Immobili
Veicoli
keystone
BERNA
27.06.20 - 14:070
Aggiornamento : 19:40

L'appello di Berset: «Rispettate le misure»

Il ministro della sanità ha sottolineato che la situazione rischia di diventare di nuovo più difficile

Ha ricordato inoltre che, anche con lievi sintomi, la gente dovrebbe sottoporsi a test

BERNA - Alain Berset ha lanciato un appello al rispetto delle misure sanitarie per contenere il diffondersi del coronavirus.

Cautamente fiducioso per il momento, il ministro della sanità ha sottolineato sulle onde della radio svizzerotededsca SRF che la situazione rischia di diventare di nuovo più difficile nel corso dell'anno.

Anche con sintomi lievi, le persone dovrebbero essere sottoposte a test, ha ricordato, aggiungendo che mettersi in quarantena in caso di esito positivo è una questione di responsabilità individuale e nei confronti della società.

Certamente ci sono momenti in cui è possibile respirare e vivere più rilassati, ma questo non significa che non si debbano più seguire le raccomandazioni delle autorità, ha aggiunto.

Il virus sarà ancora presente a settembre e la situazione rischia di essere più tesa. «Vedremo se noi, come società, riusciremo a sopportarlo di nuovo», ha continuato Berset. Le autorità sono ben preparate, ma è necessaria la collaborazione di tutta la popolazione e di tutte le aziende del paese.

«Dobbiamo davvero imparare a convivere con il virus», ha proseguito il ministro: mantenere una certa distanza, osservare le misure igieniche, indossare una maschera quando manca la distanza fisica.

«In questa situazione di incertezza non è certo una cattiva idea trascorrere le vacanze estive in Svizzera», ha concluso Berset. La cosa migliore da fare è rinunciare a tutti i viaggi all'estero non urgenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Ma questo quando se ne va in vacanza?
Corri 1 anno fa su tio
E più facile ingannare la gente, che convincerla di essere stata ingannata (Mark Twain).
Nmemo 1 anno fa su tio
Qualche millennio fa un molto più celebre Ponzio Pilato si comporta in modo analogo. Cambia la forma, mai la sostanza …
Corri 1 anno fa su tio
Caro Berset, sicuramente ha delle fonti per dire che ci sarà una seconda ondata. Poi nel mio pensiero dell’app Covid, non sarebbe anche un app-test 5G ? Così il controllo ancora più stretto e libertà e privacy bye bye
spank77 1 anno fa su tio
@Corri Non si dice che ci sarà….si dice SE le regole non vengono applicate allora PROPABILMENTE il rischio di una seconda ondata è reale.
TI.CH 1 anno fa su tio
Possibile che sia così difficile rispettare le regole anche se restringono la libertà del singolo? Questo denota una buona dose di irriverenza nel confronto degli altri, e un grande menefreghismo. Quando poi dovremo richiudere tutto di nuovo dopo e si deve stare a casa senza lavoro aumenterà ancor di più la disoccupazione e ancor più famiglie saranno in grande difficoltà. Dopo ci gratteremo, ma sarà tardi. Guardate nelle altre nazioni cosa succede.
fgreto 1 anno fa su tio
Obbligatoria e solo la cassa malati ...e io pago troppo presto caro Berset si poteva aspettare fino a giugno ora vediamo cosa succede..
tip75 1 anno fa su tio
obbligate le mascherine nei luoghi pubblici e chiusi e sui mezzi pubblici e portare le distanze almeno come prima, altrimenti non ci arriviamo a settembre
tip75 1 anno fa su tio
le autorità sono pronte...sono ridicoli.prima ci ammucchiano poi scaricano la responsabilità sul senso civico
Zarco 1 anno fa su tio
io rispetto le regole , se proprio qualcuno dovesse ammalarsi , che sia chi se ne frega ....
spank77 1 anno fa su tio
Caro Berset..ormai è tardi… I comportamenti riluttanti verso le regole di prevezione sono il risultato di una comunicazione confusa e non esatta, fatta nel corso dei mesi. Il messaggio finale per troppe persone è che il virus è come quello dell'influenza stagionale (per alcuni meno pericoloso) e che deve fare il suo corso. Nei prossimi giorni "grazie" al caso in Germania dove oltre 1000 persone sono state infettate dal Virus potremo sapere la vera "pericolosità" ovvero quanti ricoveri avverranno (visto che sono tutti teoreticamente apparteneneti alla categoria non a rischio) . Questo fra una decina di giorni al massimo Quindi non resta che sperare che il virus se ne vada via da solo o che subisca delle mutazioni a discapito della sua virulenza.
spank77 1 anno fa su tio
Caro Berset..ormai è tardi… I comportamenti riluttanti verso le regole di prevezione sono il risultato di una comunicazione confusa e non esatta, fatta nel corso dei mesi. Il messaggio finale per troppe persone è che il virus è come quello dell'influenza stagionale (per alcuni meno pericoloso) e che deve fare il suo corso. Nei prossimi giorni "grazie" al caso in Germania dove oltre 1000 persone sono state infettate dal Virus potremo sapere la vera "pericolosità" ovvero quanti ricoveri avverranno (visto che sono tutti teoreticamente apparteneneti alla categoria non a rischio) . Questo fra una decina di giorni al massimo Quindi non resta che sperare che il virus se ne vada via da solo o che subisca delle mutazioni a discapito della sua virulenza.
seo56 1 anno fa su tio
Se avete tolto le contravvenzioni...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Il voucher "per la normalità" non piace a tutti
L'idea: un buono da 200 franchi per ogni svizzero, da spendere in ristoranti e cultura. Ma la politica storce il naso
VALLESE
8 ore
Caduta fatale a Zermatt
Uno sciatore spagnolo di 46 anni ha perso la vita ieri pomeriggio sul comprensorio vallesano.
SVIZZERA
8 ore
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
13 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
13 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
13 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
13 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
14 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
16 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
1 gior
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile