Keystone
BERNA
17.08.20 - 16:500

Famiglia indiana deve lasciare la Svizzera dopo 20 anni

Per il tribunale amministrativo i genitori non sono integrati e non hanno fatto abbastanza per ridurre i loro debiti.

La decisione tocca anche il figlio di 11 e la figlia di 16 anni (entrambi nati in Svizzera). Per quest'ultima c'è però ancora uno spiraglio.

BERNA - Una famiglia indiana, compresi i due figli nati in Svizzera, dovrà lasciare la Confederazione dopo 20 anni: lo ha stabilito il tribunale amministrativo bernese. Tuttavia, per la figlia 16enne c'è ancora uno spiraglio.

Il padre di famiglia, un 53enne giunto in Svizzera alla fine del 2000, per i primi dieci anni lavorava come project manager e consulente per diverse aziende. In questo periodo di tempo è però rimasto più volte in disoccupazione e nel 2009 ha fondato un'azienda, poi fallita solo pochi mesi dopo. Con il trascorrere del tempo ha provato a fondare altre imprese, senza successo: nel 2017 è stato condannato a una pena detentiva di 30 mesi parzialmente sospesa per, tra le altre cose, appropriazione indebita, bancarotta fraudolenta e cattiva gestione.

In seguito il Canton Berna ha rifiutato di prorogare il suo permesso di soggiorno e ha espulso la famiglia - composta da quattro persone - dalla Svizzera. La decisione delle autorità è ora confermata dal tribunale amministrativo bernese, che ha respinto l'appello della famiglia.

Secondo i giudici, nonostante il ventennio trascorso in Svizzera, i genitori non hanno dato prova d'integrazione. Inoltre, la coppia non ha fatto abbastanza sforzi per cercare di ridurre la loro montagna di debiti. La decisione tocca anche il figlio di 11 e la figlia di 16 anni, nati in Svizzera. La giovane adolescente, tuttavia, potrebbe ancora rimanere nella Confederazione.

In considerazione delle "circostanze particolari", il tribunale ritiene ipotizzabile che alla 16enne - la quale ha iniziato un corso di formazione professionale di tre anni nell'agosto 2019 - possa essere concesso un permesso di dimora autonomo, a condizione che siano garantiti sostegni e mezzi finanziari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
3 ore
A 239 km/h sui 120: rischia almeno un anno di carcere
Si tratta di un ventenne che la polizia ha fermato sabato in Vallese, lungo l'autostrada A9
SVIZZERA / UNIVERSO
4 ore
Sarà un robot svizzero a ripulire lo spazio
I detriti presenti sull'orbita terrestre saranno ripuliti da un robot realizzato dal Politecnico federale di Losanna
ZURIGO
6 ore
Credit Suisse: arriva il banchiere con il burnout
Sarà il nuovo presidente del Cda. Il suo "esaurimento" l'ha portato a rivalutare la salute mentale dei dipendenti.
SVIZZERA
7 ore
«Non vogliamo vaccinare i bambini per ora»
Il punto da Berna con la responsabile delle malattie infettive Virginie Masserey e il capo-farmacista dell'Esercito
GRIGIONI
8 ore
«Meglio la gente sulle piste, che in paese»
Il governo grigionese non vuole sentir parlare di chiusura degli impianti. «Così i turisti si riverseranno nei centri»
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
9 ore
Terribile schianto in galleria: morta una 55enne
L'incidente è avvenuto questa mattina nel tunnel di Eggflue sull'A18 in territorio di Grellingen.
SVIZZERA
9 ore
Quando si sceglie il partner i soldi non contano... ma dopo sì
Secondo un sondaggio della Banca Cler, quando un rapporto si consolida aumenta anche l'importanza del denaro
SVIZZERA
9 ore
Violi le norme Covid? Multe fino a 300 franchi
Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale che sta esaminando le modifiche alla Legge Covid-19
SVIZZERA
10 ore
Covid, in Svizzera altri 3'802 casi e 107 decessi
Il 19,2% dei test effettuati nelle ultime ventiquattro ore sono risultati positivi
FOTO
SVIZZERA
10 ore
Decine di incidenti nelle prime ore del mattino
Con dicembre arriva la neve. E con essa i primi disagi sulle strade.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile