Keystone
Il Tribunale distrettuale di Zurigo.
SVIZZERA
12.08.20 - 17:540

Chiesti 15 e 13 anni di galera per i "genitori dell'orrore"

In aula, i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda

I due imputati sono in particolare accusati di avere rinchiuso, picchiato, umiliato e isolato quasi quotidianamente dal mondo esterno una figlia e un figlio.

ZURIGO - Sono accusati di avere inferto per anni pesanti maltrattamenti ai figli e per questo sono stati soprannominati i "genitori dell'orrore": la coppia, nel frattempo divorziata, è comparsa oggi davanti al Tribunale distrettuale di Zurigo. La pubblica accusa ha richiesto 15 anni di reclusione per il padre e tredici per la madre.

Secondo l'atto d'accusa, gli abusi sono stati commessi fra il 2003 e il 2010 nella loro abitazione a Zurigo, dove vivevano con sette figli. Il padre, un imbianchino 49enne del Kosovo, e la madre, cittadina svizzera di 48 anni, sono in particolare accusati di avere rinchiuso, picchiato, umiliato e in gran parte isolato quasi quotidianamente dal mondo esterno una figlia e un figlio.

I due figli frequentavano la scuola dell'infanzia quando sono iniziati i maltrattamenti. Per rispetto della loro sfera privata, il tribunale ha vietato ai media di fornire informazioni più dettagliate.

Padre e madre devono rispondere di lesioni personali gravi plurime e di ripetuti sequestri di persona. L'uomo è inoltre accusato di atti sessuali con fanciulli, coazione sessuale e messa in pericolo della vita altrui.

Al primo giorno del processo - il secondo e ultimo giorno di dibattimenti è in programma il 2 settembre - i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda. Padre e madre sono stati arrestati nel 2018 e da allora si trovano in regime di carcerazione di sicurezza.

La procuratrice, che sostiene l'accusa, ha chiesto di giudicarli colpevoli di tutte le imputazioni. «I bambini sono stati esposti per anni a un vero e proprio regime di tortura e terrore», ha dichiarato la procuratrice.

Le prove nei loro confronti sono schiaccianti. I bambini - ha detto la procuratrice - hanno fatto dichiarazioni «sobrie, credibili e coerenti tra loro». Altri indizi inconfutabili sono emersi dalle dichiarazioni fatte da insegnanti, vicini, da un assistente domiciliare, dai medici che hanno visitato i bambini e dalle varie segnalazioni di pericolo fatte alle autorità.

Il calvario per i due figli si è concluso nel dicembre 2010, quando sono stati collocati dalle autorità in un'istituzione specializzata. Entrambi erano sottopeso e malnutriti, mostravano un comportamento infantile e avevano un vocabolario molto limitato. La pubblica accusa ritiene che una volta adulti, entrambi dovranno chiedere una rendita d'invalidità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Abuso di crediti Covid: oltre un miliardo sotto la lente
Il Controllo federale delle finanze ha trasmesso alla SECO 4'646 garanzie per ulteriori approfondimenti
ZURIGO
9 ore
Super ricchi: immutata la classifica dei top 3 svizzeri
In testa sempre la famiglia erede del gruppo Roche.
SVIZZERA
9 ore
Il vaccino? «Dapprima alle coppie “internazionali”»
La proposta: le persone non sposate con una relazione a distanza dovrebbero avere un accesso prioritario al vaccino
SVIZZERA
10 ore
La Svizzera è sempre più l'Eldorado ferroviario d'Europa
In media, ogni anno, prendiamo 74 volte il treno percorrendo 2'505 chilometri.
SVIZZERA
12 ore
«In Svizzera si potrà andare a sciare»
Lo assicura il consigliere federale Alain Berset durante un odierno incontro coi media
FOTO
ZURIGO
12 ore
Zurigo ricorda il suo Köbi con una targa
Nel primo anniversario della sua morte, la Città ha posto la placca commemorativa sulla casa in cui è cresciuto.
SVIZZERA
12 ore
Un'app impedisce ai minori di acquistare alcol
Si chiama Jack ID-Scan e permette di determinare velocemente l'età dell'acquirente
SVIZZERA
13 ore
Che batosta per la Posta
Il Covid ha affossato i ricavi nei primi tre trimestri. Ma si vede una luce in fondo al tunnel
BERNA
13 ore
Polemiche su come la Procura federale ha gestito il dossier della 28enne
Fra chi pensa che ci siano stati errori e leggerezza e chi è convinto che abbia agito correttamente, la politica divisa
SVIZZERA
15 ore
Covid, in Svizzera altri 4'509 casi e 79 decessi
Nelle ultime ventiquattro ore sono stati effettuati 28'740 test, con un tasso di positività del 15,7%
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile