Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
19.08.20 - 17:240
Aggiornamento : 18:26

Le misure per risparmiare non piacciono ai medici

«Questa limitazione della libera scelta del dottore può portare alla discriminazione dei pazienti con malattie croniche»

Alcune misure proposte dal Consiglio federale per risparmiare in ambito sanitario non vanno nella giusta direzione, secondo la Federazione svizzera dei medici (FMH), che in una prima reazione sostiene che esse avranno un «impatto negativo sulle cure». Scontenta anche l'associazione di assicuratori Curafutura, che parla di rischio di nazionalizzazione del sistema.

In base al pacchetto posto in consultazione oggi, tutti i cittadini dovranno scegliere un fornitore di servizi a cui rivolgersi in caso di problemi di salute, una sorta di punto d'accesso da cui passare: un medico di famiglia, uno studio medico o un centro di telemedicina. In poche parole non sarà più possibile correre direttamente da uno specialista.

Secondo la FMH, questa misura renderà più difficile trovare un medico di propria scelta in modo rapido e senza ostacoli. Questa limitazione della libera scelta del dottore può portare alla discriminazione dei pazienti con malattie croniche che dipendono da un rapporto a lungo termine tra paziente e medico, aggiunge la FMH in un comunicato.

La Federazione è inoltre preoccupata dalla possibilità di adottare misure correttive, come le riduzioni tariffarie, per evitare il superamento dei costi. Queste due misure avrebbero un impatto significativo sulla soddisfazione del paziente e sulla qualità dell'assistenza medica, rileva la FMH.

Curafutura teme "nazionalizzazione" - Secondo Curafutura, le misure proposta porterebbero alla «nazionalizzazione del sistema sanitario». La maggioranza dei suoi membri respinge l'introduzione di obiettivi di costo e di quantità per tutti i settori. In un comunicato, Curafutura afferma di ritenere più importante creare una maggiore trasparenza nell'evoluzione dei costi e incoraggiare lo sviluppo di modelli innovativi da parte degli assicuratori sanitari.

Scettica anche Santésuisse, l'altra grande associazione mantello degli assicuratori malattia. «La libertà di scelta dei pazienti è un valore centrale a cui non bisogna rinunciare con leggerezza», scrive in una nota odierna. Riguardo all'introduzione degli obiettivi, questi «non devono comportare un aumento della burocrazia e devono tenere sufficientemente conto degli interessi di chi paga i premi», sostiene Santésuisse.

Syna - In una nota il sindacato Syna afferma che la pressione supplementare peggiorerà ulteriormente la cattiva amministrazione del sistema sanitario. C'è già una carenza di personale e la maggior parte degli infermieri lascia la professione dopo qualche anno a causa delle cattive condizioni di lavoro, avverte. «Parlare oggi di misure di austerità nel sistema sanitario è cinico», secondo Migmar Dhakyel, segretario centrale di Syna. Al contrario, c'è bisogno di investimenti e di una ridistribuzione mirata ed equa dei fondi nel settore in un momento in cui la crisi del coronavirus è appena superata in Svizzera, scrive il sindacato. La pandemia ha dimostrato che è necessario tornare a un servizio pubblico forte.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
2 ore
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
SVIZZERA
4 ore
Nuove misure anti-Covid: la soddisfazione di bar e club
Il Consiglio federale «ci ha ascoltati» si legge in un comunicato, che parla di «segnale importante» per il settore
SVIZZERA
5 ore
Ecco le nuove misure decise dal governo
Nuove restrizioni contro il Covid: è iniziata la conferenza stampa da Palazzo Federale. Segui la diretta
SVIZZERA
5 ore
I contagi in Svizzera rimangono sotto i 10mila
A livello nazionale il 75,03% della popolazione over 12 è completamente vaccinato
SVIZZERA/GERMANIA
6 ore
La Svizzera è nella black-list tedesca
La decisione di Berlino: quarantena di dieci giorni per i non vaccinati in arrivo dalla Confederazione
SVIZZERA
7 ore
Vaccinazione anti-Covid gratuita anche nel 2022, frontalieri compresi
Il Consiglio federale ha stabilito che le spese continueranno a essere assunte dall'assicurazione sanitaria obbligatoria
SVIZZERA
7 ore
L'obbligo di quarantena mette in ginocchio il turismo
L'appello del direttore dell'aeroporto di Zurigo: «Il Consiglio federale deve aggiustare rapidamente il tiro»
VALLESE
9 ore
Vuoi un vigneto in Vallese? Basta un franco
L'uva non è più redditizia e i coltivatori se ne disfano a prezzi simbolici
BASILEA
10 ore
Bus contro un muro, 9 feriti
La neve ieri pomeriggio a Basilea ha causato un grave incidente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile