Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
20.07.20 - 14:480

Pedopornografia: la Fedpol si sgancia, è responsabilità dei Cantoni

La maggior parte dei Cantoni ha adottato le basi giuridiche necessarie per le indagini segrete in internet

BERNA - Dalla fine di quest'anno l'Ufficio federale di polizia (Fedpol) non condurrà più indagini segrete da parte dei Cantoni contro la pornografia infantile su internet. La Confederazione affida questo compito ai Cantoni, dotati ormai di basi legali ad hoc riorganizzate per questo tipo di ricerche.

Fedpol ha confermato oggi a Keystone-ATS l'informazione delle testate di CH-Media. La criminalità per mezzo di strumenti digitali come truffe online, phishing - che dà accesso ai dati personali -, malware e pedocriminalità in rete è fortemente aumentata negli ultimi anni. Secondo un portavoce della Fedpol, il perseguimento di questi reati è perlopiù di competenza cantonale.

Le polizie cantonali si sono quindi riorganizzate di conseguenza e la maggior parte dei Cantoni ha adottato le basi giuridiche necessarie per le indagini segrete in internet e ha sviluppato le competenze tecniche.

La Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia (CDDGP) e Fedpol hanno creato una rete digitale di supporto per le indagini nella lotta contro la criminalità informatica. Ciò accorpa le risorse specialistiche e permette di affrontare insieme la lotta contro la criminalità digitale.

Secondo Fedpol, questo raggruppamento è in linea con la strategia nazionale di protezione della Svizzera contro i cyber-rischi (SNPC). La nuova organizzazione offre una nuova ripartizione dei compiti: alcune attività sono ora rilevate dai Cantoni e Fedpol rafforza le sue competenze centrali (indagini di competenza della Confederazione, supporto alle indagini, compiti di ufficio centrale, cooperazione nazionale e internazionale).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 min
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
1 ora
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
3 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
11 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
SVIZZERA
13 ore
Liberi tutti già il mese prossimo?
Associazioni di categoria e alcuni politici chiederanno la revoca delle restrizioni in vigore già il prossimo mese.
SVIZZERA
23 ore
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
1 gior
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
1 gior
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
1 gior
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
1 gior
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile