Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
16.07.20 - 19:340

Niente più restrizioni per chi arriva da questi 21 Paesi

Ci sono Croazia, Bulgaria, Irlanda, Romania e Cipro, nonché Andorra, Monaco, San Marino e Vaticano.

Ma anche Australia, Canada, Giappone, Marocco e Thailandia.

La Svizzera allenta i requisiti per le persone in provenienza da 21 paesi, tra cui Australia e Canada. Da lunedì l'entrata nella Confederazione sarà concessa alle stesse condizioni in vigore prima della pandemia di coronavirus.

La Svizzera rimane prudente e allenta con moderazione le restrizioni d'ingresso, ha scritto oggi su Twitter il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Il Montenegro, ad esempio, rimane nella lista dei paesi a rischio.

Secondo la Segreteria di Stato della migrazione (SEM), a partire da lunedì saranno invece abolite le restrizioni d'ingresso imposte ad Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia e Uruguay durante la pandemia.

Lo stesso vale per cinque Paesi dell'UE al di fuori dell'area Schengen: Croazia, Bulgaria, Irlanda, Romania e Cipro, nonché Andorra, Monaco, San Marino e Vaticano. Per tutti gli altri Paesi, compresi ad esempio gli Stati Uniti, sono ancora in vigore restrizioni all'ingresso.

L'elenco degli stati per i quali non vigono restrizioni d'ingresso sarà ulteriormente modificato se necessario, scrive la SEM ha sul suo sito web.

La Svizzera ha però emanato norme di quarantena. Si applicano alle persone che entrano in Svizzera da zone o Paesi ad alto rischio di infezione. L'elenco tenuto dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) comprende la Svezia e la Serbia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
14 min
Covid, 105 contagi in Svizzera
Positivi al test in frenata domenica. Nessun decesso. I numeri dell'Ufficio federale della salute pubblica
BASILEA
1 ora
Parla l'anziana che ha ucciso Ilias: «Ero disperata»
In aula anche i genitori del bambino. La donna: «Mi pento ogni giorno di quello che ho fatto»
SVIZZERA
1 ora
Gli insegnanti chiedono garanzie
I docenti svizzero-tedeschi e romandi lanciano un appello alle autorità
SVIZZERA
1 ora
«Nessuna ondata di licenziamenti»
Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Misure efficaci: non c'è stata "l'ondata" di fallimenti
Le cifre del KOF indicano un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino i casi si sono dimezzati
SVIZZERA / REGNO UNITO
2 ore
Le grandi aziende svizzere hanno perso 15 miliardi di capitalizzazione
Nel confronto internazionale, però, le aziende rossocrociate se la cavano abbastanza bene
SVIZZERA
2 ore
«Non isoliamo gli anziani a causa del coronavirus»
Un divieto di visita «non è accettabile», secondo il presidente della Società professionale svizzera di geriatria
SVIZZERA
3 ore
Il virus resta nei pensieri di Koch: «Ora temo l'inverno»
Per Daniel Koch le persone si faranno testare meno pensando a una semplice influenza stagionale.
BERNA
3 ore
Un flash mob alla settimana contro la mascherina
L'invito a una protesta sui tram di Berna sta girando sui social. La polizia sta in guardia
SONDAGGIO TAMEDIA
6 ore
Il prossimo 27 settembre si va alle urne: e voi come voterete?
Aerei da combattimento, immigrazione e congedo di paternità: qual è la vostra opinione? Partecipate al sondaggio Tamedia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile