Archivio Keystone
GRIGIONI
23.07.20 - 09:120
Aggiornamento : 10:06

Sette contagi in un campo estivo nei Grigioni

Ne dà notizia l'Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni, che annuncia maggiori controlli dei piani di protezione

COIRA - Il coronavirus ha toccato un campo estivo nei Grigioni in cui si trovavano circa cento persone (di cui un'ottantina residente nel cantone) di età compresa tra nove e tredici anni. Nel frattempo tra i giovani e gli assistenti sono stati registrati sette contagi. Ne dà notizia oggi il locale Ufficio dell'igiene pubblica.

Durante il campo della durata di sette giorni, nel corso della scorsa settimana sono state svolte prove di rappresentazioni per un concerto di chiusura. In collaborazione con l'organizzatore, i contact tracer hanno potuto adottare in tempi rapidi provvedimenti per il controllo e l'interruzione di catene di contagio. Erano inoltre disponibili i dati di contatto delle persone che hanno assistito alle esibizioni. Grazie al tracciamento sono stati posti in quarantena 42 spettatori.

Da un campo all'altro - Nonostante le risorse per l'attività di contact tracing siano state adeguate, i contact tracer si trovano ad affrontare ulteriori sfide. Infatti nel fine settimana, ancora prima che si manifestassero i sintomi, alcune persone che avevano partecipato al campo giovani hanno raggiunto un altro campo di vacanze. I circa trenta partecipanti sono stati immediatamente posti in quarantena e il campo di vacanze è stato chiuso.

Attualmente 14 persone si trovano in isolamento, 196 persone sono in quarantena e due persone sono ricoverate in ospedale.

Più controlli - Nel corso delle ultime settimane si sono verificati vari focolai d'infezione, in particolare in strutture d'intrattenimento, della ristorazione e del tempo libero. In considerazione di questa evoluzione, su istruzione delle autorità sanitarie federali l'Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni intensificherà i controlli relativi all'attuazione dei piani di protezione. I gestori di strutture accessibili al pubblico nonché gli organizzatori di manifestazioni devono elaborare e mettere in atto piani di protezione adeguati. Inoltre sono tenuti a verificare la correttezza dei dati di contatto (cognome, nome e numero di telefono) registrati prima di far entrare le persone e a conservarli in un elenco elettronico.

Il controllo e l'applicazione dei piani di protezione rimangono di competenza dei Comuni. Questi ultimi devono rafforzare le loro attività di controllo e verificare maggiormente se i piani di protezione nelle strutture accessibili al pubblico nonché in occasione di manifestazioni vengano messi in atto in modo adeguato. A cadenza settimanale i Comuni comunicheranno il numero dei controlli svolti e dei provvedimenti disposti all'Ufficio dell'igiene pubblica, il quale inoltrerà questi dati all'Ufficio federale della sanità pubblica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
42 min
Una passeggiata durante la quarantena gli costa 2'750 franchi
L'uomo quest'estate è andato in Serbia. Al suo ritorno è stato pizzicato fuori casa e denunciato.
GRIGIONI
2 ore
«Era una persona molto umile, viveva per lo sport»
Comunità in lutto per la scomparsa del 25enne, che ha trovato la morte in baita
SVIZZERA
5 ore
Sommaruga all'ONU per la biodiversità: «Servono sforzi globali»
«I governi devono allineare i loro incentivi finanziari e sussidi ai metodi di produzione sostenibili»
BASILEA CITTÀ
6 ore
Condannato il politico UDC che tirò un pugno a uno straniero
Il Tribunale penale di Basilea Città ha inflitto all'uomo una pena pecuniaria (sospesa) per lesioni semplici.
BERNA
9 ore
Questa ciotola è tossica, contiene troppa melammina
Si tratta del piattino della serie griffata “Wildlife Turtle” prodotta dall'azienda Lässig
SVIZZERA
10 ore
Coop e Migros: cala il divario dei prezzi con Lidl, Aldi e Denner
L'ultimo confronto mostra che lo scarto tra Migros e Coop, e le altre aziende, è ora meno marcato
LUCERNA
10 ore
Una IPA fatta con l'intelligenza artificiale
L'idea di un micro-birrificio e della Scuola universitaria di Lucerna ha prodotto 500 bottiglie
BERNA
12 ore
In Svizzera 411 casi e un morto
Covid, il bollettino delle ultime 24 ore. I nuovi ricoveri sono invece 11
SVIZZERA / STATI UNITI
12 ore
Julius Bär a misura di clientela latino-americana
L'interrogativo riguarda il genere di operazione che l'istituto intende praticare
SONDAGGIO
BERNA
12 ore
Covid: tra entusiasmo e restrizioni tornano i grandi eventi
Le limitazioni imposte fanno storcere qualche naso. E ricevere il via libera non è poi così facile.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile