizioni di assoluta sicurezza
SVIZZERA
13 ore
È morta la donna più anziana della Svizzera
«Se mia madre sapesse che sono diventata così vecchia...», affermava la vegliarda in un libro a lei dedicato
SVIZZERA
14 ore
Scuole reclute da record nel 2021
«Sarà la più grande della storia recente» spiega il capo dell'esercito, comandante di corpo Thomas Süssli
SVIZZERA
15 ore
PPD, oggi si decide su nuovo nome e fusione con il PBD
L'assemblea dei delegati si svolge in modo decentrato a causa della pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile