Keystone
Il Tribunale distrettuale di Zurigo.
SVIZZERA
12.08.20 - 17:540

Chiesti 15 e 13 anni di galera per i "genitori dell'orrore"

In aula, i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda

I due imputati sono in particolare accusati di avere rinchiuso, picchiato, umiliato e isolato quasi quotidianamente dal mondo esterno una figlia e un figlio.

ZURIGO - Sono accusati di avere inferto per anni pesanti maltrattamenti ai figli e per questo sono stati soprannominati i "genitori dell'orrore": la coppia, nel frattempo divorziata, è comparsa oggi davanti al Tribunale distrettuale di Zurigo. La pubblica accusa ha richiesto 15 anni di reclusione per il padre e tredici per la madre.

Secondo l'atto d'accusa, gli abusi sono stati commessi fra il 2003 e il 2010 nella loro abitazione a Zurigo, dove vivevano con sette figli. Il padre, un imbianchino 49enne del Kosovo, e la madre, cittadina svizzera di 48 anni, sono in particolare accusati di avere rinchiuso, picchiato, umiliato e in gran parte isolato quasi quotidianamente dal mondo esterno una figlia e un figlio.

I due figli frequentavano la scuola dell'infanzia quando sono iniziati i maltrattamenti. Per rispetto della loro sfera privata, il tribunale ha vietato ai media di fornire informazioni più dettagliate.

Padre e madre devono rispondere di lesioni personali gravi plurime e di ripetuti sequestri di persona. L'uomo è inoltre accusato di atti sessuali con fanciulli, coazione sessuale e messa in pericolo della vita altrui.

Al primo giorno del processo - il secondo e ultimo giorno di dibattimenti è in programma il 2 settembre - i due ex coniugi hanno respinto tutti gli addebiti, accusandosi a vicenda. Padre e madre sono stati arrestati nel 2018 e da allora si trovano in regime di carcerazione di sicurezza.

La procuratrice, che sostiene l'accusa, ha chiesto di giudicarli colpevoli di tutte le imputazioni. «I bambini sono stati esposti per anni a un vero e proprio regime di tortura e terrore», ha dichiarato la procuratrice.

Le prove nei loro confronti sono schiaccianti. I bambini - ha detto la procuratrice - hanno fatto dichiarazioni «sobrie, credibili e coerenti tra loro». Altri indizi inconfutabili sono emersi dalle dichiarazioni fatte da insegnanti, vicini, da un assistente domiciliare, dai medici che hanno visitato i bambini e dalle varie segnalazioni di pericolo fatte alle autorità.

Il calvario per i due figli si è concluso nel dicembre 2010, quando sono stati collocati dalle autorità in un'istituzione specializzata. Entrambi erano sottopeso e malnutriti, mostravano un comportamento infantile e avevano un vocabolario molto limitato. La pubblica accusa ritiene che una volta adulti, entrambi dovranno chiedere una rendita d'invalidità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
2 ore
Covid: il 20% dei positivi non presenta sintomi
È la conclusione a cui è giunto uno studio effettuato all'Università di Berna.
BERNA
4 ore
Gas lacrimogeni e getti d'acqua, la polizia interviene a Berna
Una manifestazione in Piazza federale, e un'altra che vi si è aggiunta: la polizia ha avuto un pomeriggio di fuoco
BELLINZONA
4 ore
Processo FIFA: l'accusa chiede 36 mesi per Valcke
Con la possibilità di sospenderne una parte con la condizionale, con lui alla sbarra Nasser Al-Khelaifi e Joel Pahud
SVIZZERA
7 ore
Easyjet Svizzera, buona estate nonostante il virus
Il direttore generale Jean-Marc Thévenaz si aspetta che le tariffe aeree possano scendere
SVIZZERA / EUROPA
8 ore
Mega-fusioni bancarie in vista? «Ci stiamo preparando»
Secondo Sergio Ermotti sono ormai «inevitabili».
SVIZZERA
8 ore
I premi salgono ancora, purtroppo
Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari
SVIZZERA
9 ore
Altre 286 infezioni, 14 ricoveri e 3 decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 50'664. Le vittime sono almeno 1'773.
BERNA
10 ore
Piazza federale, "no" del Consiglio nazionale allo sgombero
«La Camera del popolo non è responsabile di quanto avviene a Berna. Spetta a Città e Cantone»
SVIZZERA
10 ore
Il pensionamento anticipato è un miraggio
Le riduzioni della rendita per il resto della vita pesano sull'economia familiare e in futuro sarà ancora peggio
SVIZZERA
11 ore
Il lato salutare del lockdown
I dati in possesso della Suva evidenziano un calo degli infortuni, soprattutto nel tempo libero, fra marzo e maggio.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile