Keystone
Il Tribunale distrettuale di Zurigo.
SVIZZERA
12.08.20 - 17:540

Chiesti 15 e 13 anni di galera per i "genitori dell'orrore"

In aula, i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda

I due imputati sono in particolare accusati di avere rinchiuso, picchiato, umiliato e isolato quasi quotidianamente dal mondo esterno una figlia e un figlio.

ZURIGO - Sono accusati di avere inferto per anni pesanti maltrattamenti ai figli e per questo sono stati soprannominati i "genitori dell'orrore": la coppia, nel frattempo divorziata, è comparsa oggi davanti al Tribunale distrettuale di Zurigo. La pubblica accusa ha richiesto 15 anni di reclusione per il padre e tredici per la madre.

Secondo l'atto d'accusa, gli abusi sono stati commessi fra il 2003 e il 2010 nella loro abitazione a Zurigo, dove vivevano con sette figli. Il padre, un imbianchino 49enne del Kosovo, e la madre, cittadina svizzera di 48 anni, sono in particolare accusati di avere rinchiuso, picchiato, umiliato e in gran parte isolato quasi quotidianamente dal mondo esterno una figlia e un figlio.

I due figli frequentavano la scuola dell'infanzia quando sono iniziati i maltrattamenti. Per rispetto della loro sfera privata, il tribunale ha vietato ai media di fornire informazioni più dettagliate.

Padre e madre devono rispondere di lesioni personali gravi plurime e di ripetuti sequestri di persona. L'uomo è inoltre accusato di atti sessuali con fanciulli, coazione sessuale e messa in pericolo della vita altrui.

Al primo giorno del processo - il secondo e ultimo giorno di dibattimenti è in programma il 2 settembre - i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda. Padre e madre sono stati arrestati nel 2018 e da allora si trovano in regime di carcerazione di sicurezza.

La procuratrice, che sostiene l'accusa, ha chiesto di giudicarli colpevoli di tutte le imputazioni. «I bambini sono stati esposti per anni a un vero e proprio regime di tortura e terrore», ha dichiarato la procuratrice.

Le prove nei loro confronti sono schiaccianti. I bambini - ha detto la procuratrice - hanno fatto dichiarazioni «sobrie, credibili e coerenti tra loro». Altri indizi inconfutabili sono emersi dalle dichiarazioni fatte da insegnanti, vicini, da un assistente domiciliare, dai medici che hanno visitato i bambini e dalle varie segnalazioni di pericolo fatte alle autorità.

Il calvario per i due figli si è concluso nel dicembre 2010, quando sono stati collocati dalle autorità in un'istituzione specializzata. Entrambi erano sottopeso e malnutriti, mostravano un comportamento infantile e avevano un vocabolario molto limitato. La pubblica accusa ritiene che una volta adulti, entrambi dovranno chiedere una rendita d'invalidità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
23 min
Il Governo raccoglie ampi consensi dopo gli adeguamenti odierni
Partiti e associazioni hanno accolto favorevolmente i provvedimenti.
SVIZZERA
29 min
«Ecco cosa cambia per i test»
Il Consiglio federale e l'Ufsp hanno cambiato strategia per quanto riguarda l'esecuzione di tamponi.
LUCERNA
1 ora
Dal ritiro della patente all'arresto per una piantagione di canapa
La vicenda - avvenuta nel Canton Lucerna - era cominciata con un automobilista incappato in un controllo della polizia
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera 2'222 casi, 58 decessi e 85 ricoveri
Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 27'204 tamponi. L'8,2% di questi è risultato positivo al Covid-19
BASILEA CITTA'
3 ore
Lonza vuole aumentare la produzione del vaccino di Moderna
Con 7,5 milioni di dosi ordinate, l'"antidoto" ha un ruolo centrale nel piano di vaccinazione svizzero.
SVIZZERA
4 ore
Altri miliardi per i casi di rigore e aiuti per i disoccupati
Il Consiglio federale ha deciso di portare da 2,5 a 5 i miliardi da destinare alle aziende in difficoltà.
SVIZZERA
4 ore
In Svizzera solo col test negativo (se si arriva da un paese a rischio)
Il Consiglio federale punta anche su un maggiore impiego dei test rapidi per individuare gli asintomatici
SVIZZERA
6 ore
Consiglieri federali già vaccinati: «Abbiamo solo sette ministri, non 21»
Nonostante nessuno abbia più di 75 anni, Ignazio Cassis difende la scelta di vaccinare i membri del Governo.
VIDEO
ZURIGO
6 ore
In arresto il pirata con lo Jägermeister, sequestrata l'auto
Qualche settimana fa un gruppo di giovani si è filmato a folle velocità sull'autostrada.
FRIBURGO
6 ore
Il carrello non esce e l'aereo finisce nella neve
Spettacolare incidente, fortunatamente senza gravi conseguenze, quello avvenuto ieri all'aerodromo di Ecuvillens
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile