Archivio Keystone
Militi dell'Esercito svizzero trasportano via elicottero acqua per le mucche fino all'alpe, a Schänis (SG) in una foto del 2018.
SVIZZERA
09.08.20 - 09:550

«Il riscaldamento climatico sta bruciando le nostre Alpi»

Fra ghiacciai in fusione, siccità e frane l'allarme dell'Iniziativa delle Alpi: «Non si può più tergiversare»

BERNA - Il riscaldamento climatico mette sempre più in pericolo la regione alpina: lo denuncia l'Iniziativa delle Alpi, che in questo fine settimana ha accesso dei piccoli falò - poi riuniti in forma digitale - per ricordare l'importanza del trasferimento delle merci dalla strada alla ferrovia, riducendo in tal modo le emissioni di CO2.

«Le montagne bruciano», è lo slogan lanciato in un comunicato dall'organizzazione ambientalista. Per via della situazione dovuta alla pandemia e alla siccità il tradizionale falò è stato ridimensionato e scomposto in molti piccoli fuochi pubblicati via Instagram. Le numerose «scritte infuocate» ricevute dai membri in tutta la Svizzera sono state poi composte insieme, a formare un quadro complessivo.

L'Iniziativa delle Alpi denuncia quella che considera una mancanza di azione. «Abbiamo bisogno di una politica climatica più coraggiosa, che ammetta che solo a fatica riusciamo a cambiare direzione», afferma il presidente Jon Pult, citato nella nota. «Perciò dobbiamo prendere anche misure drastiche. Non è più possibile tergiversare».

Mente gli svizzeri vanno in montagna e condividono le immagini dei panorami sui social la situazione è grave: l'arco alpino è più in pericolo di quanto si pensi, sostiene l'organizzazione. I ghiacciai stanno morendo, il permafrost si scioglie rapidamente e le montagne franano con paurosa rapidità. I conseguenti scoscendimenti, uniti alle occasionali forti piogge dovute anch'esse al cambiamento climatico, fanno scendere a valle masse di detriti che minacciano la natura e la vita delle persone.

Da anni l'Iniziativa delle Alpi auspica contromisure che proteggano l'ambiente. Chiede che sia accelerato il trasferimento del traffico merci dalla gomma al ferro, più favorevole al clima, e che siano massicciamente ridotte le emissioni di CO2 del rimanente traffico pesante. Anche per i camion devono valere obiettivi di riduzione del CO2 e la tassa sul traffico pesante va completata con un elemento relativo alle emissioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
2 ore
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
SVIZZERA
5 ore
Nuove misure anti-Covid: la soddisfazione di bar e club
Il Consiglio federale «ci ha ascoltati» si legge in un comunicato, che parla di «segnale importante» per il settore
SVIZZERA
6 ore
Ecco le nuove misure decise dal governo
Nuove restrizioni contro il Covid: è iniziata la conferenza stampa da Palazzo Federale. Segui la diretta
SVIZZERA
6 ore
I contagi in Svizzera rimangono sotto i 10mila
A livello nazionale il 75,03% della popolazione over 12 è completamente vaccinato
SVIZZERA/GERMANIA
7 ore
La Svizzera è nella black-list tedesca
La decisione di Berlino: quarantena di dieci giorni per i non vaccinati in arrivo dalla Confederazione
SVIZZERA
7 ore
Vaccinazione anti-Covid gratuita anche nel 2022, frontalieri compresi
Il Consiglio federale ha stabilito che le spese continueranno a essere assunte dall'assicurazione sanitaria obbligatoria
SVIZZERA
8 ore
L'obbligo di quarantena mette in ginocchio il turismo
L'appello del direttore dell'aeroporto di Zurigo: «Il Consiglio federale deve aggiustare rapidamente il tiro»
VALLESE
9 ore
Vuoi un vigneto in Vallese? Basta un franco
L'uva non è più redditizia e i coltivatori se ne disfano a prezzi simbolici
BASILEA
11 ore
Bus contro un muro, 9 feriti
La neve ieri pomeriggio a Basilea ha causato un grave incidente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile