keystone-sda.ch (PETER KLAUNZER)
SVIZZERA
11.08.20 - 18:200

La Commissione ha votato per togliere l'immunità a Lauber

La decisione è stata presa in modo chiaro: per 10 voti contro 1

BERNA - La Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati (CAG-S) si è espressa a favore della soppressione dell’immunità del dimissionario procuratore generale della Confederazione Michael Lauber. Al centro della vicenda ci sono i suoi incontri con il presidente della FIFA Gianni Infantino.

La decisione della commissione è stata presa per 10 voti contro 1, indica una nota odierna dei Servizi del Parlamento.

Stefan Keller, il procuratore federale straordinario che si occupa del caso Lauber, vorrebbe perseguire il procuratore generale della Confederazione per abuso di autorità, violazione del segreto d'ufficio, favoreggiamento e istigazione a tali atti.

A fine luglio Keller ha presentato una richiesta alla CAG-S e alla Commissione d'immunità del Consiglio nazionale (CDI-N) per togliere l'immunità al procuratore generale. Ora è attesa la decisione da parte della seconda commissione il prossimo 24 agosto. In caso di decisione di uguale tenore, essa sarà definitiva.

La CAG-S ha sentito Lauber, secondo il quale nessuna autorità ha rilevato elementi per un procedimento penale, si legge nel comunicato. Tuttavia - ritiene la commissione - è anche nell'interesse del procuratore generale poter difendere sé stesso e la sua reputazione nel quadro di un tale procedimento: soltanto in questo modo è possibile provare che non è colpevole di un reato.

Non solo Lauber nel mirino - Keller ha inoltre avviato un procedimento penale contro Infantino e il primo procuratore dell'Alto Vallese Rinaldo Arnold, poiché è incaricato di esaminare le denunce penali legate a questa vicenda.

Dall'esame di due incarti relativi agli incontri non protocollati fra il procuratore generale, il presidente della FIFA e il primo procuratore dell'Alto Vallese, sono emersi «segni di un atto di rilevanza penale», aveva indicato a fine luglio l'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC).

In base all'articolo 14 della legge sulla responsabilità, «il perseguimento penale contro i membri di autorità o magistrati eletti dall'Assemblea federale per reati commessi nell'ambito delle loro attività ufficiali richiede il permesso delle commissioni competenti delle Camere federali». Il procuratore federale straordinario ha quindi presentato una richiesta in questo senso alle due commissioni.

La vicenda - Lauber aveva incontrato il presidente della FIFA e il procuratore dell'Alto Vallese nel giugno 2017. Secondo quanto dichiarato alla stampa dallo stesso procuratore generale nel novembre 2018, Arnold aveva trasmesso al responsabile dell'informazione del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) il desiderio del vallesano Gianni Infantino di incontrare il procuratore generale. Al primo incontro tra Infantino e Lauber ha partecipato, secondo quest'ultimo, anche il magistrato vallesano.

Il procuratore generale della Confederazione, travolto dal caso, ha presentato formalmente le sue dimissioni lo scorso 24 luglio e lascerà l'incarico a fine agosto. La Commissione giudiziaria del parlamento si riunirà il prossimo 19 agosto per discutere delle conseguenze e dei possibili successori.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 anno fa su tio
Lui ora deve dire la verità sulla facenda Blatter e compagni !!!! Le organizzazioni svizzere della malavita esistono anche da noi ¨oltre Goittardo si chiama "Filz" !!
VECCHIOTTO 1 anno fa su tio
Speriamo che adesso anche lui, libero dai segreti, apra il vaso di pandora e che qualche politico tremi.
gigipippa 1 anno fa su tio
Penava di fare il fantino, invece si ritrova ad essere il giumento.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / STATI UNITI
6 ore
«Al lavoro per un mondo più resiliente e più giusto»
Il presidente della Confederazione ha parlato alla 76esima Assemblea generale dell'Onu
FOTO
VAUD
8 ore
2000 in piazza a Losanna contro il certificato Covid all'università
La manifestazione non era autorizzata ma si è svolta senza problemi
FOTO
SVIZZERA
9 ore
I raduni per protestare contro la violenza della polizia
I raduni sono avvenuti su appello del collettivo "Exit Racism Now"
ZURIGO
9 ore
Parmelin vuole giornate lavorative di 15 ore e più lavoro domenicale
Il ministro dell'Economia ha presentato un “compromesso” relativo alla legge sull'orario di lavoro.
SVIZZERA
11 ore
La cultura vuole ancora i test gratuiti
Secondo gli esponenti del settore si è ancora lontani dalla normalità e dal 1° ottobre potrebbe esserci un peggioramento.
SVIZZERA
12 ore
GastroSuisse pretende l'indennizzo
I presidenti delle 26 sezioni cantonali auspicano inoltre un rapido piano di uscita dalla pandemia.
SVIZZERA
13 ore
Condannati tre manifestanti in bici
Avevano partecipato a una manifestazione a maggio 2020, infrangendo le norme anti-Covid
SVIZZERA
15 ore
«La Confederazione paghi i test»
Lo chiedono gli studenti universitari, in una lettera diffusa oggi
SVIZZERA
15 ore
Il detenuto Carlos è quasi un brand
Sul web si vendono magliette dedicate a lui. Giocattoli e altri gadget. L'iniziativa di un collettivo di artisti
SVIZZERA
16 ore
Infezioni e ricoveri: «La situazione si sta calmando»
Si è tenuta oggi la conferenza stampa degli esperti della Confederazione sull'evoluzione epidemiologica in Svizzera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile