Archivio Depositphotos
ZURIGO
11.08.20 - 11:010
Aggiornamento : 14:16

Più minorenni nel mirino per pornografia

Nel 2019 nel Canton Zurigo le denunce sono cresciute del 230% rispetto all'anno precedente

ZURIGO - Mai come nello scorso anno nel canton Zurigo sono stati denunciati tanti minorenni per pornografia e rappresentazione di atti di cruda violenza. È aumentata in particolare la diffusione di materiale pornografico.

Complessivamente nel 2019 sono stati denunciati per pornografia 278 giovani di meno di 18 anni, indica oggi la magistratura dei minorenni di Zurigo. Rispetto all'anno precedente, l'aumento è del 230%. Nella maggior parte dei casi (82%) a essere responsabili erano ragazzi maschi.

A loro è stata contestata la messa a disposizione di pornografia a minori di 16 anni, l'offerta di materiale pornografico non richiesta o la sua esposizione in pubblico. Nel 58% dei casi la diffusione è avvenuta tramite chat o social media. Ciò rappresenta un aumento del 15% rispetto al 2018.

Le autorità di perseguimento penale dei minorenni segnala pure una forte crescita delle rappresentazioni proibite di violenza. Per questa ragione le denunce sono state 110, circa il doppio rispetto all'anno precedente. Spesso si trattava di video con brutalità assolutamente inopportune per bambini e giovani, come ad esempio suicidi e atti di crudeltà verso gli animali. Nel 49% dei casi i video erano memorizzati su uno smartphone.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
1 ora
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
4 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
7 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
7 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
7 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
7 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
8 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
10 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
11 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile