Keystone
SVIZZERA
04.08.20 - 18:110

Berset sull'errore dell'UFSP: «Ci saranno conseguenze»

L'Ufficio federale della sanità pubblica aveva indicato che il rischio d'infezione è maggiore negli esercizi pubblici.

Poi aveva fatto dietrofront, dichiarando che la maggior parte dei contagi avviene nei nuclei famigliari.

BERNA - Le dichiarazioni errate dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) in merito ai luoghi dove è più probabile contrarre un'infezione coronavirus avranno conseguenze, ha assicurato il consigliere federale Alain Berset.

«È stato commesso un errore. La cosa più importante è rendersene conto e correggerlo il prima possibile, e questo è stato fatto», ha detto Berset in un'intervista al programma "10 vor 10" della televisione svizzerotedesca SRF, di cui è stata fornita un'anticipazione online.

Ora si tratta di apportare correttivi. Il caso avrà anche conseguenze organizzative in seno all'UFSP. Va però anche tenuto presente che l'Ufficio è sotto pressione e riceve centinaia di richieste giornaliere da parte della stampa, ha aggiunto Berset.

Venerdì scorso l'UFSP ha pubblicato una tabella in base alla quale il rischio d'infezione è maggiore nei locali notturni e nei ristoranti. Domenica, l'ufficio ha corretto le affermazioni e ha dichiarato che la maggior parte dei contagi avviene all'interno dei nuclei famigliari.

Per quanto riguarda le misure più severe adottate da alcuni cantoni per combattere il coronavirus, per il ministro non si tratta di "cacofonia": il Consiglio federale ha stabilito regole valide per tutta la Svizzera, ad esempio per i trasporti pubblici, ma spetta ai cantoni valutare la situazione locale e agire di conseguenza quando il numero d'infezioni aumenta. E lo stanno facendo bene, secondo Berset. A suo avviso ci sono cantoni in cui un rafforzamento delle misure non si giustifica.

Ginevra, per esempio, ha reagito bene all'aumento dei casi chiudendo le discoteche e imponendo rapidamente l'uso di maschere. Questo dimostra che il federalismo funziona. La decisione di far indossare maschere agli alunni è anch'essa una questione che riguarda i cantoni.

Tutta la popolazione deve continuare a fare uno sforzo, rispettando le distanze e le misure igieniche: «Non ci libereremo del virus così rapidamente come vorremmo», ha concluso il consigliere federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / FRANCIA
6 ore
Ritrovata in Svizzera la piccola Mia, arrestata la madre
È stata la donna a ordinarne il rapimento.
BERNA
7 ore
Coppia trovata morta, presentano lesioni da arma da fuoco
Stando ai primi elementi dell'inchiesta può essere escluso qualunque intervento esterno.
VALLESE
7 ore
Scontro a Lens, morto un centauro portoghese
Il motociclista è stato sbalzato per 12 metri lungo una scarpata.
VAUD
8 ore
Rapita e ritrovata in una casa occupata
La bambina era stata "prelevata" da tre uomini in Francia, e portata dalla madre
SVIZZERA
8 ore
Entro luglio grandi eventi all'aperto con 1'000 partecipanti?
Per arrivare a 5'000 entro settembre, la proposta in una bozza dell'Ufsp che dovrà ancora essere valutata
APPENZELLO ESTERNO
8 ore
Auto nel dirupo: muore una 18enne
L'incidente questa notte tra Trogen e Wald, in coincidenza di una curva pericolosa
BERNA
9 ore
«Con le riaperture ci sarà un rischio elevato»
Critico il capo della task force, Martin Ackermann, sugli allentamenti di domani
ZURIGO
10 ore
Nel canton Zurigo: «Tutti vaccinati entro agosto»
Lo sostiene la consigliera Natalie Rickli che frena i piani di Berset per luglio: «Ancora troppe incertezze»
SVIZZERA
11 ore
Accordo quadro, Parmelin: «Non andrò a Bruxelles a fare il Boris Johnson»
Il presidente della Confederazione intervistato dai domenicali: «Non vogliamo uscirne, vogliamo svilupparlo»
SVIZZERA
13 ore
Passaporto vaccinale: uno svizzero su due è favorevole
Il 48 per cento non è contrario a un trattamento preferenziale per chi ha un attestato di immunità
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile