Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
24.07.20 - 15:110

La svolta ambientale dei radar fissi: riducono il rumore

Il Dipartimento delle costruzioni di Zurigo dovrà riesaminare il progetto sulla Glattalstrasse a causa di un ricorso

LOSANNA - I radar fissi contribuiscono a ridurre il rumore stradale. Il Tribunale federale ha dato ragione a un proprietario di immobili di Rümlang, nella periferia di Zurigo, che ha fatto ricorso contro le autorità cantonali per non aver preso in considerazione questa possibilità.

Il ricorso del proprietario si riferiva al piano per la riduzione del rumore sulla strada in questione - la Glattalstrasse - elaborato nel 2018 dal Dipartimento cantonale delle costruzioni. La richiesta di posare dei radar fissi per far rispettare il limite di 50 km/h era stata respinta dalle autorità cantonali.

Il Dipartimento cantonale sosteneva in particolare che la competenza per la posa dei radar spetta alla polizia, mentre il Tribunale amministrativo aveva sottolineato che i radar fissi sono in primo luogo un strumento per aumentare la sicurezza, e non per raggiungere obiettivi di tipo ambientale.

I giudici di Losanna sono invece arrivati alla conclusione che le riduzioni di velocità e i relativi controlli sono idonei a ridurre il rumore stradale. Lo dice infatti anche l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

Per il TF, l'installazione di apparecchi radar non poteva essere semplicemente ignorata perché la responsabilità era di un altro dipartimento. In caso contrario, per motivi organizzativi, le misure previste dal diritto ambientale verrebbero vanificate, pregiudicando così il diritto federale.

La decisione della massima istanza giudiziaria obbliga ora il Dipartimento cantonale delle costruzioni a riesaminare il progetto. Per quanto riguarda i costi dei radar, il TF ha ordinato al Cantone di verificare se durante il loro esercizio potranno autofinanziarsi. Le misure per ridurre il rumore - si legge nella sentenza - non devono essere solo tecnicamente possibili, ma anche economicamente sostenibili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO ELETTORALE TAMEDIA
1 ora
Quale partito intendete votare?
L'appuntamento con le prossime elezioni federali è previsto il 22 ottobre 2023. Oggi chi votereste?
Berna
7 ore
NoVax che rifiutano le cure, avanti col testamento biologico
La consigliera nazionale Verena Herzog: «Non ha senso che i pazienti finiscano in terapia intensiva se non lo vogliono»
Zugo
11 ore
Aperta un'inchiesta preliminare contro la società di provider Mitto AG
Un dipendente avrebbe consentito a terzi di sorvegliare senza autorizzazione degli utenti di telefonia mobile
SVIZZERA
13 ore
Coronavirus, il 4% delle varianti analizzate corrisponde a Omicron
Si tratta dei dati relativi ai virus sequenziati nel corso dell'ultima settimana
ZURIGO
14 ore
Sedici anni di prigione per aver ucciso la fidanzata
I fatti sono avvenuti nel 2020 a Hombrechtikon, nel Canton Zurigo. Riconosciuto colpevole un 48enne polacco
SVIZZERA
15 ore
Obbligo di vaccinazione per gli equipaggi Edelweiss
Seguendo l'esempio di Swiss, ai dipendenti è stato dato tempo fino al 2022 per farsi vaccinare
FOTO
SVIZZERA
15 ore
La capsula futuristica dove si può morire da soli potrebbe presto arrivare in Svizzera
Ne è certa Exit International. Il dispositivo, che funziona senza farmaci, si può fare anche con una stampante 3D
SVIZZERA
17 ore
«Abbiamo toccato il record di casi da inizio pandemia»
Alta tensione nelle strutture ospedaliere: il Consiglio federale mette migliaia di militi a disposizione dei Cantoni.
SVIZZERA
17 ore
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
19 ore
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile