Deposit
SVIZZERA
06.08.20 - 11:220

«A scuola in bici è più sicuro»

Il TCS incoraggia i genitori a mandare i propri figli a scuola in bicicletta

BERNA - Per il nuovo inizio scolastico il TCS suggerisce ai genitori di mandare i propri bimbi a lezione in bici e non a piedi. Si tratterebbe infatti di un mezzo ideale da molti punti di vista.

Stando a un sondaggio del TCS, soltanto tre bambini su dieci si recano a scuola in bicicletta, dato che i genitori temono i pericoli dovuti al traffico, un'insufficiente conoscenza delle regole della circolazione stradale da parte dei bambini e denunciano una mancanza infrastrutture nelle vicinanze delle scuole, si legge in un comunicato odierno.

Questi timori, sottolinea l'organizzazione, sono in gran parte infondati. Se è infatti vero che, dal 2015, circa il 45% degli incidenti sul tragitto per la scuola ha visto coinvolte biciclette e il 34% pedoni, è altrettanto vero che le conseguenze sono state meno drammatiche per i giovani ciclisti.

In bicicletta, spiega il TCS, è stato ferito il 78% dei bambini coinvolti in un incidente, contro il 92% dei bambini che si recavano a scuola a piedi. Inoltre, sulla totalità dei bambini feriti gravemente o deceduti, il 43% era in bici e il 57% a piedi.

La bici permette inoltre ai bambini d'imparare a comportarsi in modo sicuro nella circolazione stradale. Con tale mezzo possono poi recarsi a scuola in maniera indipendente anche nei tragitti che sarebbero troppo lunghi da percorrere a piedi.

Il TCS incoraggia quest'anno attivamente l'utilizzo della bicicletta attraverso vari strumenti. Realizzato appositamente per i genitori, il nuovo portale "Mobilità sicura" li sostiene nell'insegnare ai loro figli ad andare in bicicletta.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA/TICINO
19 min
Urne aperte, chi la spunterà?
Matrimonio per tutti, 99 per cento, pigioni abusive e altro ancora. Si vota su due iniziative federali e tre cantonali
SVIZZERA
1 ora
«Sono estremisti monotematici»
I No Pass e No Vax in Svizzera stanno alzando il tiro. La Rete per la sicurezza: «Rischio radicalizzazione»
ZURIGO
2 ore
Va a fuoco un'azienda di rifiuti
Le fiamme sono divampate questa notte a Glattburg (ZH). I pompieri al lavoro fino all'alba
LUCERNA
3 ore
Ucciso a coltellate nella stazione di servizio
Una rissa tra diverse persone è finita tragicamente ieri sera a Geuensee (LU)
Ginevra
15 ore
Covid, dopo i vaccini si punta ai rimedi da banco
Alcuni sono già raccomandati, altri in fase avanzata, mentre altri ancora sono già stati scartati
SVIZZERA
17 ore
Tonnellate di CO2 in meno... solo allungando la vita dei prodotti
Ha luogo oggi la seconda edizione del Secondhand Day, per sensibilizzare gli svizzeri sui propri consumi
ZURIGO
17 ore
«Non siamo no-vax, siamo contro le restrizioni»
Ha avuto luogo oggi pomeriggio una manifestazione autorizzata contro le misure anti Covid
SVIZZERA
21 ore
Gratis o no: altre due settimane di litigi
Il governo ha rimandato al 10 ottobre la decisione. I partiti e la popolazione sono spaccati
SVIZZERA
23 ore
È esplosa la corsa ai test
La richiesta è raddoppiata con l'obbligo del certificato Covid. E il governo teme che non si arresterà
Lucerna
23 ore
Schianto frontale in moto, grave una 17enne
La collisione ha coinvolto altri due motociclisti che si trovavano sulla strada
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile