Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (WAEL HAMZEH)
SVIZZERA / LIBANO
07.08.20 - 17:450

Nessun aiuto svizzero al Governo libanese

Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa

Vi è infatti il timore che il Governo, considerato corrotto, possa utilizzare i fondi per altri scopi

BERNA - Gli aiuti in denaro destinati dalla Svizzera al Libano non verranno versati al governo libanese bensì alla Croce Rossa del paese levantino: l'intervento elvetico mira infatti esclusivamente ad aiutare la popolazione colpita dalla devastante esplosione di martedì a Beirut.

Lo ha indicato l'ambasciatrice svizzera in Libano Monika Schmutz ai microfoni della radio svizzerotedesca SRF.

Affinché questi aiuti giungano al più presto a chi ne ha bisogno, la Confederazione ha già provveduto a effettuare un primo versamento in contanti alla Croce Rossa libanese, ha precisato la Schmutz. La diplomatica - che nell'esplosione ha riportato leggere ferite - ha sottolineato che agli uffici governativi non verrà dato un centesimo: vi è infatti il timore che il governo, considerato corrotto, possa utilizzare i fondi per altri scopi.

Già prima della tragedia di martedì la Svizzera era uno dei più importanti donatori del Libano e non intende certo abbandonare ora il paese al suo destino, ha sottolineato la Schmutz, precisando che finora nulla dell'impegno elvetico è andato a favore del governo libanese: è solo la popolazione a trarne beneficio.

Da ieri una squadra di specialisti svizzeri, tra cui ingegneri civili ed esperti in logistica, è operativa a Beirut per valutare i bisogni sul posto a seguito dell'esplosione. La Confederazione ha infatti subito reagito alla richiesta di aiuti da parte delle autorità libanese. Finora il numero di senzatetto è valutato a 300mila persone, ma si prevede che si raggiunga presto quota mezzo milione.

L'ambasciata elvetica è ancora all'opera per verificare se fra le vittime dell'esplosione ci siano anche cittadini svizzeri. Finora non sono emerse indicazioni in questo senso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tio1949 1 anno fa su tio
? Prima i nostri?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
8 min
Swissmedic: «Non c'è motivo di nascondere nulla»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
22 min
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
1 ora
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
SAN GALLO
2 ore
Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram
La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».
BERNA
3 ore
Quarantena e obbligo del telelavoro fino a fine febbraio
Gli altri provvedimenti provvisoriamente fino a fine marzo
SVIZZERA
3 ore
Nuovo record di contagi e 25 decessi in Svizzera
Scendono i pazienti ospedalizzati a causa del virus, che occupano ora il 7,9% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
4 ore
Una miocardite che è già un caso
La velocista vodese Sarah Atcho al centro delle polemiche dopo aver raccontato di essersi ammalata dopo il vaccino
SVIZZERA
5 ore
«Come un jackpot a Las Vegas»
Il giornalista ed ex dirigente del ramo Kurt Zimmermann è molto critico sugli aiuti che voteremo il prossimo 13 febbraio
SVIZZERA
7 ore
Salute compromessa dopo il vaccino: «Sono solo stato sfortunato»
Il granconsigliere argoviese Martin Wernli soffre di problemi di salute da quando ha ricevuto la prima dose.
ZURIGO
7 ore
Il Consiglio federale si asterrà probabilmente da ulteriori misure
Il numero dei contagi è ancora alto, ma gli ospedali stanno reggendo il colpo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile