Keystone
Patrick Mathys, il responsabile della sezione Gestione delle crisi e collaborazione internazionale dell'UFSP.
SVIZZERA
05.08.20 - 14:170
Aggiornamento : 06.08.20 - 08:56

«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte

Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie

È terminata la conferenza stampa a Berna per fare il punto sulla situazione coronavirus

BERNA - La Confederazione ha istituito un incontro con i media oggi a Berna per definire il punto della situazione legata all'emergenza coronavirus.

Alla conferenza hanno preso parte Patrick Mathys (responsabile della sezione Gestione delle crisi e collaborazione internazionale dell'UFSP), Sang II Kim (a capo della sezione Trasformazione digitale dell'UFSP), Micheal Schöll (Vicedirettore dell'Ufficio federale di giustizia e polizia (DFGP), Virginie Masserey (a capo della sezione Controllo delle infezioni, UFSP), e Mike Schübach (Vicedirettore della sezione Diritto 2 dell'UFSP).

Situazione della pandemia - Mathys ha esordito spiegando la situazione attuale nel nostro Paese, e sottolineando l'importanza di restare vigili. 

Oggi, lo ricordiamo, sono stati segnalati altri 181 casi di contagio da coronavirus, che ha portato il totale elvetico a 35'927. Un aumento rispetto ai 130 di ieri, e ai 66 di lunedì. Il bilancio dei decessi è invece di 1'706. Per quel che concerne i test, ne sono finora stati effettuati 815'937, il 5.3% dei quali è risultato positivo.

«Settimana scorsa è stato due volte superato il limite dei 200 casi, questa settimana fortunatamente sono un po' meno. Il tasso di positività è del 2,2%, la settimana scorsa la media era del 3,5%. Si tratta di una leggera stabilizzazione, ma non c'è motivo di rilassarsi. La situazione è ancora tesa, dobbiamo stare attenti e rispettare le regole» ha detto l'esperto dell'UFSP.

In seguito, Mathys ha sottolineato la situazione a livello internazionale, ancora preoccupante. «In tutto il mondo sono noti più di 18 milioni di casi e quasi 700'000 morti», ha spiegato «l'onda pandemica non sta diminuendo, ma aumentando». «Come comunità globale, dobbiamo fare tutto il possibile per contenere la pandemia».

Il rapporto di monitoraggio - È stato pubblicato il rapporto sull'efficacia delle misure della pandemia in Svizzera, per il mese di luglio, disponibile online. 

Secondo Mathys, il rapporto mostra come la mobilità in Svizzera continui ad aumentare, «abbiamo raggiunto un livello paragonabile a quello della situazione prima della crisi».

Inoltre, l'aumento del numero di casi è riconducibile a un rilassamento generale. «I rapporti delle aziende di trasporto sull'uso obbligatorio delle maschere sono positivi, l'80-100 per cento dei passeggeri vi aderisce» ha spiegato Mathys.

Infine, «Alcuni Cantoni temono di non essere più in grado di attuare in modo significativo il contact tracing in caso di focolai con un gran numero di infezioni», bisogna restare allerta. Se la situazione dovesse peggiorare di nuovo, i Cantoni dovranno adottare ulteriori misure a livello locale e regionale. 

Donne incinte vulnerabili - Le donne incinte sono state ora inserite nella lista delle persone vulnerabili. Il motivo è relativamente semplice: «La probabilità di un decorso grave della malattia è leggermente aumentato rispetto ad altre donne della stessa età. Questa è una misura precauzionale per aumentare la sicurezza delle donne incinte», ha detto Mathys. 

Virginie Masserey ha aggiunto: «È molto difficile dire quanto sia veramente pericoloso. Il rischio per le donne in gravidanza è tra 1,5 e 5 volte superiore, a seconda dello studio, che la malattia abbia un decorso grave». Inoltre, «non possiamo escludere la possibilità che ci siano anche alcuni rischi per la salute del feto. Il virus può infettare la placenta, che può portare ad una cattiva alimentazione del feto. Se poi un neonato è già nato con un'infezione, questo può essere ancora più pericoloso. Ma non sappiamo ancora esattamente quali siano i rischi».

Spagna nei Paesi a rischio - Come da noi anticipato, l'Ufficio federale della sanità pubblica ha oggi modificato l'elenco dei paesi a rischio, aggiungendo anche la Spagna (a eccezione delle Isole Baleari e delle Isole Canarie). La misura entrerà in vigore a partire dall'8 agosto.

La decisione è stata presa dopo che il limite del tasso d'infezione nel Paese iberico è stato superato con 68,6 infezioni per 100'000 persone. Se anche le isole raggiungessero questo tasso, verrebbero incluse.

Sono state aggiunti anche altri Paesi, la lista è consultabile qui. Non sono più nella lista: Russia, Azerbaijan, e gli Emirati Arabi Uniti.

In risposta a una domanda, Mathys ha ribadito che quando si viaggia in Spagna o in altri paesi dell'elenco, se ci si trova nel paese per meno di 24 ore, l'obbligo di quarantena non si applica. 

La situazione dello stipendio - Parola a Michael Schöll: «Quando una famiglia torna (da sabato) dalla Spagna, deve andare in quarantena. Per quanto riguarda il salario, se i lavoratori possono lavorare da casa, allora la situazione è chiara: lo stipendio continuerà a essere pagato». Se questo non è possibile, la situazione è più complicata: «Se si considera la quarantena come l'adempimento di un dovere legale e la partenza è stata fatta in un momento in cui la Spagna non era nella lista, non è esattamente colpa loro». Si potrebbe quindi sostenere che il datore di lavoro debba continuare a pagare lo stipendio. Tuttavia, la questione non è ancora stata chiarita dal punto di vista giuridico.

Per il Consiglio federale, il fattore più importante è il rispetto della quarantena. Nessuno dovrebbe cercare di sfuggire alla quarantena per paura di non ricevere lo stipendio. In un caso simile, i lavoratori hanno diritto all'80% della perdita di salario per i 10 giorni di quarantena» ha detto Schöll. «Chiunque sia colpito dall'obbligo di quarantena deve farla, per rispetto e per la protezione di tutti».

2,15 milioni di download per Swiss Covid - Ha poi preso la parola Sang-Il Kim, che ha informato sullo stato attuale dell'App Swiss Covid: «ha registrato 2,15 milioni di download, il che corrisponde a circa il 25 percento della popolazione». Inoltre, sono stati inseriti 327 codici, che corrispondono al 10% di tutte le persone positive testate nel periodo corrispondente.

È in fase di sviluppo ora un miglioramento dello scambio e della cooperazione con i paesi vicini e con i paesi dell'Unione Europea. 

Migliorato lo scambio di dati - Il flusso di dati tra i responsabili del contact tracing e le autorità sta migliorando con il passare del tempo, ha detto Kim. Sono inoltre in corso sforzi per migliorare lo scambio di dati tra la Confederazione e i Cantoni. 

Attualmente è in fase di realizzazione anche un sistema informatico denominato Sormas. Questo strumento dovrebbe supportare il contact tracing nei prossimi mesi. Finora i Cantoni hanno lavorato principalmente con Excel. Il nuovo strumento fornirà una migliore scalabilità e anche la protezione dei dati sarà migliorata. 

Ora le domande dei giornalisti.

E il vaccino? - Mathys non ha dato ulteriori dettagli, ma ha assicurato che la trattativa è agli sgoccioli: «Stiamo per firmare». Mathys: «Fino alla firma del contratto non voglio commentare le ragioni e il contenuto delle trattative. Anche per motivi di sicurezza dell'approvvigionamento».

Come è potuta accadere la panne dei dati? - Mathys: «Faremo dei miglioramenti in termini di gestione della qualità. Le cifre sono state compilate su richiesta di una società di media, in riferimento al database, e l'allocazione è funzionata in modo sbagliato. È stato un errore umano. Può succedere. Nessuno qui dentro non ha mai commesso un errore».

«Visto il dato che Ginevra ha riferito venerdì, che il 40% delle infezioni sono dovute alle visite ai club, probabilmente siamo stati influenzati anche noi e non ce ne siamo accorti a prima vista. Non è stato un errore così evidente come viene talvolta descritto. Regoleremo i processi in modo che questo non accada più».

Chi è in Spagna deve tornare? - «No, le famiglie non devono tornare», ha detto Mathys, «Con l'inclusione nell'elenco si raccomanda di astenersi dal viaggiare in Spagna. Ma quelli che sono già lì, non devono tornare ora».

Qual è il ruolo attuale dello Stato Maggiore della Confederazione? - «Lo Stato maggiore federale non si è riunito nelle ultime settimane, è stato in vacanza. Ma lo farà di nuovo, ha un ruolo di coordinamento» ha spiegato Mathys. «Si discuterà inoltre di come la Confederazione e i Cantoni possano collaborare e coordinare le misure. Vorremmo anche avere un rapporto di situazione elettronico e inclusivo, ma ci sono ancora degli ostacoli. Abbiamo anche dovuto fare un po' di rattoppi durante la crisi perché abbiamo dovuto sviluppare diverse piattaforme. Quanto più integrate sono tali soluzioni, tanto meglio possono essere applicate, ma al momento si tratta solo di progetti».

Cosa si saprà di più, in futuro, riguardo ai dati? Kim: «Il motivo del tampone sarà sempre dichiarato in futuro, come anche quando è stato fatto. Verrà indicato anche quando sono iniziati i sintomi, e se è possibile seguire la catena di infezione di ogni singolo caso. Per avere i dati più completi possibili, utilizzeremo sia i dati dei medici che quelli del contact tracing».

Come si possono migliorare i dati sui luoghi di infezione? Tutti i cantoni partecipano? - Kim: «Siamo in discussione con tutti i cantoni e sono tutti disposti a collaborare».

Masserey: «Il medico compila il modulo quando riceve il risultato positivo del tampone, in assenza della persona infetta. È qui che i dati forniti dal contact tracing possono aiutare ad avere un quadro più preciso del luogo in cui si è verificata l'infezione. Tuttavia, succede che nemmeno la persona stessa sa dove è stata infettata, a volte è impossibile scoprirlo».

Mathys aggiunge: «È chiaro che non scopriremo mai l'80 o 90 per cento di tutti i luoghi di infezione». Infatti, tra incubazione, decorso, e decisione di fare il tampone possono passare diversi giorni, «in cui si incontrano molte persone al lavoro, nei trasporti pubblici, amici e familiari». 

Cosa devono fare le donne incinte se non possono lavorare da casa? - Masserey: «Rispettare le regole di igiene e distanza, e indossare una mascherina se la distanza non può essere mantenuta. Sul lavoro, è il datore di lavoro che deve garantire il mantenimento della distanza ed evitare il rischio di contatto. Se questo non è possibile, dovrebbero lavorare da casa».

È consueto che l'UFSP finanzi la ricerca del vaccino? - Mike Schüpbach: «La legge sulle epidemie prevede la possibilità di concedere aiuti finanziari a organizzazioni private e pubbliche. Chiunque fosse interessato deve però prima presentare una domanda, che viene poi esaminata. Senza un'applicazione concreta non c'è denaro».

Il Canton Zurigo ottiene i dati dei passeggeri direttamente dalle compagnie aeree, è una procedura corretta? - Mathys: «Il Canton Zurigo utilizza la sua posizione strategica con l'aeroporto. Tuttavia, ci sono domande sulla legalità della questione, che dovrà ancora essere esaminata direttamente con il Cantone. Sarebbe inoltre problematico se la Confederazione non ricevesse i dati o se li ricevesse in ritardo.

È mancata forse una certa organizzazione dall'alto durante le vacanze estive? Nel periodo in cui il numero dei casi è nuovamente aumentato, non è aumentata anche la presenza del Consiglio federale.

Mathys: «Sussiste una pausa estiva anche nei media, e il coronavirus è un buon argomento per riempire le pagine. Sì, ci sono state domande, ma c'erano anche in precedenza in termini di cooperazione, coordinamento e visibilità tra i Cantoni. Non capisco tutto questo accanimento a causa dell'unico errore commesso dall'UFSP. Non vedo il motivo di creare un ostacolo tra noi e i Cantoni. I Cantoni sono responsabili e ci saranno 26 soluzioni diverse. Era prevedibile. Ma penso che sarebbe sbagliato rimettere in discussione il federalismo adesso, solo per rendere più uniforme la gestione delle crisi. I Cantoni possono reagire in modo molto più specifico agli eventi regionali. L'hanno fatto. Non c'è motivo di pensare che qualcosa sia cambiato nella gestione della crisi negli ultimi giorni o settimane. Ciò che è difficile per tutti è che attualmente ci troviamo vicini ad una soglia critica in termini di tassi di infezione. Ci siamo rilassati molto, e non vogliamo chiuderci nuovamente. In questo senso non cambierà nulla fino a quando la minaccia non diventerà nuovamente più ampia».

Aggiornamenti conclusi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Orlando Milva De Maria 1 mese fa su fb
Quanti ammalati, ricoverati ? Test fatti col tampone che nel 83% dei casi da falsi risultati Evidentemente si vuole pompare il tutto
miba 1 mese fa su tio
Mi hanno censurato il post di risposta. Mi limito quindi a risponderti che ognuno è libero di credere a tutte le idiozie ed alle bufale che gli vengono (spesso volutamente) propinate da chi ha interessi miliardari nel nuovo business del coronavirus. Le cifre permettono tuttavia di farsi un'opinione, forse non precisa, ma indubbiamente più reale ed affidabile di tutte le teorie campate in aria. Buona giornata
sedelin 1 mese fa su tio
@miba non solo tu :-( tio si dimostra sempre più arrogante mancando di rispetto verso la libertà di espressione. é disdicevole per dei giornalisti "indipendenti"!
spank77 1 mese fa su tio
@sedelin Non ho ancora capito a quale business ti riferisci... Delle mascherine ? Dei vaccini? Il business dei vaccini ovvero quello che potrebbe fruttare alle industrie farmaceutiche e una piccola percentuale rispetto al loro fatturato globale annuo. Le mascherine non penso proprio, forse per pochi e a corto termine (se poi uno si compra una mascherina riutilizzabile o se la fa da se... ). Quindi dimmi quale interesse avrebbero Nazioni come la Svizzera o altre Nazioni in tutto questo? Specifica
miba 1 mese fa su tio
@spank77 Chi riesce ad accaparrarsi per primo la distribuzione del vaccino ha fatto l'affare dell'anno. Non parole mie ma dello stesso tio qualche giorno fa. Forse non hai ancora capito bene cosa c'è dietro al circo del coronavirus...mi dispiace. Parli di nazioni: queste non hanno tornaconti ma si prestano (magari inconsapevolmente) al gioco dei "business men's". Penso tu abbia letto (tanto per fare un esempio) presso quale casa farmaceutica la Svizzera intenda approvvigionarsi del vaccino e guarda un po' che coincidenza: digiti in google la casa farmaceutica e Bill Gates e trovi che la fondazione di Bill e Melinda Gates nel 2016 hanno donato a tale casa farmaceutica 20 milioni di dollari per la ricerca sulle malattie trasmissibili. Eh già, ma tanto sono solo tutte bufale (alias fake news), teorie del complotto e cospirazioniste, alias tutto quello che la società onesta, sincera e leale e nella quale tu credi tanto si guarda comunque bene dal dirtelo......
sedelin 1 mese fa su tio
@spank77 stai bene? perché mi rispondi su cose che non ho scritto?
sedelin 1 mese fa su tio
@miba parole al vento... gli gnucchi non li convinci neppure con l'evidenza.
spank77 1 mese fa su tio
@miba Gli stessi complottisti dicono che bill Gates vorrebbe uccidere una percentuale dei vaccinati stessi ... Come fai a credere a queste baggianate? Che interesse avrebbe se e già l uomo più ricco del mondo? La fondazione ha investito milioni e milioni per ricerche su vaccini come il paludismo che uccide un sacco di bambini nei paesi poveri... Non ci guadagnano un bel niente praticamente... Nessun altra casa farmaceutica avrebbe investito tutti i quei soldi. Se arriviamo al punto di accusare anche chi vuole aiutare siamo davvero davvero messi male.
sedelin 1 mese fa su tio
@spank77 ti ricordo che le fondazioni servono per evadere le tasse. se i soldi sono investiti nella fondazione sono esentasse, sveglia!
spank77 1 mese fa su tio
@sedelin Le mele marce non sono in ogni cosa... E ovunque.. Ma....e peggio vivere e vedere cospirazione e loschi scopi ovunque o pensare che la Confederazione vuole proteggere la popolazione?
Luca Civelli 1 mese fa su fb
Invece la Russia non fa parte della lista nonostante la situazione critica in cui si trova. Sarà perché il nostro Paese è in affari con mafiosi e corrotti russi?
Matti Edera Tiger 1 mese fa su fb
Ma va cosa dici... È perché se vai in Russia e abiti in Svizzera il virus non ha interesse ad attaccarti.. Tutto qui
Floriana Zamaroni 1 mese fa su fb
Luca Civelli x questo mancano pure Tunisia, Marocco, Libia, Siria ecc
Anide Pinco 1 mese fa su fb
Cominciate a raccontare le barzellette ad altri. Riaprirete tutte le frontiere da settembre
Heinz 1 mese fa su tio
Nel dubbio l'ex re di Spagna va via da Madrid: ha paura di non poter entrare in Svizzera dopo l'8 agosto eheheh
Eva Scala 1 mese fa su fb
Siete fuori di testa, il virus è dentro la Svizzera
robin_hood 1 mese fa su tio
perché da sabato? chi rientra venerdì prima della mezzanotte? ma per favore!!
Mah916 1 mese fa su tio
L'articolo si commenta da solo, che pena i contenuti vaghi e senza citazione di fonti delle evidenze. Vergogna volete solo sfruttare il panico di alcuni!
Matti Edera Tiger 1 mese fa su fb
Ma se faccio il test al venerdì e sono negativo, così posso tornare al lavoro il lunedì, è vero che nel weekend non posso prendere il virus?
Matti Edera Tiger 1 mese fa su fb
Io chiedo. È una domanda. Perché ho sentito dire che sui guanti non si ferma il virus, mentre sule mani si. Mi han detto che nelle amichevoli il virus non ha interesse ad andare, mentre nel campionato ufficiale si( Francia). Se rispondete, grazie
Matti Edera Tiger 1 mese fa su fb
Eh? Ma come nessuno riesce a rispondermi?
Dejan Savic 1 mese fa su fb
Ismael Fuentes
Michael Mike Stöpfer 1 mese fa su fb
Ora la nuova scusa sono le donne in dolce attesa..l’ennesima sparata contraria a qualche periodo fa..mah...
Lumie 1 mese fa su tio
Non male... i furbetti possono farsi le vacanze in Spagna, tornare, quarantena con i indennità di perdita guadagno = prolungamento delle vacanze da passare sul divano a guardare fiction. Gli asini rimangono a casa con la mascherina.
seo56 1 mese fa su tio
Ma piantatele con queste fregnacce! Viva le vacanze all’estero e tranquilli la Spagna è sicura...
flowerking 1 mese fa su tio
@seo56 Se lo dice lei che è uno specialista del settore sanitario, allora tutti al mare in Spagna!
seo56 1 mese fa su tio
@flowerking Non sono specialista ma parto domani per la Spagna dove ci sono già decine di amici (ticinesi) che mi aspettano. Lei vada pure a Ginevra... ognuno é libero di organizzare le ferie dove meglio crede!!
Marc Drawen 1 mese fa su fb
Aumenta tutto...bollette ..giramento di ball...etc
miba 1 mese fa su tio
Riassumendo: in Svizzera abbiamo un totale di contagi alla inclusive dello 0, 45% della popolazione, alias meno di un caso ogni 200 persone. Secondo quanto riferito direttamente dal BAG poco tempo fa solo una persona su 10 di quelle decedute in Svizzera a causa del covid19 era perfettamente sana, quindi siamo sul 1-2 per mille della popolazione (ckrreggetemi se sbaglio). Fenomenale poi la cifra dei 18 milioni di casi e quasi 700'000 morti nel mondo :):):). Come fanno a calcolarli se in numerosissimi paesi (USA inclusi) la gente non ricorre neppure al medico semplicemente perché non ha i soldi per farlo? E quanti boccaloni credono ancora che tutti i paesi hanno statistiche più o meno precise sulle cause dei decessi? Spesso uno muore e viene seppellito al più presto e con i minori costi possibili (v. America latina in generale). Suvvia gente, pensate (anche) con la vostra testa altrimenti William Gates III, alias Bill Gates, e soci pensano per voi e soprattutto pensano come trarre i massimi profitti dall'ignoranza della gente...
spank77 1 mese fa su tio
@miba E ridagli con il numero relativo dei morti. Cosa non hai capito del problema ? Il problema non sono i morti ma il caos s livello gestionale sanitario che potrebbe esserci se non viene fatto niente da nessuno. Anche la Svezia fa qualcosa per ovviare a questo rischio. A protezione del corretto funzionamento del sistema sanitario perché se cabina tilt porta dietro il sistema economico e sociale.
miba 1 mese fa su tio
@spank77 Si si....bla bla bla... Beato te che credi a tutto quello che ti proprinano. Opsss, scusa, quello che vogliono proprinarti. Caro spank 77 scusa la franchezza ma per fare l'uccello del malaugurio che campa di supposizioni e teorie sicuramente ti daranno un premio ma la REALTÀ DELLE CIFRE purtroppo ti smentisce (sempre) ed è tutta un'altra cosa, anche quelle decisamente campate in aria e senza nessun fondamento prese da chissà dove
spank77 1 mese fa su tio
@miba Va bene. Alles klar.
spank77 1 mese fa su tio
@miba Ps..dalla Scala vedo che non sei sceso... Ave a te Miba. Mi dispiace davvero per la visione distorta della società e del sistema che hai... Ti assicuro che la mia e corretta e realistica e ringrazio ogni giorno la universo per essere in Svizzera e non altrove. Piuttosto di continuare a alzare al cielo la calcolatrice ed indicare i tuoi calcoli statistici dalla alto della solita scala, poniti per un istante la domanda su come sarebbero state le cifre senza lockdown e come sarebbero (Svezia compresa) senza nessuna misura preventiva ... Tutto questo si chiama prevenzione...e costa molto meno che un azione correttiva . Ma forse sei esperto anche nell analisi dei rischi. Buona serata.
Fabiano Fabo 1 mese fa su fb
“In risposta a una domanda, Mathys ha ribadito che quando si viaggia in Spagna o in altri paesi dell'elenco, se ci si trova nel paese per meno di 24 ore, l'obbligo di quarantena non si applica” 🤯🤡
sedelin 1 mese fa su tio
donne incinte non lasciatevi impaurire, per il bene del futuro nascituro. la paura é il peggior veleno!
seo56 1 mese fa su tio
@sedelin Condivido
sedelin 1 mese fa su tio
@seo56 per una volta! :-))
skorpio 1 mese fa su tio
quest regole che sono valide non da subito, qui per esempio solo sa sabato, sinceramente mi sembrano ridicole. quindi se per esempio 1000 svizzeri rientrano tutti domani , niente quarantena? e se sono tutti infetti.... e come dire diffondere un'allerta frana imminente su una strada , ma però per 2-3 giorni potete passare tranquillamente....
Brega84 1 mese fa su tio
Ma basta lasciateci in pace delle vostre beghe interne non ci interessa proprio nulla!!!! Buone vacanze a tutti
Betty Polli 1 mese fa su fb
Portano tutti è dovunque le mascherine e parte della spagna sulla lista nera😂😂ciá Mathiys I casi aumentano solo nel cervello dei politici ! Cifre di ieri spesi 50 mio per i Test!
Stefanie Kuemin 1 mese fa su fb
Betty Polli vogliono farci la vita impossibile mamedettii
Joseph Cziczo 1 mese fa su fb
Ieri la Spagna ha avuto 5760 casi, ossia 123.19 infetti ogni milione di abitanti. È l'equivalente di avere in Svizzera 1060 casi in un giorno.
Joseph Cziczo 1 mese fa su fb
Popolazione svizzera 8.660.607 oggi 181 casi (significa 20,90 infezioni per milione di abitanti); Popolazione spagnola 46'756'550 ieri 5760 casi (significa 123,19 infezioni per milione di abitanti).
Matti Edera Tiger 1 mese fa su fb
Conosco persone contagiate eppure in quei due giorni c'erano zero contagiati secondo le statistiche 😂
Tiziano Ferrari 1 mese fa su fb
I decessi per settimana sono bassi come non lo sono mai stati, addirittura sotto il limite inferiore per le morti attese... https://www.bfs.admin.ch/bfs/it/home/statistiche/salute/stato-salute/mortalita-cause-morte.assetdetail.13807423.html
Lyn Luechinger 1 mese fa su fb
Gioski Questi ☹️
Gioski Questi 1 mese fa su fb
Lyn Luechinger hanno messo la quarantena al ritorno ma non per le Baleari ❤️
momo73 1 mese fa su tio
Prima la black list era solo per la fiscalità, mo c'è pure la black list del covid. Non san più di cosa parlare.
spank77 1 mese fa su tio
@momo73 Se non aggiungono misure saremo presto anche noi sulla lista nera di altri paesi europei. Laddove non e garantita la tracciabilità (potrebbe essere garantita in bar, ristoranti, posti di lavoro, ...) e importante ,nel caso di luoghi chiusi come supermercato, mezzi di trasporto, uffici pubblici, poste, stazioni chiuse... Garantire una protezione supplementare oltre alla distanza, che sola non basta. Una semplice, provvisoria, bidirezionale misura che non costa nulla e fa già abbastanza. Dovessimo entrare in una lista nera, o peggio ancora subire lockdown locali o non sarà ancora una sberla all economia e alla società. (perché se si avvicina alla capacità massima dei posti disponibili in ospedale non so quante opzioni ci sarebbero in alternativa).
sedelin 1 mese fa su tio
@spank77 spank, lavati benissimo le mani con il sapone, molto spesso. disinfetta (le mani) prima di entrare e all'uscita di qualsiasi luogo pubblico appestato. indossa la mascherina, ovunque e sempre. stai distante almeno 2 metri da chiunque, sempre. scarica l'app che ti traccia (ma credo che tu l'abbia già fatto). così dovresti sentirti al sicuro e calmarti un po' :-)
spank77 1 mese fa su tio
@sedelin Io non faccio parte di un gruppo a rischio... Ma non vorrei mai fungere da vettore e trasmetterlo al mio entourage o alle persone che incontro dove ci categorie a rischio. Questo almeno fino a quando esista una valida cura al covid, una sicurezza che Si e immuni una volta contratto, una volta che si e sicuri che non lascia segni di passaggio irreversibili o persistenti nel tempo. Io francamente non so coda dirti se ti fermi alla conclusione che TU non sei a rischio . Se per te questa e fobia, esagerazione non mi interessa. Per me e prevenzione e soprattutto ALTRUISMO.
sedelin 1 mese fa su tio
@spank77 contenta te delle tue convinzioni, contenti tutti. l'altruismo si manifesta in mille modi, ma se tu credi sei sia soltanto una questione di maschere e disinfettanti... ti lascio nel tuo piccolo brodo.
pillola rossa 1 mese fa su tio
@spank77 Tutti noi andiamo in giro con un bagaglio di virus, batteri, funghi e microrganismi vari potenzialmente per altri. Si chiama vita.
sedelin 1 mese fa su tio
@pillola rossa 3,5 g in ogni essere umano
pillola rossa 1 mese fa su tio
@pillola rossa Potenzialmente pericolosi per altri. Addirittura ce ne sono di quelli che in una parte del nostro corpo sono utili, mentre se emigrano in un'altra parte del nostro corpo sono patologici. Eppure continuiamo a vivere. Come mai?
spank77 1 mese fa su tio
@pillola rossa ;-)
Nick Monti 1 mese fa su fb
E se qualcuno deve andare in spagna per lavoro? Autotrasportatore ecc vige l'obbligo di quarantena o no?
Hattori Hanzo 1 mese fa su fb
Nick Monti probabilmente si
Anni Na 1 mese fa su fb
Nick Monti per meno di 24 ore no
Giorgio Caverzasio 1 mese fa su fb
Per gli autotrasportatori non ci sono mai state limitazioni, pure durante il lockdown potevano circolare
Dany Pellegrini 1 mese fa su fb
181 casi oggi in Svizzera, sarebbe opportuno chiudere le frontiere in uscita dalla Svizzera
Conny Suter 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini ma per favore !!!!!
Pedraita Maurizio 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini lei abita in Italia o in Svizzera? 😎
Tiziano Ferrari 1 mese fa su fb
Oggi 181 casi su 7'906 test effettuati, che significa il 2.28% di chi aveva sintomi é risultato positivo (che non significa ammalato). Il dato più importante però sono 1 solo ospedalizzato e 0 (zero) morti. Questo in Svizzera. In Ticino siamo a zero decessi da due mesi.
James Bianchini 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini sisi chiudiamo tutto facciamo che nn si lavora piu
Stefanie Kuemin 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini proporxione piu in ch di españa verguenzaaa
Garssia Mira 1 mese fa su fb
Tiziano Ferrari In Ticino siamo a zero decessi da due mesi? non credo! 🙂
Conny Suter 1 mese fa su fb
Garssia Mira si è vero
Joseph Cziczo 1 mese fa su fb
Stefanie Kuemin Hola Stefanie, lo que escribiste no es cierto. Población suiza 8,660,607 hoy 181 casos (significa 20,90 infecciones por millón de habitantes); Población española 46'756'550 ayer 5760 casos (significa 123,19 infecciones por millón de habitantes).
Tiffany Ty 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini ci manca solo di dover richiudere!
Tiziano Ferrari 1 mese fa su fb
Garssia Mira Assolutamente sì. Ecco i dati storici in Ticino: https://www4.ti.ch/fileadmin/DSS/DSP/UMC/malattie_infettive/Coronavirus/dati/COVID19_Dati_TI_per_github.xlsx I ricoverati sono in costante discesa dal 30.03.2020 e non superano i 6 casi dal 15.06.2020. I ricoverati in cure intense sono in costante discesa dal 01.04.2020 e non superano i 2 casi dal 27.05.2020. Gli intubati sono in costante discesa dal 02.04.2020 e non superano 1 caso dal 28.05.2020. I decessi sono fermi a zero (0) dal 12.06.2020 e gli ultimi tre sono avvenuti dopo il 25.05.2020. Praticamente in Ticino sono due mesi che viviamo quasi normalmente senza conseguenze dovute al Covid-19, nonostante il martellante terrorismo psicologico dei media ad uso e consumo di chi gestisce questa pagliacciata e chi se ne approfitta guadagnandoci sopra. Sveglia!
Michele Zuccaro 1 mese fa su fb
Se continuano cosi' i contagi qui da noi va' a finire che sono gli altri paesi confinanti che ci chiudono le frontiere....altro che la nostra lista nera.....
Pedraita Maurizio 1 mese fa su fb
Michele Zuccaro ognuno si fa la propria lista😎
Tiziano Ferrari 1 mese fa su fb
I nostri contagi (che per me non contano un'emerita cippa) sono comunque bassissimi. Quello che conta sono i ricoverati e i decessi, che sono a zero (0) da due mesi!
Marisa Marilyn 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini 👎🏻👎🏻👎🏻👎🏻
Joseph Cziczo 1 mese fa su fb
Michele Zuccaro Attualmente i nostri contai sono sotto controllo. Speriamo nella saggezza di ognuno di noi per evitare il peggio.
Alex Polli 1 mese fa su fb
Aggiungiamo a quanto detto in precedenza che su circa 1030 casi settimanali in CH ci sono stati una trentina di ricoveri che e meno del 3% del numero dei contagi. Rendetevi bene conto di queste cifre francamente ridicole. Se io dovessi sapere quanti sono degenti per una polmomite batterica, sicuramente il numero sarebbe il triplo o il quadruplo di chi e covid
Angelčo Stojov 1 mese fa su fb
Dany Pellegrini ok pero chiudiamo tutto anche qui come qualche mese fa
Antonella Piscone 1 mese fa su fb
GiandomenicoLautaro Napolitano appost
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
31 min
«Una rapina pianificata nei minimi dettagli»
I tre presunti membri dei "Pink Panther" avrebbero allestito un piano meticoloso, pronto a tutto
SVIZZERA
38 min
2'500 studenti in quarantena alla Scuola alberghiera di Losanna
Diversi focolai hanno colpito la Scuola alberghiera di Losanna (EHL), spingendo le autorità a una quarantena generale
SVIZZERA
56 min
Il nuovo “Mister Corona” si è già dimesso
Stefan Kuster, successore di Daniel Koch, aveva iniziato ad aprile e lascia per «motivi personali»
SCIAFFUSA
1 ora
Alla guida del suo tir con un paio di birrette di troppo
Un conducente ceco è stato fermato a Sciaffusa con lo 0,7 permille e una montagna di vuoti nell'abitacolo
ARGOVIA
2 ore
Cade dalla sedia a rotelle e si ferisce
Il ferimento della figurante si è verificato durante un'esercitazione di salvataggio nel nuovo tunnel di Eppenberg.
SVIZZERA
3 ore
Sommaruga va da Conte e Mattarella
Martedì prossimo la presidente della Confederazione si recherà a Roma.
SVIZZERA
3 ore
UBS-Credit Suisse: «Le trattative sono state interrotte»
Ci sarebbero molte perplessità all'interno delle rispettive delegazioni sulla possibile fusione fra le due banche.
MONDO
3 ore
Il 2019 ha arricchito i già ricchi
Gli svizzeri primeggiano nella ricchezza lorda pro capite, ma sono anche i più indebitati al mondo
SVIZZERA
4 ore
Multa da 600mila dollari per Credit Suisse
Un portavoce ha spiegato che è stato lo stesso istituto ad accorgersi degli errori nella consegna dei dati
SVIZZERA
5 ore
La percentuale di tamponi positivi resta costante
Da qualche settimana il tasso di positività fluttua tra il 3.4% e il 4%: oggi si attesta al 3.4%.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile