Immobili
Veicoli
Tipress
SVIZZERA
28.06.20 - 17:300
Aggiornamento : 18:09

Per ora nessun obbligo delle mascherine su treni e bus

L'Ufficio federale della sanità pubblica non esclude però un'introduzione della misura in futuro

BERNA - Nonostante il numero crescente di nuove infezioni da coronavirus, le autorità svizzere si astengono per ora dal rendere obbligatorie le maschere nei trasporti pubblici. Mentre lo scorso lunedì sono stati registrati 18 nuovi casi, altri 69 sono stati segnalati ieri e 62 oggi.

All'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il crescente numero di casi viene preso molto sul serio, ha detto oggi il portavoce Yann Hulmann all'agenzia di stampa Keystone-ATS. Le norme di protezione più importanti rimangono l'igiene e il mantenimento delle distanze.

«Attualmente l'UFSP mantiene la pressante raccomandazione di indossare una mascherina sui mezzi pubblici quando ci sono molte persone e la distanza non può essere mantenuta. Tuttavia, non è esclusa la possibilità di un (futuro) obbligo», ha precisato Hulmann.

Una discussione fra Berna e i Cantoni - Secondo Lukas Engelberger, presidente dei Direttori cantonali della sanità (CDS), la mascherina è ancora poco utilizzata sui mezzi pubblici. Ma la consapevolezza sta crescendo, ha detto in un'intervista al domenicale "Sonntagsblick". I cantoni - nota - potrebbero ordinarne l'uso, ma ciò deve essere discusso con l'UFSP e sarebbe legato a un inasprimento della situazione.

Anche Matthias Egger, capo della Task Force Covid-19 della Confederazione, guarda con preoccupazione l'evoluzione delle cifre. Il tasso di riproduzione del contagio noto come R0 (ossia il numero medio di nuove infezioni originate da un singolo individuo nel suo periodo di infettività) è 1,28 e ciò significa che il virus Sars-CoV-2 si sta diffondendo ulteriormente, ha detto Egger alla radio-TV svizzero-tedesca SRF.

Più test, nessun focolaio - Il cosiddetto numero di riproduzione di base attuale è però da ricondurre alle fasi di apertura precedenti, precisa Egger. Bisogna ancora vedere cosa porteranno i prossimi allentamenti. Per ora, malgrado un netto aumento del numero di test, non sono comunque stati rilevati focolai di infezione.

Lukas Engelberger è anche preoccupato per il turismo. «Non sappiamo come si svilupperà la situazione, quindi è necessaria ulteriore cautela». E i politici devono costantemente ricordare alla gente le misure igieniche. Per il ministro della Sanità Alain Berset, le vacanze in Svizzera sono attualmente una buona idea. «In questa situazione di incertezza non è certo una cattiva idea rimanere in Svizzera per le vacanze estive», ha detto Berset ieri alla Radio SRF.

Per quanto riguarda i viaggi, l'UFSP verifica se e quando sono necessarie misure sanitarie di confine. Trattandosi di una pandemia mondiale, il coordinamento tra gli Stati è importante, sottolinea Hulmann. Per la Svizzera, l'approccio degli Stati dell'UE nei confronti dei paesi terzi è particolarmente importante.

La discoteca di Zurigo - Quanto successo nel Canton Zurigo, dove si è verificato il primo caso di un "superspreader" (un individuo insolitamente contagioso), ha dimostrato l'imprevedibilità delle infezioni da nuovo coronavirus. Un uomo, che era ospite di un club, è risultato positivo al test Covid-19. E verosimilmente ha infettato altri cinque avventori risultati pure positivi, secondo quanto ha riferito ieri il Dipartimento cantonale della sanità. Il Servizio medico cantonale ha ordinato dieci giorni di quarantena ai circa 300 ospiti del club presenti la sera del 21 giugno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SO2 1 anno fa su tio
Orgoglioso come sempre del nostro UFSP! Perché adottare un comportamento che previene in maniera semplice il diffondersi del virus senza praticamente nessuna controindicazione?? Molto meglio aspettare che scappino di nuovo i morti per poi ricorrere a misure draconiane un altra volta....anche all UFSP dovrebbero fare delle analisi, ma delle urine e dei capelli...
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Peccato, sarebbe necessario
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Sono pochissimi che mettono le mascherine,
Brega84 1 anno fa su tio
Mi dispiace per chi deve prendere i mezzi pubblici! Ma cmq aspettiamoci i 1000 casi al giorno tanto manca poco....
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Cosa aspettano? Un `altra pandemia?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
2 ore
A 203 chilometri all'ora sui 120
Pizzicato sulla A1 in territorio di Gurbrü (BE): si trattava di un diciassettenne con licenza per allievo conducente
ZURIGO
3 ore
Vaccini: «Effetti collaterali rari e non sempre segnalati»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
3 ore
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
4 ore
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
SAN GALLO
5 ore
Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram
La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».
BERNA
6 ore
Quarantena e obbligo del telelavoro fino a fine febbraio
Gli altri provvedimenti provvisoriamente fino a fine marzo
SVIZZERA
6 ore
Nuovo record di contagi e 25 decessi in Svizzera
Scendono i pazienti ospedalizzati a causa del virus, che occupano ora il 7,9% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
7 ore
Una miocardite che è già un caso
La velocista vodese Sarah Atcho al centro delle polemiche dopo aver raccontato di essersi ammalata dopo il vaccino
SVIZZERA
8 ore
«Come un jackpot a Las Vegas»
Il giornalista ed ex dirigente del ramo Kurt Zimmermann è molto critico sugli aiuti che voteremo il prossimo 13 febbraio
SVIZZERA
10 ore
Salute compromessa dopo il vaccino: «Sono solo stato sfortunato»
Il granconsigliere argoviese Martin Wernli soffre di problemi di salute da quando ha ricevuto la prima dose.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile