Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
24.07.20 - 15:110

La svolta ambientale dei radar fissi: riducono il rumore

Il Dipartimento delle costruzioni di Zurigo dovrà riesaminare il progetto sulla Glattalstrasse a causa di un ricorso

LOSANNA - I radar fissi contribuiscono a ridurre il rumore stradale. Il Tribunale federale ha dato ragione a un proprietario di immobili di Rümlang, nella periferia di Zurigo, che ha fatto ricorso contro le autorità cantonali per non aver preso in considerazione questa possibilità.

Il ricorso del proprietario si riferiva al piano per la riduzione del rumore sulla strada in questione - la Glattalstrasse - elaborato nel 2018 dal Dipartimento cantonale delle costruzioni. La richiesta di posare dei radar fissi per far rispettare il limite di 50 km/h era stata respinta dalle autorità cantonali.

Il Dipartimento cantonale sosteneva in particolare che la competenza per la posa dei radar spetta alla polizia, mentre il Tribunale amministrativo aveva sottolineato che i radar fissi sono in primo luogo un strumento per aumentare la sicurezza, e non per raggiungere obiettivi di tipo ambientale.

I giudici di Losanna sono invece arrivati alla conclusione che le riduzioni di velocità e i relativi controlli sono idonei a ridurre il rumore stradale. Lo dice infatti anche l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

Per il TF, l'installazione di apparecchi radar non poteva essere semplicemente ignorata perché la responsabilità era di un altro dipartimento. In caso contrario, per motivi organizzativi, le misure previste dal diritto ambientale verrebbero vanificate, pregiudicando così il diritto federale.

La decisione della massima istanza giudiziaria obbliga ora il Dipartimento cantonale delle costruzioni a riesaminare il progetto. Per quanto riguarda i costi dei radar, il TF ha ordinato al Cantone di verificare se durante il loro esercizio potranno autofinanziarsi. Le misure per ridurre il rumore - si legge nella sentenza - non devono essere solo tecnicamente possibili, ma anche economicamente sostenibili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
5 ore
Hotel da 30mila franchi a notte per Biden
Ecco quanto ha speso il presidente statunitense per il summit ginevrino con il suo omologo russo Putin.
GINEVRA
7 ore
Biden: «Ho fatto quello che ero venuto a fare»
Il presidente USA ha tracciato un bilancio «positivo» dell'incontro con Putin. Non sono però mancati gli avvertimenti.
GINEVRA
8 ore
Putin: «Non prendo lezioni di diritti umani dagli USA»
Tra gli argomenti discussi durante il summit, l'incarcerazione di Navalny, le tensioni diplomatiche e la cyber-security.
ZURIGO
9 ore
Carlos - anzi Brian - non sarà internato
Il 25enne è stato però condannato a sei anni e quattro mesi per aggressioni a secondini e poliziotti
GINEVRA
10 ore
Un centinaio di imprese chiuse per l'incontro Biden-Putin
Le aziende situate in prossimità della zona di esclusione del summit saranno risarcite dalla Confederazione.
GINEVRA
10 ore
Estremisti islamici a processo a Bellinzona
I due, arrestati nel 2016, si erano recati in Turchia per unirsi alle forze dell'Isis.
ZURIGO
12 ore
Tifoso violento espulso dalla Svizzera
Si tratta di un 26enne che aveva partecipato ai disordini scoppiati a Zurigo, dopo un derby di Coppa Svizzera, nel 2018.
FOTO
GINEVRA
14 ore
Una stretta di mano segna l'inizio del vertice
Il presidente USA Joe Biden e quello russo Vladimir Putin sono ora a Villa La Grange a Ginevra
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera altri 282 casi e sei decessi
La situazione epidemiologica è in costante miglioramento. Sinora si contano 701'260 contagi e 10'315 morti
SVITTO
14 ore
Incidente mortale in seggiovia, era una corsa senza permesso
La corda di traino si era spezzata e la cabina, che ospitava quattro persone, era precipitata per una decina di metri.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile