Depositphotos (IgorVetushko)
Gli Uffici regionali di collocamento (URC) hanno aumentato il loro organico a causa dell'incremento del numero di disoccupati.
SVIZZERA
07.07.20 - 07:530
Aggiornamento : 08:27

Più posti di lavoro negli URC in vista dell'aumento della disoccupazione

Solo a Zurigo l'organico è stato aumentato di 77 unità

BERNA - Gli Uffici regionali di collocamento (URC) hanno aumentato il loro organico a causa dell'incremento del numero di disoccupati. Secondo un sondaggio pubblicato oggi dal Blick, negli ultimi mesi sono stati creati oltre 200 nuovi posti di lavoro.

Questo porta il numero totale dei dipendenti URC a circa 1500. L'aumento del personale è necessario perché il tasso di disoccupazione ha già raggiunto il 3,4% a maggio. Ciò corrisponde a 40'000 persone in più in cerca di lavoro rispetto a febbraio, quando la percentuale era del 2,5%, indica il Blick. I dati di giugno saranno pubblicati questa settimana.

L'aumento del numero dei collaboratori negli URC varia notevolmente da cantone a cantone. Zurigo è di gran lunga il cantone che ha maggiormente incrementato il suo personale, con 77 nuovi posti creati da febbraio. Questo dovrebbe allentare un po' la pressione sui consulenti e sull'amministrazione. Inoltre ci si vuole preparare all'ondata di licenziamenti dei prossimi mesi, viene aggiunto.

Anche i cantoni di Ginevra, Berna e Argovia si sono preparati creando ciascuno circa 30 nuovi posti di lavoro. Quelli di Neuchâtel, Basilea Città e Lucerna ne hanno previsti una decina.

I Cantoni prevedono una progressione del numero di disoccupati, soprattutto dopo le vacanze estive, secondo lo specialista delle risorse umane Pascal Scheiwiller, citato dal Blick. Nelle grandi imprese, le maggiori ondate di licenziamenti sono previste nel terzo e quarto trimestre del 2020.

Tra i cantoni interpellati dal Blick, solo Uri non prevede di creare ulteriori posti di lavoro negli Uffici regionali di collocamento. Il carico di lavoro supplementare sarà gestito attraverso misure interne.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
4 ore
«Fate molta attenzione agli alberi»
È l'allarme lanciato dalla polizia sangallese
BERNA
4 ore
Da mezzanotte la Svizzera con misure più severe
Come noto i provvedimenti precedenti, come la chiusura dei ristoranti, sono stati prolungati di cinque settimane.
SVIZZERA
4 ore
Ridurre le emissioni? Paga anche economicamente
I maggiori risparmi sono attuabili nel settore dei trasporti e del riscaldamento degli edifici.
SVIZZERA
5 ore
Il tasso di riproduzione è sceso allo 0,83
In Ticino la situazione è ancora migliore rispetto alla media svizzera: il 2 gennaio era dello 0,71.
SVIZZERA
6 ore
«I ragazzi a scuola sono più al sicuro che altrove»
Lo sostiene Stefan Wolter, da qualche settimana membro della task force della Confederazione.
BERNA
8 ore
Vaccino: «La Svizzera ha agito bene, le critiche sono inopportune»
Il responsabile di Moderna loda il lavoro del governo federale: «Ha puntato sui cavalli giusti»
GRIGIONI
8 ore
Due sciatori travolti da una valanga, uno di loro non ce l'ha fatta
L'uomo stava praticando fuoripista su un pendio del monte Casanna, sopra a Klosters.
SVIZZERA
9 ore
Un imprenditore fa causa a Berna: chiede otto milioni di franchi
Urs Ledermann sostiene che la sua impresa di pulizia sia stata rovinata a seguito delle restrizioni anti-covid.
ZURIGO
10 ore
Alcuni operatori della sanità vogliono un'associazione anti-vaccino
Gli interessati si sono organizzati tramite il servizio di messaggistica Telegram.
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus e scuole: altro cambiamento di strategia?
L'UFSP sta studiando possibili provvedimenti. Finora era stata lasciata carta bianca ai cantoni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile