Keystone
GINEVRA
04.08.20 - 09:120
Aggiornamento : 11:20

«Se Ginevra fosse una nazione sarebbe sulla lista dell'UFSP»

Il cantone romando è uno dei principali focolai e presenta un'incidenza superiore a cento casi per 100'000 abitanti.

L'epidemiologo Nicola Low: «Il brusco aumento delle infezioni è preoccupante». Il medico cantonale: «Consideriamo misure più stringenti».

Fonte Daniel Graf / 20 Minuten
elaborata da Adriano De Neri
Giornalista

GINEVRA - «La situazione è preoccupante». Non usa giri di parole l'epidemiologo dell'Università di Berna Nicola Low per spiegare la situazione che sta vivendo Ginevra. Il numero d'infezioni nel cantone romando è infatti in costante crescita e negli ultimi quattordici giorni ha superato il muro dei cento casi per 100'000 abitanti.

«Se fosse una nazione sarebbe sulla lista nera» - Un dato estremamente alto se si pensa che l'UFSP inserisce nella lista dei Paesi a rischio (e con obbligo di quarantena) tutte quelle nazioni che hanno un'incidenza superiore a 60. «È vero che i dati epidemiologici si riferiscono, solitamente, a un intero Paese - precisa Low -. Ma se Ginevra fosse una nazione, l'UFSP dovrebbe inserirla nella lista. Non ci sono dubbi che il cantone sia attualmente un hotspot. Un focolaio». Non sorprende quindi la decisione delle autorità belghe di vietare ai propri cittadini di viaggiare in direzione di Ginevra. L'epidemiologo bernese, poi, prova a ipotizzare alcuni motivi che spieghino l'alto numero delle infezioni. «Ginevra è un cantone densamente popolato, si trova al confine con la Francia e dispone di un aeroporto internazionale. Tutti questi fattori favoriscono la diffusione del virus».

Contact tracing potenziato - L'aumento dei casi crea naturalmente problemi anche per il contact tracing, ma il Cantone non è stato con le mani in mano potenziando recentemente il servizio di tracciamento e attuando varie norme - come la chiusura dei locali notturni e l'obbligo di mascherina nei negozi - per ridurre la propagazione del virus. «Stiamo considerando di attuare misure più stringenti soprattutto per ridurre i contatti poco protetti», precisa il medico cantonale ginevrino Aglaé Tardin a 20 Minuten. E anche il tracciamento verrà ulteriormente ampliato. «Attualmente funziona ancora piuttosto bene, ma il team è estremamente sotto pressione».

Tanti tamponi - Anche Antoine Flahault, capo dell'Istituto di salute globale all'Università di Ginevra, è piuttosto preoccupato per le cifre ginevrine. Il professore, però, cerca di relativizzarle portando l'attenzione sull'alto numero di tamponi effettuati. «Se il numero di test viene triplicato, come è avvenuto dalla fine di maggio, verranno ovviamente scoperti più casi». E questo ha portato il cantone a essere uno dei principali focolai della Svizzera. Sì perché con il contact tracing entra in gioco l'effetto domino. «Un infetto - continua Flahault - può portare alla quarantena molte persone. E alcune di queste possono risultare positive».

«Situazione da monitorare» - Da parte sua Philippe Eggimann, presidente della società svizzera dei medici, non se la sente di sconsigliare viaggi nel cantone. «Basta fare attenzione. Mantenere le distanze, indossare le mascherine in caso di assembramenti e utilizzare l'app SwissCovid». Flahault, da parte sua, invita alla prudenza. «La situazione a Ginevra va costantemente monitorata nelle prossime settimane».  

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
Se, magari, forse, ...
Marika Fasola 3 mesi fa su fb
Suvvia, un po’ di coraggio. Tiriamo su un bel muro attorno al Canton Ginevra e non lasciamoli più uscire 😂
Rosselli Gianni 3 mesi fa su fb
Normale con tutta la gente che va e che viene specialmente dal sud del mondo dove i controlli sono meno di 0 non c’è da meravigliarsi provate a chiedere al OMS dove hanno la sede ???? Ma muti 🤐
robin_hood 3 mesi fa su tio
Fate le vacanze in Svizzera, andate a Ginevra
Bosch Max 3 mesi fa su fb
Ovviamente 😅 ma invece puntano il dito sulla Spagna e altre nazioni 🤣🤣🤣
MIM 3 mesi fa su tio
Fosse per me, Ginevra la espellerei dalla Svizzera.
roma 3 mesi fa su tio
@MIM ...drastico MIM
VECCHIOTTO 3 mesi fa su tio
Noi abbiamo pagato pedaggio con i nostri morti e adesso sta ripetendosi altrove. O ci decidiamo a rimettere i controlli alla frontiere o ci troveremo presto al punto di partenza. Non vi chiedete perché i cantoni centrali non hanno avuto così grandi problemi?
momo73 3 mesi fa su tio
Se mio padre fosse stato un merlo sarei su un albero a cinguettare
Pongo 3 mesi fa su tio
@momo73 se mio nonno fosse stato una bicicletta io avrei le ruote
spank77 3 mesi fa su tio
@momo73 Se le persone ciniche verso i rischi del covid non fossero una minoranza e quindi nessuna misura base venisse applicata.... Saremmo in vacanza in un mare Marrone, senza barca.
Tristano 3 mesi fa su tio
Temporeggiano... come d'altronde è stato fatto in Ticino quando qualcuno aveva lanciato già l'allarme a metà febbraio. Già...
sedelin 3 mesi fa su tio
tam tam, tatatam. anch'io: infetto NON significa malato.
Gio Zan 3 mesi fa su fb
Ma metterla in zona rossa no?
Manuela Belli 3 mesi fa su fb
Gio Zan poi non entrano soldi!
Massimo D'Onofrio 3 mesi fa su fb
Evviva la LC
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
3 ore
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
SVIZZERA
8 ore
Con l'inverno meteorologico arrivano anche i primi fiocchi
Martedì è attesa una prima spolverata di neve, in alcune zone anche a basse quote.
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Rapina in un ufficio postale, si cerca una coppia di rapinatori
L'auto usata per la fuga, rubata poco prima, è stata data alle fiamme
SVIZZERA
10 ore
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
10 ore
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
12 ore
La sicurezza del vaccino? Non è negoziabile
La Svizzera, assicura Nora Kronig, non scenderà a compromessi
SVIZZERA
12 ore
L'edizione 2021 del Forum economico mondiale è in forse
Klaus Schwab spiega che la manifestazione avrà luogo solo in condizioni di assoluta sicurezza
SVIZZERA
13 ore
È morta la donna più anziana della Svizzera
«Se mia madre sapesse che sono diventata così vecchia...», affermava la vegliarda in un libro a lei dedicato
SVIZZERA
14 ore
Scuole reclute da record nel 2021
«Sarà la più grande della storia recente» spiega il capo dell'esercito, comandante di corpo Thomas Süssli
SVIZZERA
15 ore
PPD, oggi si decide su nuovo nome e fusione con il PBD
L'assemblea dei delegati si svolge in modo decentrato a causa della pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile